Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Il Natale ha un grande significato non solo per i cristiani

Ogni dicembre trovo pace leggendo la storia di Maria, la madre di Cristo, nel Corano. Buon Natale!

In una strada tranquilla a Qaraqosh a sud-est di Mosul, una statua della Vergine Maria alta diversi metri a forma di corona appare sopra una delle più antiche chiese siro-cattoliche in Iraq.

La città di Qaraqosh è un’antica città cristiana dove la lingua principale è l’armeno e l’arabo come seconda lingua. La città assira ha poche migliaia di anni ed è sempre stata una città cristiana, ma fu anche soggetta ai mongoli, ai persiani, ai curdi e all’impero ottomano. In altre parole, la città è una parte importante della storia dell’Iraq ed è conosciuta come la “culla della civiltà”. Troverai molti riferimenti biblici all’Iraq, come la Mesopotamia, i caldei e la Babilonia.

Maria è sacra nell’Islam ed è menzionata più volte nel Corano.

Torniamo alla “Vergine Maria” o Maria come era chiamata nel Corano. Durante l’invasione dell’Iraq settentrionale da parte dello Stato Islamico, chiese e statue di Maria risalenti a migliaia di anni fa furono profanate e distrutte. I cristiani iracheni sono stati perseguitati, uccisi o costretti a convertirsi all’Islam. L’organizzazione terroristica ISIS ha distrutto molti insostituibili tesori culturali, santuari e statue.

Quest’anno il restauro delle cattedrali si è finalmente concluso con la collocazione di nuove statue della Vergine Maria al centro del campanile. All’inizio di quest’anno, il Papa è stato in Iraq e ha visitato diverse cattedrali, chiese e moschee. In migliaia si sono raccolti intorno a una cattedrale, tra palme e ulivi, per salutare il papa. In cima a una delle cattedrali, una statua di Maria domina il popolo.

Il Natale è più importante non solo per i cristiani

Le immagini e le statue di Maria come madre di Gesù sono molto comuni in molti paesi del Medio Oriente e sono molto venerate in Iraq. Nei miei ricordi d’infanzia dalla Norvegia e dall’Iraq, Maria e Gesù occupano un posto centrale. A dicembre, ho avuto più tempo a casa nostra. Nella parte vecchia di Baghdad, le statue della Vergine Maria erano una vista comune. Ci dice molto sulla ricca storia interreligiosa dell’Iraq. Anche le donne musulmane velate che si fermano, accendono candele e pregano per Maria non sono uno spettacolo insolito.

READ  Larvik, Accademia dei piloti di volo | Stein ha volato nell'incidente aereo una settimana prima dell'incidente aereo: - Ho pensato che potrei essere io

Racconti di Natale, che ho trasmesso ai miei figli, da mia madre e ancora da sua madre. Dice che era normale che i due prendessero parte alle vacanze reciproche in Iraq. Ho ereditato da mia nonna un quadretto della Vergine Maria, madre di Gesù. È ben posizionato nel mio Corano come riferimento e simbolo dell’alto status delle donne nell’Islam.

La madre di Maryam Issa è una figura fondamentale sia nel cristianesimo che nell’islam.

Maria è sacra nell’Islam ed è menzionata più volte nel Corano. Molti teologi musulmani medievali credevano che Maria fosse un profeta, perché l’arte islamica raffigura Maria e Gesù con una corona di fiamme che simboleggia il Profeta.

Sfortunatamente, interpretazioni patriarcali e movimenti orientati ai salafiti hanno coperto le donne più importanti nella storia dell’Islam, inclusa la storia di Maryam del Corano. Ma Maria è stata un importante modello di ruolo sia per le donne che per gli uomini nel corso della storia dell’Islam.

Nel Medioevo, ci fu un periodo di prosperità scientifica, storica e culturale nell’Islam, che è conosciuto dall’orientalismo come l’età d’oro dell’Islam. Qui, studiose e teologhe musulmane hanno svolto un ruolo importante nello sviluppo della scienza, della matematica, della teologia islamica e della letteratura.

La madre di Maryam Issa e gli stereotipi delle donne musulmane

La madre di Maryam Issa è una figura fondamentale sia nel cristianesimo che nell’islam. Le narrazioni del tempo del profeta Maometto dicono che distrusse tutte le statue e le immagini, ad eccezione dell’immagine della Vergine e di Gesù. Mi sono occupata del disegno. È visto come un simbolo di purezza e forza. Nell’Islam, è l’unica donna il cui nome è identificato nel Corano e un’intera sura prende il nome da lei, oltre ai riferimenti in molti versi e hadith. Il Corano ci parla molte volte della nascita di Gesù.

Ma nell’Islam, Cristo non è considerato il figlio di Dio, ma il figlio di Maria.

Sia nel cristianesimo che nell’islam è pacifico che Maria era una donna sessualmente intatta quando diede alla luce Gesù. La storia di Maria inizia nel Corano prima della sua nascita, con riferimento alla sua famiglia. Secondo il Corano, Maria incinta si ritirò e diede alla luce Gesù solo ai piedi di una palma. Torna tra le persone con il bambino parlante Gesù che ci dice che è un servo di Dio e un profeta. Gesù, o Gesù come viene chiamato in arabo, ha un posto speciale nella tradizione islamica. Ma nell’Islam, Cristo non è considerato il figlio di Dio, ma il figlio di Maria.

READ  I politici del MDG chiedono alla Norvegia di interrompere la vaccinazione: ottenere una forte opposizione da parte dei compagni di partito e della comunità professionale

Per me, il vangelo di Natale, che è contenuto nel Corano, senza mangiatoia, è la Stella di Natale e i Re Magi. Conosco Isa come Isa ibn Maryam (Isa ibn Maryam), una madre che ha dato alla luce un santo profeta, Gesù.

Ogni dicembre trovo pace nel leggere la storia di Maria, la madre di Cristo, nel Corano. Buon Natale!