Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Il nuovo esercito di Putin

Funzionari statunitensi e occidentali stanno ora esaminando uno scenario completamente nuovo per la guerra di Putin in Ucraina, secondo la CNN.

Finora, le autorità russe hanno definito la guerra una “operazione militare speciale”. Allo stesso tempo, hanno vietato l’uso di parole come “invasione” e “guerra” nell’opinione pubblica russa.

Il tenente colonnello Joachim Pasekevi dell’esercito svedese ora crede che le stesse autorità russe possano decidere di usare queste parole esatte, come parte di una nuova strategia.

– 200.000 nuovi soldati

– Se Putin dice ora che c’è già una guerra contro l’Ucraina, può richiamare riservisti e coscritti oltre ai soldati che hanno combattuto finora nel paese vicino, ha detto Pasekevi a Dagbladet.

– Di quanti nuovi soldati stiamo parlando?

La coscrizione si applica in teoria a una parte molto ampia della popolazione. In effetti, penso che potrebbero esserci da 100.000 a 200.000 nuovi soldati, dice.

Il problema di Putin è che potrebbe essere tolto dall’economia russa e non lo tollererà a lungo termine, ma è una possibilità, dice.

Presentatore: Joachim Pasekevi allo Swedish Defense College. Foto: Collegio nazionale svedese di difesa.
Mostra di più

Annunciando al pubblico e dichiarando efficace la suddetta “operazione militare”. la guerraPutin dà l’opportunità di chiedere la mobilitazione delle forze di riserva e dei soldati della Guardia Interna, secondo la legge russa.

Il personale di servizio occidentale afferma che è proprio l’azione militare di cui la Russia ha un disperato bisogno. Si stima che almeno 10.000 soldati russi siano morti da quando la Russia ha invaso l’Ucraina due mesi fa. D’altra parte, le autorità russe hanno segnalato una caduta di quasi 1.000 persone.

Questa informazione appare in a Articolo della CNN.

– Occidente nazista

Finora, tra 100.000 e 190.000 soldati russi si sono recati in Ucraina per combattere. Le autorità russe hanno affermato che le forze russe stavano combattendo contro un regime nazista e che avrebbero dovuto liberare il popolo ucraino oppresso.

Molti ora stanno ipotizzando se Putin sfrutterà l’occasione il 9 maggio come un’opportunità per fare appello al popolo russo e chiedere maggiore sostegno nella lotta contro il “nazismo”.

“Penso che ci sia la possibilità che Putin e il Cremlino affermino che non ci sono solo nazisti in Ucraina, ma anche che esiste un Occidente nazista che dovrebbe combattere insieme”, ha detto Pasikivi a Dagbladet.

Cosa potrebbe derivare da un simile sviluppo?

– Quindi la guerra non rimarrà in Ucraina. Qui puoi discutere quale sarà la risposta dell’Occidente, ma puoi immaginare un attacco di aerei occidentali in una no-fly zone. Ciò significherebbe combattere gli aerei russi nei cieli sopra l’Ucraina e sarebbe una situazione molto pericolosa, ha detto.

È difficile vedere che l’Occidente si fermerà e lascerà che ciò accada dopo aver investito collettivamente così tanto in Ucraina e aver dato loro una possibilità. Allora lascerò vincere i russi, dice Pasekevi, non ho molta fiducia in questo.

passo successivo: In un nuovo video, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky spiega l’importanza di nuove sanzioni contro la Russia. Video: Telegramma
Mostra di più

Festa del giorno

Dal 1965, cioè a 20 anni dalla fine della seconda guerra mondiale, il 9 maggio è un giorno festivo nel Paese che segna la vittoria sulla Germania nazista.

La data si sta ora avvicinando di nuovo, e con essa anche la speculazione che Putin sfrutterà l’opportunità per dichiarare la vittoria e una “operazione militare” di successo in Ucraina.

– La Russia ora vuole rilasciare le truppe e fare pressione sulla regione occidentale del Donbass nella regione di Donetsk. Penso che vogliano finire la partita a Mariupol per avere qualcosa da mostrare entro il 9 maggio.

Tom Rosyth, assistente professore e capo dell’intelligence presso il Norwegian Defense College, ha detto a Dagbladet martedì.

Esperto: Tom Rosth, professore assistente e direttore del dipartimento di intelligence del Norwegian Defense College.  Foto: Forze armate

Esperto: Tom Rosth, professore assistente e direttore del dipartimento di intelligence del Norwegian Defense College. Foto: Forze armate
Mostra di più

– Oggi è associato alla vittoria sulla Germania nazista. Questo è importante per Mosca, il Cremlino e Putin. Ora è anche importante dimostrare che stai combattendo i nazisti in Ucraina, continua.

Pasekevi ritiene anche che una tale formula possa provenire da Putin e dalla Russia durante la selezione.

– Potrebbe essere il momento di dire che hanno liberato il Donbass da “nazisti e tossicodipendenti”, come hanno detto prima. Penso che questa sia una possibilità, anche se Lavrov dice che non hanno nulla a che fare con la storia. Penso che Lavrov lo stia dicendo solo perché le cose non stanno andando secondo i piani in Ucraina in questo momento, dice Pasekevi.

– In ogni caso, non credo che il discorso della vittoria avrebbe un legame speciale con la realtà, conclude.

Lavrov Nikt

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha affermato che la Russia non sta cercando di porre fine alla guerra in Ucraina entro il 9 maggio, giorno in cui il Paese segna la fine della seconda guerra mondiale.

Intelligence, analisti e funzionari occidentali si chiedevano se il presidente Vladimir Putin volesse dichiarare una sorta di vittoria il 9 maggio.

Lavrov ha detto che la Russia non si sarebbe affrettata a completare la cosiddetta “operazione militare speciale” per allora.

“L’esercito non adatterà artificialmente le sue azioni a nessuna data, compreso il Giorno della Vittoria”, ha detto Lavrov in un’intervista a Mediaset.

MOSCA: Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha dichiarato che non porrà fine agli attacchi in Ucraina a seguito delle celebrazioni del 9 maggio.  Foto: A.P.

MOSCA: Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha dichiarato che non porrà fine agli attacchi in Ucraina a seguito delle celebrazioni del 9 maggio. Foto: A.P.
Mostra di più

– Il ritmo delle operazioni in Ucraina dipende, in primo luogo, dalla necessità di ridurre al minimo qualsiasi pericolo per la popolazione civile e militare russa, come sostiene Lavrov.

READ  - Sembra scuro - VG