Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Il primo vaccino contro il COVID-19 della Turchia si chiamerà Turkovac

Martedì, il presidente turco ha rivelato Turkovac, il nome del primo candidato al vaccino COVID-19 del paese.

Il programma di sviluppo del vaccino è entrato nella terza fase degli studi clinici sui volontari, a partire dall’ospedale cittadino di Ankara, nella capitale del Paese, e il presidente Recep Tayyip Erdogan ha partecipato in videoconferenza.

Il ministro della Salute Fahrettin Koca ha assistito all’accoltellamento dei primi volontari: dell’Università di Erciyes, Aykut Özdarenderli, uno dei ricercatori che ha sviluppato il vaccino, e il dottor Serhat Unal, il suo coordinatore turco.

In relazione all’evento, Erdogan ha affermato che la Turchia ha aumentato la vaccinazione di massa con vaccini importati dalla Germania e dalla Cina, ma che i vaccini locali aiuteranno a controllare le infezioni in futuro.

“È importante avere il nostro vaccino per salvare il nostro Paese dall’epidemia il prima possibile e per garantire la salute e il benessere della nostra nazione. Con questo studio, entrato nella terza fase, siamo ora entrati nel punto di svolta finale per ottenere il nostro vaccino”, ha detto Erdogan.

La Turchia questa settimana ha annunciato la fine della maggior parte delle restrizioni alla pandemia a causa del basso numero di casi, ma Erdogan ha invitato i cittadini turchi a vaccinarsi per proteggere se stessi e i loro cari dal virus.

“La Turchia abbasserà l’età della vaccinazione COVID-19 a 18 nelle prossime settimane”, ha affermato Erdogan, aggiungendo che con la vaccinazione rapida, le restrizioni COVID-19 verranno revocate una per una.

Durante l’evento, Kocaeli lo ha descritto come un momento storico.

Su come avviare gli sforzi per il vaccino locale isolando il virus, Koca ha aggiunto che il supporto fornito dagli Istituti sanitari turchi (TUSEB) ha portato gli sforzi al suo attuale stadio avanzato.

READ  Cinque consigli per la tua casa

Koca ha affermato che la sicurezza e l’efficacia del vaccino turco sono state dimostrate negli studi di fase uno e due.

“Oggi il vaccino ha raggiunto la sua fase finale, il che significa che la sua composizione non cambierà d’ora in poi. Questo è l’orgoglio della nazione.. l’orgoglio della nostra nazione”.

“Ora vedremo l’effetto del vaccino sui volontari durante gli studi di fase III. E vogliamo vedere l’effetto del vaccino che verrà utilizzato più spesso in seguito”.

Con lo sviluppo del vaccino, la Turchia ha raccolto i frutti dei suoi investimenti nella scienza dal 2013, ha affermato Özdarındeli, aggiungendo che la Turchia ha un’ottima esperienza e buone infrastrutture non solo ora, ma anche per future malattie che potrebbero emergere.

Onal ha anche affermato di essere orgoglioso del contributo che ha dato allo sviluppo di vaccini e di voler condividere il proprio lavoro con il mondo.

Da quando la Turchia ha lanciato una massiccia campagna di vaccinazione a gennaio, sono state somministrate quasi 43,6 milioni di dosi di vaccini contro il coronavirus.

Secondo il Ministero della Salute, più di 29 milioni di persone hanno ricevuto le prime dosi, mentre più di 14,57 milioni di persone sono state completamente vaccinate.

Lunedì, Erdogan ha affermato che, in mezzo a un calo nazionale dei casi di COVID-19, la Turchia porrà fine al coprifuoco pandemico a partire da giovedì prossimo, 1° luglio.

Lo stesso giorno, la Turchia solleverà anche le restrizioni ai viaggi in città e ai trasporti pubblici urbani e le istituzioni e le organizzazioni pubbliche torneranno al normale ordine di lavoro.