domenica, Giugno 16, 2024

Il principale club per bambini svedese nel cortile interno è stato multato: – Completamente irrealistico

Must read

Silvestro Dellucci
Silvestro Dellucci
"Organizzatore. Fanatico dei social media. Comunicatore generale. Studioso di pancetta. Orgoglioso apripista della cultura pop ".
Festeggia con tuo figlio: il Djurgården ha vinto 3-1 nella prima partita di campionato della stagione. Il figlio di quattro anni di Magnus Ericsson si è unito alla celebrazione della vittoria. In primo piano c’è il portiere del DIF Jakob Wedel Zetterström.

Il capitano del Djurgården Magnus Ericsson (32) ha festeggiato la vittoria nella premiere della stagione con suo figlio di quattro anni. Il club è stato ora multato per questo.

pubblicato:

  • Il capitano del Djurgården Magnus Ericsson ha festeggiato la vittoria nella premiere della stagione con suo figlio di quattro anni in campo.
  • Il club ha ricevuto una multa di 24.000 NOK dalla Federcalcio svedese.
  • L’associazione non consente la presenza di bambini sulla pista indoor per motivi di sicurezza.
  • Ericsson vuole cambiare la regola e non capisce il problema che c’è dietro.
  • Anche il direttore degli eventi di Djurgården non è d’accordo con la decisione dell’associazione.

Lui scrive Aftonbladet.

Lo Stockholm FC ha battuto il Brommapojkarna 3-1 nella gara d’esordio casalinga. Poco dopo la fine della partita, il figlio di Eriksson lo ha raggiunto sul prato per festeggiare i tre punti.

La Federcalcio svedese non ammette i bambini in campo e questo ha portato il club senior a essere multato di 24.000 NOK.

– Si tratta anche di reati ripetuti dell’anno scorso. Ma questa è la prima volta quest’anno che Djurgården è stato penalizzato, afferma il segretario sindacale Leif Anderson. canale calcio.

L’associazione ha dichiarato ad aprile che la regola riguarda la sicurezza e che nessuna persona può essere in campo.

READ  Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj è in Norvegia

– Fondamentalmente è un problema di sicurezza. Siamo d’accordo su questo, e anche i club. Il capo delegato della FA Per Eliasson ha detto che le persone all’interno dovrebbero avere un incarico di lavoro ed essere accreditate.

Lo stesso giocatore, che ha portato in campo il figlio, non ha visto il problema.

– Penso che sia totalmente irrealistico essere una cosa, se devo essere completamente onesto. Il desiderio più grande dei nostri ragazzi è quello di arrivare allo stadio dopo la partita. Nella mia più sfrenata immaginazione non riesco a concepire che debba essere un pericolo per la sicurezza cantare canzoni di vittoria e saltare sul campo. Non riesco nemmeno a prenderlo sul serio, disse Magnus Ericsson.

Capitano: Magnus Ericsson è sconvolto dal fatto che il club sia stato multato per aver rimosso suo figlio dal campo dopo la vittoria sul Brommapojkarna.

L’incidente ha fatto desiderare al capitano di cambiare la regola.

– Perché non lo fai? Queste sono le nostre famiglie. Capisco che non puoi portare tutta la famiglia, ma in campo ci vogliono circa due minuti. Molti di noi nel team hanno ragazzi che pensano che sia una sensazione molto bella. Prendere questa gioia da loro e da noi penso che avrebbe fatto male”, ha detto Eriksson ad Aftonbladet all’inizio di aprile.

– e ha concluso sentendosi stupido e inutile che ciò si tradurrebbe in una multa.

L’annuncio che il club rischiava una multa non è piaciuto nemmeno al direttore dell’evento di Djurgården.

– Non siamo d’accordo con il sindacato in questa materia. “Facciamo parte dell’associazione, ma esamineremo come possiamo fare diversamente per evitare segnalazioni inutili”, ha detto Mats Johnson al quotidiano svedese.

READ  - Potrebbero esserci vittime - NRK Urix - Notizie e documentari stranieri

Andersson spiega che il comitato disciplinare dell’associazione ha ricevuto un gran numero di denunce di persone non autorizzate, come bambini, sui campi al coperto dell’Allsvenskan la scorsa stagione.

– È triste che ci sia una violazione dei regolamenti che i club hanno contribuito a progettare e che stia continuando. In generale, è noioso per noi emettere multe, indipendentemente dal problema. Quando si tratta di bambini nel parco giochi, afferma Anderson, è strettamente un problema di sicurezza e le normative non erano in discussione sul cambiamento per quest’anno.

pubblicato:

More articles

Latest article