venerdì, Giugno 21, 2024

Il sogno di un ragazzo diventa realtà

Must read

Bertina Buccio
Bertina Buccio
"Lettore. Appassionato di viaggi esasperatamente umile. Studioso di cibo estremo. Scrittore. Comunicatore. "

Leo Skiri Østigård ha esordito nel calcio italiano. Con un gol proprio a San Siro contro il Milan, giovedì sera il calo spaziale ha fatto impazzire il pubblico del calcio italiano.

Inserito: Inserito:

– Era il sogno di un bambino. Sono rimasto per ore all’Oran Stadium di Indalsnes e ho sognato di giocare in una delle major league. È facile dimenticare tutto questo, dice Ostegaard a VG il giorno dopo.

Dopo essere caduto in prestito allo Stoke nel torneo, era pronto per la Serie A Genova nel nuovo anno. La scorsa settimana ha esordito con la squadra di Andrei Shevchenko dopo solo due allenamenti e una preparazione minima.

Secondo Østigård e vari scambi di giocatori italiani, l’esordio è stato un bel po’. Quindi è stato bello fare una bella esperienza contro il Milan, dice il centrocampista.

Si tratta di guadagnare rispetto all’inizio della squadra. È importante iniziare bene e ora mostrami un po’ in cosa sono bravo.

Il gol: Giovedì sera Leo Skerry Ostegaard ha portato il Genoa in vantaggio contro il Milan nella Supercoppa Italiana. Il Milan ha vinto la partita 3-1.

La lingua è un handicap per la maggior parte delle persone che vengono dall’estero per il calcio italiano. Lo stesso Ostegaard dice di “non essere esattamente il dio della lingua”, ma è riuscito a spostare il compagno di squadra Manolo Portanova esattamente dove voleva la palla prima di tirare l’1-0.

– L’hai visto presto alla fine del suo post. Non è facile venire in un nuovo club e dirgli che avrò la palla, ma lo prendo con un buon tono, anche se non capisco molto di quello che dice. Quando il piede è così buono, il lavoro è facile per me. Sono contento di averla afferrata nell’angolo, dice Østigård, prima che si fermi un po’.

READ  Danske Bank ha rischiato requisiti più severi in Norvegia - E24

È stata una sensazione pazzesca vederla entrare. Segnare a San Siro. È importante pensare a queste cose, anche se ovviamente non sono contento che non siamo riusciti a stare lontani.

Leggi anche

La VG Serie A deve mostrare

Genova ha corso per poco più di un’ora nella capitale italiana della moda. Ostegaard è particolarmente turbato per il pareggio con Olivier Giroud.

– Sentivo di avere un buon controllo su di lui e sapevo cosa fare. Poi succede quando non sono con lui in campo. È fastidioso. Poi i maiali 2-1. Allo stesso tempo, devo capire che incontrare una squadra di questo calibro, su uno stadio del genere, è un’esperienza tremenda, dice Ostegaard, che afferma di non essersi lasciato influenzare dalla possibilità della partita.

Leggi anche

Ha dovuto lottare per un prestito dal club della Premier League: – C’è stata una piccola rissa

Ed è proprio questo che caratterizza al meglio il centrocampista. Non è mai stato oscurato dai grandi eventi e ha sempre fatto ciò che era meglio per la sua carriera. Come quando ha bussato alla porta di Ole Gunnar Solskjær all’Aker Stadium e ha chiesto di giocare con la squadra A quando aveva 17 anni.

O come ha rifiutato il desiderio del Brighton di un nuovo contratto a lungo termine nel 2020.

– Devi fare di meglio per te stesso. Il tempo di gioco è sempre stato una priorità e ho fatto delle scelte che hanno sempre giovato al mio sviluppo. Posso andare in club più grandi, ma la possibilità di giocare è minore. Andare in un nuovo club non è sempre conveniente e probabilmente sono molti quelli che si stanno allontanando. Sottolinea che questo è il momento in cui devi mostrare chi sei.

READ  Ufficio tecnico, Sortland | Peter lascia il volante a qualcun altro

– Busserò anche alla porta di Shevchenko, se necessario, proprio come ho fatto con Ole Gunnar. Ma devo ammettere che ho avuto grande rispetto per lui. Del resto ha vinto il Pallone d’Oro, dice Ostegaard a proposito del suo nuovo allenatore, che è stato un fattore importante nella scelta del Genoa.

Ma c’era anche qualcosa nell’intera cultura calcistica italiana che ha acceso Ostegaard prima della fine dell’anno. Avrebbe potuto essere in campionato, ma voleva provare qualcosa di nuovo dopo essere finito sull’orlo del baratro con il manager Michael O’Neill allo Stoke. È impossibile rispondere al motivo per cui è successo, dice Ostegaard.

– Mi piace la cultura italiana. È diverso da quello che è in Germania e in Inghilterra. Il mio più grande idolo è sempre stato Fabio Cannavaro. Ora ho grandi allenatori in Shevchenko e Mauro Tassotti (leggenda del Milan, riviste. Nota). L’autodifesa è importante in Italia.

L’impressione finora è che gli piacerebbe restare in Italia, anche dopo l’estate in cui scade il prestito. Il 22enne ha un contratto con il club della Premier League Brighton fino all’estate del 2023.

– Ho sempre sognato di giocare in Prima Divisione, quindi questo semestre riguarda la vendita di me stesso. Ora ho un nome in Inghilterra e Germania, e mi piacerebbe creare un nome anche qui. La gente dimentica che ottenere un prestito è più difficile di quanto pensi. È un nuovo campionato con una cultura diversa. Mi sono messo in una situazione difficile prestandomi molte volte, quindi ora voglio sistemarmi presto, dice Leo Skerry Ostegaard.

READ  Edilizia abitativa, costruzione di alloggi | Cessazione completa dei lavori: - Molto preoccupante

Nota: già lunedì puoi vedere di nuovo Østigård in azione. La partita di Serie A contro la Fiorentina sarà trasmessa in diretta su VG+Sport. Partenza ore 20.45.

Inserito:

More articles

Latest article