Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Il telescopio spaziale James Webb è pronto per il lancio

il nuovo Telescopio spaziale James Webb È il telescopio spaziale più grande, potente e avanzato mai costruito.

James Webb sarà in grado di rivoluzionare l’astronomia e la nostra conoscenza dell’universo, perché questo telescopio spaziale guarderà nello spazio più di qualsiasi altro telescopio prima, afferma Pål Brekke, capo della ricerca spaziale presso il Norwegian Space Center

Tra le altre cose, James Webb cercherà più di 13 miliardi di anni luce nello spazio, o più di 13 miliardi di anni in retrogrado, fino all’universo nascente così com’era appena 200 milioni di anni dopo il Big Bang. Tornando all’epoca in cui furono accese le prime stelle, 10 miliardi di anni fa.

Inoltre, i sistemi solari e i pianeti distanti qui, compresi i pianeti simili alla Terra che potrebbero portare segni di vita, sono alcune delle cose che James Webb indagherà. Se il nuovo telescopio spaziale trova tracce degli elementi costitutivi della vita, potrebbe significare che potremmo non essere completamente soli nell’universo.

Leggi di più su cosa sta cercando James Webb lei ha e lei ha.

Se James Webb fosse stato sulla Terra, il telescopio spaziale sarebbe stato abbastanza sensibile da vedere il calore di un salto sulla Luna.

Ora James Webb è finalmente pronto per il lancio. Si svolgerà entro e non oltre il 25 dicembre 2021 dalla base spaziale europea di Kourou nella Guyana francese in Sud America.

Puoi unirti e guardare il lancio sul sito della NASAE Youtube, Facebook e altri social media

Tecnologia norvegese sul veicolo di lancio

James Webb viene lanciato con un veicolo di lancio europeo Ariane 5. Diverse aziende norvegesi forniscono la tecnologia per Ariane 5, che consiste in un grande veicolo di lancio con due lanciatori attaccati su ciascun lato.

— Kongsberg Defense & Aerospace fornisce i bulloni che trasmettono la spinta e i montanti che tengono i lanciatori al grande veicolo di lancio, dice Brick.

Durante lo sparo si verificano violente vibrazioni e piegature, che questi supporti devono sopportare.

– Quando i lanciatori esauriscono il carburante durante il lancio, i meccanismi di attacco e disconnessione attivano questi lanciatori. Le piccole cariche esplosive nei bulloni di Kongsberg Defense & Aerospace rompono chirurgicamente i meccanismi di bloccaggio alla velocità della luce, afferma Brekke.

Attrezzatura di base che dovrebbe funzionare perfettamente

Nammo ha consegnato 20 motori a razzo ad Ariane 5. Sono motori di separazione che assicurano che i lanciarazzi siano diretti lontano dal veicolo di lancio dopo che i bulloni sono stati tagliati da Kongsberg. Nammo ha anche introdotto quattro acceleratori per il secondo stadio dell’Ariane 5.

Quando il motore principale esaurisce il carburante, i quattro motori a razzo norvegesi si accendono e danno allo stadio superiore Ariane l’accelerazione necessaria per fornire carburante in modo controllato, afferma Breck.

<؟ xml version ="1.0" ترميز ="UTF-8"؟ data-lazy-src=

Pål Brekke, ricercatore sull’energia solare e consulente senior per il coordinamento della ricerca spaziale presso il Centro spaziale norvegese. Foto: Centro spaziale norvegese

Inoltre, Kongsberg Space Electronics ha sviluppato e fornito elettronica per la misurazione continua del carburante nei serbatoi Ariane 5.

– È così che l’industria norvegese sta consegnando le apparecchiature critiche ad Ariane 5, che dovrebbero funzionare in modo ottimale durante il lancio, afferma Brik.

Carico utile molto sensibile e avanzato

Il nuovo telescopio spaziale non è solo grande e pesante, e quindi necessita di un lancio, ma è estremamente sensibile a ogni tipo di interferenza. Lo specchio placcato in oro, l’occhio del telescopio spaziale e la grande calotta solare si piegano in cinque strati estremamente sottili durante il lancio.

READ  L'elicottero Marte è pronto per il decollo storico

Dopo il lancio, lo specchio e la crema solare devono svolgersi in un processo complesso in cui nulla dovrebbe andare storto. (Leggi di più a riguardo lei ha.) Perché una volta che James Webb è entrato nella camera, non è possibile riparare direttamente il telescopio della camera.

<؟ xml version ="1.0" ترميز ="UTF-8"؟ data-lazy-src=

Ecco come appariranno nello spazio i cinque scudi solari e lo specchio placcato in oro del James Webb Space Telescope. Illustrazione: ESA

Pertanto, James Webb deve prestare molta attenzione durante i preparativi per il lancio, iniziato diversi mesi fa, afferma Jon Haar, direttore dello sviluppo del business e dell’infrastruttura spaziale nazionale presso il Norwegian Space Center.

È l’unico norvegese che sia stato Comandante di lancio presso la base spaziale europea di Kouroue ha guidato i lanci sia di Ariane 5 che di Vega.

Come leader di una grande band

– Prima del lancio, testare e impostare il telescopio spaziale alla base. Ciò include il rifornimento di carburante per i 12 motori a razzo James Webb, assicurando che il telescopio spaziale sia posizionato nell’orbita corretta in cui si troverà James Webb, a circa 1,5 milioni di chilometri dalla Terra, afferma Harr.

Poiché il carburante per razzi è altamente tossico, il processo di riempimento deve avvenire in condizioni completamente controllate, un processo che richiede circa 10 giorni. Il telescopio spaziale viene quindi inserito nella parte superiore del veicolo di lancio, che viene quindi spostato sulla piattaforma di lancio.

Quindi i team di lancio lavorano in parallelo con molte diverse attività di preparazione, documentando che tutto è stato eseguito correttamente in base al carico utile e che non ci sono errori lungo il percorso.

– Per il comandante del lancio, il conto alla rovescia stesso è probabilmente la parte più impegnativa del lancio, perché il leader del lancio è responsabile di molte operazioni che avvengono contemporaneamente. Se accade qualcosa di imprevisto, le decisioni devono essere prese rapidamente per correggere ciò che è andato storto, mentre gli altri processi continuano, afferma Harr.

L’obiettivo è quello di lanciare senza errori e in modo tempestivo, perché i lanci costano molto e ci sono sempre dei rischi legati all’avere un lanciatore per molto tempo sulla rampa di lancio. Harr presume che il livello di pressione sia alto su un lancio così impegnativo e costoso come James Webb.

La cosa migliore dell’essere un direttore d’orchestra, dice Harr, è la sensazione di lavorare con molte persone che hanno un obiettivo in comune, come il direttore di una grande orchestra che suona insieme.

Chiamata

Pål Brekke – Capo del Dipartimento di ricerca spaziale e spaziale – Centro spaziale norvegese – [email protected]

John Haar – Direttore del dipartimento – Sviluppo aziendale e infrastruttura spaziale nazionale – Centro spaziale norvegese – [email protected]