Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Il top management norvegese ha ricevuto un bonus finora sconosciuto a maggio – E24

La polemica su indennità di licenziamento, paracadute e bonus è scoppiata in norvegese dopo che il CEO Jacob Schramm è stato licenziato con breve preavviso. Ora si scopre che l’intero top management della compagnia aerea ha recentemente ricevuto un bonus di due milioni di cifre.

L’allora CEO Jacob Schramm (a sinistra) e l’allora chief financial officer Geir Carlsen hanno indicato alla fine di maggio che la società norvegese aveva ristrutturato con successo ed era uscito dalla protezione fallimentare. Ora Karlsen guida l’azienda.

Personale / Reuters

Inserito:

Il nuovo, ancora sconosciuto bonus è stato approvato quest’anno e pagato come parte della protezione fallimentare norvegese alla fine di maggio.

Quindi i dettagli della ricompensa sconosciuta non saranno pubblicati fino alla primavera del 2022, nel rapporto annuale di quest’anno.

Tuttavia, E24 può dire che sia Jacob Schramm che Geir Carlsen hanno ricevuto un importo a due cifre nel cosiddetto “bonus di ritenzione”.

Il piano di bonus è stato confermato da fonti con accesso al caso, incluso il presidente norvegese recentemente dimessosi Niels Smedegard.

Secondo Smedegard, anche “al resto del top management” è stato consentito di partecipare al pacchetto bonus, ma “su scala ridotta”.

– Posso confermare che Jacob (Schram, .anm. magazine) e Jer (Carlsen, .anm. magazine) hanno lo stesso “bonus di mantenimento” in termini di dimensioni, termini e condizioni, afferma Smedegard dello schema dei bonus.

Smedegaard è stato presidente del consiglio di amministrazione fino al 4 giugno di quest’anno. Dopo che i nuovi proprietari si sono uniti a Norwegian, tra cui John Frederiksen, Smedegard si è dimesso ed è stato sostituito da Sven Harald Oygaard all’assemblea generale.

Come direttore finanziario, e ora nuovo CEO, Carlsen ha cambiato il suo “bonus di mantenimento” lo scorso anno.

Jacob Schramm dice a E24 che “non può commentare questo tipo di obiettivo meridionale”. A parte Carlsen, non ha ancora risposto a una richiesta di E24.

Continua a leggere E24 +

Se Frederiksen ripeterà la storia, sarà interessante essere un contributore norvegese

Leggi anche

Schramm ha proposto un suo suggerimento: – Avrebbe potuto salvare l’azienda per l’intero TFR.

guadagna meno di shram

Mentre lo stipendio base di Schramm è di sette milioni, Carlsen riceve 4,5 milioni. In alto c’è il grafico dei bonus e delle opzioni, precedentemente annunciato dall’assemblea generale di giugno.

Nell’annuncio dello scambio in cui sono state annunciate le dimissioni di Schramm, il consiglio ha scritto di aver tentato di ridurre il pacchetto di terminazione Schramm “a un livello che riflette le sfide del settore, ma non è stato raggiunto alcun accordo su un accordo”.

Lunedì sera, l’attuale presidente del consiglio, Sven Harald Oegaard, ha dichiarato a Dagens Næringsliv che Schramm aveva proposto un pacchetto finale di 18 mesi senza azioni obbligatorie.

All’E24 quella stessa notte, Schramm si è detto disposto a negoziare, e che ha suggerito, tra l’altro, uno sconto nel pacchetto se avesse ottenuto un nuovo lavoro altrove (vedi riquadro).

Discussione bonus

Il livello di stipendio e bonus in norvegese è già stato discusso di recente.

Attraverso il rapporto annuale per il 2020, si sapeva cosa aveva realizzato l’amministrazione norvegese. Inoltre, è stata presentata all’assemblea una proposta per il nuovo sistema di remunerazione e le opzioni.

Come riportato da E24/Aftenposten, Folketrygdfondet, tra gli altri, ha reagito a questo come contributore. Tuttavia, il pacchetto è stato approvato durante l’assemblea generale di maggio.

Il pacchetto bonus poco conosciuto si aggiunge a questo e, come comprende E24, è stato dato per garantire che le persone chiave non lasciassero l’azienda, che è stata spedita grazie alla pandemia di coronavirus nella sua più grande crisi di sempre.

– Cosa dire a chi pensa che lo schema di stipendio e incentivi di Schramm e del management presentato all’assemblea generale sia alto?

Gli azionisti sono quelli che hanno votato attraverso di essa. Smedegard afferma che è importante che il management e gli azionisti siano il più coerenti possibile nei loro incentivi e continua:

In questo modo si garantisce che quando le cose vanno bene per gli azionisti e si crea valore in azienda, anche il management può essere ben ricompensato. Ecco com’è. Non ho altre opinioni e sta agli azionisti decidere.

Leggi anche

Il norvegese pianifica una potenziale cerimonia di premiazione per il management

Il nuovo CEO promette un nuovo percorso

Il nuovo presidente norvegese, Sven Harald Oegaard, non vuole commentare gli schemi adottati durante il mandato di Nils Smedegaard.

Quando è stato chiesto a Oygaard quale sarebbe stata la pratica in futuro, ha detto che “sotto il nuovo consiglio di amministrazione non sarebbe stato rilevante per gli schemi a questo particolare livello per l’ex CEO”, Jacob Schramm.

– L’ingente importo totale della retribuzione era anche parte del motivo per cui il nuovo consiglio era così ansioso di concordare un’altra soluzione, un’iniziativa che sfortunatamente non ha funzionato, afferma Oegaard, che sostiene anche i pagamenti a Geir Carlsen:

– Tuttavia, premiare il CFO per aver effettuato la ristrutturazione può essere giustificato, a mio avviso, visto l’enorme sforzo di lavoro fatto da tutti, che ha contribuito a rendere l’azienda ora nuovamente pronta a fornire diverse migliaia di voli e preservare l’azienda e molti posti di lavoro .

Øygard, Schram, Smedegaard, investitori e un certo numero di giocatori esterni hanno visto Karlsen come il salvatore finanziario della Norvegia”.

Il presidente Nils Smedegaard ha svolto un ruolo chiave nella lingua norvegese, sia durante le dimissioni di Björn Kjoss che durante la pandemia di Corona. Nella foto qui a novembre 2019, quando Jacob Schramm è stato annunciato come nuovo CEO.

Via Vidar

Fondamentale per il trattamento Schramm

Contemporaneamente alla polemica sul salario, Smedegard vuole prendere la rivista per bocca quando si tratta del modo in cui Schramm è stato licenziato.

Buona fortuna a Geir Carlsen, è molto abile, ma ciò che non è stato decente è stato il trattamento che ha ricevuto Jacob Schramm. Non era in alcun modo decente o “giusto”, dice Smedegard.

Nel suo periodo fino a giugno, dice, c’è stata “grande soddisfazione con Jacob Schramm in tutto il consiglio”.

In secondo luogo, Jacob Schramm, Geir Carlsen e il resto del management hanno guidato questa compagnia attraverso la peggiore crisi nella storia dell’aviazione moderna, con la Norwegian che era una compagnia altamente minacciata.

Sottolinea che non è stato un individuo che è riuscito a far navigare l’azienda attraverso la crisi di Corona, ma è stato uno sforzo di squadra in cui diverse persone avevano i loro ruoli e aree di interesse.

Durante questo periodo, Jacob Schramm è stato principalmente responsabile della formazione di un nuovo team di gestione e ha attratto molti manager competenti, sia all’interno che all’esterno del settore dell’aviazione, afferma Smedegard.

– Jacob Schramm ha certamente consegnato la merce, ma gran parte di essa è andata persa nella copertura dei giornali norvegesi, continua.

Da 10.000 a 2.000 dipendenti in pochi mesi

– Quindi è sbagliato dire che era assente durante la ristrutturazione?

– È chiaro che il CFO è più coinvolto nella ristrutturazione finanziaria rispetto al CEO, ma mentre questo processo era in corso, anche l’azienda è passata da 10.000 a 2.000 dipendenti. Così Jacob Schramm, le risorse umane e altri dipartimenti sono stati impegnati a tenere insieme l’organizzazione, allo stesso tempo hanno attraversato la crisi, afferma Smedegard.

“Per ora guardare qualsiasi leader tu voglia dopo questo va benissimo, ma poi devi avere un atteggiamento più raffinato”, continua.

Nell’annuncio della Borsa norvegese di lunedì, il consiglio di amministrazione non ha offerto alcuna giustificazione per il licenziamento di Schramm.

– Cosa ne pensi?

Non commenterò il processo tecnico che uno ha attraversato. È diritto e dovere del consiglio scegliere la persona che ritiene sia il leader giusto, ed è così che dovrebbe essere, afferma Smedegard, e continua:

– Ma non credo che questo serva all’ulteriore percorso del norvegese, quando devi sostenere il successo che hai ora e il lavoro extra che sta facendo Gere. È nell’interesse di tutti fare le cose per bene.

L’attuale presidente norvegese del consiglio di amministrazione ha il seguente commento sulla descrizione di Smedegaard del processo di separazione e oltre:

È responsabilità del consiglio di amministrazione garantire che l’azienda abbia il miglior leader possibile alla luce delle sfide dell’azienda. La decisione su un nuovo amministratore delegato è stata presa all’unanimità dal consiglio di amministrazione, poiché sei degli otto membri facevano parte anche del vecchio consiglio e hanno seguito da vicino il processo nell’ultimo anno, afferma Svein Harald Øygard.

Il consiglio era dell’opinione che fosse nell’interesse di tutti negoziare una remunerazione che riflettesse meglio la sfida del settore. E continua: Purtroppo non siamo riusciti a raggiungere un accordo su questo punto.

READ  Le squadre di calcio sono in forte aumento nel mercato azionario secondo i piani della Premier League - E24