Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Illustre ricercatore presso l’Università di San Paolo che svolge varie attività presso la Facoltà di Scienze di base dell’UCM

Illustre ricercatore presso l’Università di San Paolo che svolge varie attività presso la Facoltà di Scienze di base dell’UCM

La visita della Dott.ssa Maria Elena Infante fa parte del progetto ANID MEC.
Nei mesi di marzo e aprile di quest’anno, una ricercatrice presso la Facoltà di Lettere, Scienze e Lettere dell’Università di San Paolo, la dott.ssa Maria Elena Infante Malachias, specializzata in educazione scientifica, visiterà la Facoltà di Scienze di base dell’Università Cattolica di Maule (UCM), nell’ambito di un progetto per attrarre capitali The External Advanced Human Short Stays Mode (MEC), diretto dall’accademica del suddetto college, Sandra Araya Crisóstomo e chiamato «Rafforzare la ricerca e l’insegnamento a livello universitario e post-laurea in Scienze della formazione: prospettive interdisciplinari e interdisciplinari».
Il project manager ha osservato: “L’obiettivo della visita del Dr. Infante è quello di poter promuovere una visione interdisciplinare sia negli studi universitari che nei laureati, in particolare nei nostri studenti di Pedagogia nelle carriere scientifiche con tutor e professori del Master of Teaching in Experimental Scienze.D’altra parte, attraverso questa iniziativa, cerchiamo di portare questa prospettiva interdisciplinare ai vari attori del sistema educativo, attraverso formazione, workshop e seminari di divulgazione per gli insegnanti e l’ambiente scolastico e universitario.Infine, insieme al Dr. Infante, speriamo di mantenere il rapporto di collaborazione e di arricchirlo tra la Facoltà di Lettere, Scienze e Lettere dell’Università di San Paolo e la Facoltà di Scienze di base, con l’obiettivo di sviluppare ricerche e progetti comuni, poiché siamo convinti che l’interdisciplinare e la prospettiva interdisciplinare è un modo per i nostri studenti di interessarsi alla scienza, porre domande e comprendere i fenomeni complessi che sperimentiamo nei nostri ambienti.
Nel frattempo, la dott.ssa Maria Elena Infante, che ha una vasta agenda con la School of Basic Sciences, ha commentato come è arrivata all’Università della Carolina del Nord.
“Ho incontrato la Prof.ssa Sandra Araya nel 2012 quando sono stato invitato dal Prof. Dr. Victor Hugo Monzon a co-supervisore della tesi di laurea di Ella. Sin dal primo lavoro, abbiamo instaurato una collaborazione che continua ancora oggi. Soprattutto nel 2019, la Prof.ssa Araya ha preparato una proposta per il programma ANID Capital Attraction L’uomo avanzato dall’estero, il metodo Short Stay (MEC), che è stato concesso nello stesso anno, e il prodotto epidemico da estendere. Per due anni il progetto non sarà completato fino a marzo 2022.
conoscenza assorbente
L’immensa esperienza della dott.ssa Maria Elena Infante è stata valorizzata al massimo, sia dagli studenti che dagli accademici stessi, che hanno potuto assorbire le conoscenze da lei presentate in ogni lezione tenuta in questo periodo. .
A questo proposito, la dott.ssa Maria Elena Infante ha affermato che “il progetto ha programmato attività con vari attori del sistema educativo qui a Talca e Concepción, in particolare presso l’Università di Concepción, che era la nostra istituzione affiliata. Sono molto soddisfatta di poter contribuire e creare esempi di dialogo nelle varie attività, sottolineando che la nostra chiamata, come accademici ed educatori, è di intervenire direttamente nella società per provocare il pensiero e il cambiamento.
La professoressa dell’Università di San Paolo ha aggiunto che dai suoi contributi alle attività della Facoltà di Scienze di base, “sottolineo principalmente l’accoglienza di colleghi, funzionari e studenti che hanno partecipato con interesse e curiosità agli incontri tenuti nell’ambito del progetto. . Penso che la cosa principale sia seminare preoccupazioni, nuove domande e opportunità per apportare cambiamenti personali, professionali e sociali”, ha sottolineato.
Per il Preside della Facoltà di Scienze di Base, Dott. Victor Hugo Monzon, “la visita del Dott. Infante è stata inquadrata come un progetto a breve termine dall’ANID, conferito da un accademico della nostra Facoltà, un eccellente esempio di cooperazione internazionale, così essenziale oggi in merito alla necessità di internazionalizzazione degli Istituti di istruzione superiore. Allo stesso modo, la sua visita si inserisce nella Strategia per la Promozione dell’Educazione Scientifica Sperimentale, che è stata recentemente istituita come componente unica del Dottorato di Ricerca in Scienze dell’Educazione in Scienze Sperimentali”.
Tra le attività che la Dott.ssa Maria Elena Infante ha dimostrato nella sua carriera, si possono citare, tra le altre, l’apertura dell’anno accademico per la laurea magistrale in Scienze dell’Educazione Sperimentale, l’apertura dell’anno accademico della Scuola di Scienze Pedagogiche con un menzione e un corso – Orient College Project Workshop medio.

READ  Piani ampi per il nuovo parco Scandic Holmenkollen