Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Incoraggia le persone a prendersi cura della salute del cervello

Il rapporto si basa su 27.500 risposte dell’International Brain Health Survey. Fornisce informazioni sui fattori che motivano le persone a prendersi cura del proprio cervello.

7 persone su 10 affermano che se rilevano problemi con la salute del cervello, ad esempio la loro memoria si deteriora, saranno motivati ​​a cambiare stile di vita.

– La sfida qui è che potrebbe essere un po’ troppo tardi per cambiare il tuo stile di vita quando i sintomi si sono già manifestati. Prendersi cura del cervello richiede uno sforzo per tutta la vita e prima lo si fa per la salute del cervello, meglio è. Questo è secondo la dott.ssa Isabel Putin-Lijosney del National Institutes of Public Health, che è l’autrice principale del Global Brain Health Study e autrice del rapporto.

Se viene diagnosticata una malattia cerebrale, solo uno su tre sarebbe motivato a cambiare il proprio stile di vita.

– Putin-Lijosney afferma che questo indica che le persone sentono che i fattori dello stile di vita sono irrilevanti dopo la diagnosi e che molti dei sintomi della malattia sono evidenti.

Le persone vogliono sapere se i cambiamenti nello stile di vita funzionano

La metà degli intervistati risponde che se sa che i cambiamenti nello stile di vita stanno effettivamente migliorando la salute del loro cervello, sarà motivata a fare qualcosa. Inoltre, alla metà degli intervistati verrebbe impedito di apportare la modifica se non ci fossero informazioni sul fatto che la modifica avrebbe un effetto benefico o cosa fare.

– Le persone devono sapere che i cambiamenti nello stile di vita valgono lo sforzo, afferma Putin-Lijosney.

READ  Il Bayern Monaco non è certo tornato a mani vuote dopo una caccia al talento alla Juventus

Un intervistato nel Regno Unito ha dichiarato: “Se ci sono buone informazioni sull’impatto del cambiamento. Tutti sanno che uno stile di vita sano può migliorare la salute, ma cosa ci impedisce di fare troppo, non sappiamo quanto sia efficace. Per un piccolo guadagno possono essere necessari molti anni di allenamento extra.

Cosa fa bene alla salute del cervello? La salute del cervello è un concetto relativamente nuovo che include la salute mentale e cognitiva. Una buona salute del cervello include sia la salute mentale che la normale funzione cerebrale in assenza di malattie cerebrali. Precedenti studi hanno suggerito che alcuni stili di vita, come essere fisicamente attivi, seguire una dieta sana, dormire a sufficienza, ridurre e/o controllare lo stress negativo ed evitare l’uso di droghe come alcol, fumo o droghe illegali, sono associati a un aumento del rischio. Malattia del cervello..

È difficile convincere gli anziani a cambiare stile di vita

Le motivazioni per apportare modifiche allo stile di vita variano in base alle caratteristiche sociologiche e personali. Gli intervistati più giovani (sotto i 40 anni) avevano maggiori probabilità rispetto ai rispondenti più anziani (oltre i 60 anni) di cambiare il proprio stile di vita, ma avevano meno probabilità di essere scoraggiati a causa della mancanza di tempo e motivazione o cambiamenti erano costosi.

Il rapporto ha anche rilevato che la cura della salute del cervello e l’importanza delle informazioni dipendono dal benessere cognitivo e mentale di una persona. Coloro che hanno valutato la loro salute mentale o cognitiva come scarsa, hanno fatto meno per la salute del cervello.

– Forse queste persone hanno bisogno di più sostegno e incoraggiamento per apportare cambiamenti allo stile di vita rispetto alle persone che considerano buona la loro salute mentale o intellettuale, chiede Budin-Ljøsne.

READ  Ricetta: Negroni Fragola | ABC News

Le persone sono disposte a fare di più per la salute del loro cervello

La metà degli intervistati sta già facendo bene per la salute del cervello, ovvero dormire a sufficienza, mangiare sano ed esercizio fisico.

Più di tre quarti erano disposti a fare più esercizio, riposarsi di più, mangiare in modo più sano e partecipare ad attività stimolanti il ​​cervello. Gli intervistati erano meno disposti a evitare l’alcol.

– Nel complesso, questi risultati sono positivi perché le persone sono molto interessate a migliorare la salute del proprio cervello. Gli intervistati erano aperti all’idea che fosse possibile cambiare la salute del loro cervello e che fossero interessati a fare qualcosa, il che era un primo passo importante. Allo stesso tempo, non dobbiamo dimenticare che le intervistate a questo sondaggio erano principalmente donne altamente istruite. Potrebbero essere più interessati alla salute del cervello rispetto alla persona media. Putin-Lijosney afferma che sarebbe stato interessante esplorare come gli altri gruppi pensano alla salute del cervello.

A proposito di test di salute del cervello

Il rapporto si basa sulle risposte di 27.590 persone provenienti da 81 paesi (principalmente Europa). Sondaggio on-line:

  • Agli intervistati è stato chiesto con quale frequenza svolgessero attività diverse in relazione alla salute del loro cervello.
  • È stato dato loro un video del loro medico che diceva loro che avrebbero potuto ridurre il rischio di sviluppare malattie cerebrali cambiando il loro stile di vita. Gli intervistati dovrebbero menzionare quanta varietà di attività sono possibili, come esercitare di più e mangiare in modo più sano.
  • Agli intervistati è stato chiesto di selezionare tre fattori chiave che avrebbero incoraggiato o impedito loro di cambiare il loro stile di vita per migliorare la salute del cervello.
READ  Ralph Ranknick, che è di nuovo chiaro nel caldo, annuncia i cambiamenti più grandi

Tra giugno 2019 e agosto 2020, i sondaggi online erano disponibili in 14 lingue, tra cui francese, spagnolo, olandese, ungherese, tedesco, italiano e scandinavo.

Fa parte del sondaggio Progetto Lifeline Dirige l’Università di Oslo in collaborazione con i National Institutes of Public Health. Il rapporto è stato scritto dai membri di Lifeline presso il National Institutes of Public Health e l’Università di Oslo.

Lifebrain ha precedentemente pubblicato un rapporto su ciò che il governo può fare per migliorare la salute cerebrale della popolazione (primo rapporto Lifebrain: “Come migliorare la salute cerebrale dei cittadini?”).