Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Istituire l’Australia in un insabbiamento delle posizioni ministeriali segrete dell’ex primo ministro

Nei giorni successivi alle rivelazioni secondo cui l’ex primo ministro Scott Morrison era stato segretamente nominato in cinque portafogli chiave del gabinetto nel 2020 e nel 2021, l’establishment politico e mediatico australiano si è sforzato di nascondere il significato politico di queste mosse, che non era da meno. Preparativi per una dittatura basata sulla premiership.

Governatore generale [Governor-General] Hurley con l’allora Primo Ministro Scott Morrison, 10 aprile 2021 [Kilde: Facebook / Australias generalguvernør (Governor-General of Australia)]

La stampa ufficiale del paese presenta quasi universalmente lo scandalo ministeriale come un’espressione delle tendenze personali e della psicologia individuale di Morrison. Le auto nomine a incarichi ministeriali sono descritte come inclinazioni personali eccessive e non necessarie.

Lo stesso Morrison ha pubblicato meme provocatori su Facebook alla fine della scorsa settimana, mentre cercava di scherzare sul problema. Politici laburisti di alto rango hanno presentato riassunti indifferenti secondo cui Morrison e il suo governo erano “incompetenti” e “incapaci di fare il loro lavoro”.

L’obiettivo è seppellire qualsiasi discussione sulla relazione tra le nomine di gabinetto e il più ampio spostamento dell’intero establishment politico verso misure autoritarie durante la pandemia. Ciò includeva un accordo bipartisan per dichiarare incostituzionale un “governo nazionale” nel marzo 2020, per affrontare la pandemia in segreto e per decreto.

La relazione tra questo spostamento dittatoriale e le politiche perseguite da tutti i governi statali del paese, sia sotto la Coalizione Nazionale Liberale che sotto il Partito Laburista, tutti facenti parte del Gabinetto, è ugualmente oscurata.

Forme di governo antidemocratiche sono andate di pari passo con la risposta alla pandemia, basata sulla protezione delle banche e delle grandi imprese, portando ad attacchi di vasta portata ai luoghi di lavoro della classe operaia, nonché alle condizioni di lavoro e ai diritti sociali dei lavoratori e minando salute pubblica in ogni contesto, per garantire la piena generazione di profitti.

Le posizioni che Morrison si autoproclamava erano le più importanti leve del potere nel Paese. Nel marzo 2020, Morrison è stato nominato ministro federale associato per i dipartimenti della salute e delle finanze del paese. Questo accadeva in un momento in cui il governo federale e i dipartimenti statali erano preoccupati di prevenire misure di salute pubblica che avrebbero avuto conseguenze sui profitti e di garantire le fortune delle società e dei ricchi, nel mezzo di una grave crisi finanziaria.

Morrison ha assunto poteri di vasta portata tra le profonde paure tra l’élite al potere di un’esplosione sociale, innescata da enormi code agli uffici di disoccupazione e dalla rabbia per una politica ufficiale che consente al virus di diffondersi. Come ha detto Morrison la scorsa settimana: “Il potenziale di disordini civili, un numero crescente di vittime e un vero tracollo economico”.

READ  Chrysalis, una luna di Saturno precedentemente sconosciuta, potrebbe spiegare l'origine dei misteriosi anelli del pianeta

Il WSWS ha avvertito all’epoca che le misure antidemocratiche adottate all’inizio della pandemia hanno costituito il precedente per ulteriori attacchi alle libertà civili. Morrison si è nominato nell’aprile 2021 Ministro del Super Portfolio, che comprendeva i Ministeri dell’Industria, della Scienza, dell’Energia e delle Risorse. Nel maggio dello stesso anno divenne anche capo segreto del Ministero dell’Interno. Simile al Dipartimento per la sicurezza interna (DHS) degli Stati Uniti, il dipartimento controlla tutti i servizi segreti federali e le forze dell’ordine del paese. Nello stesso mese, Morrison divenne segretamente Segretario al Tesoro, contribuendo al controllo di tutta la spesa pubblica.