Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Joe Biden guida Donald Trump – Dagsavisen

Joe Biden guida Donald Trump – Dagsavisen

Chi sarà il prossimo presidente degli Stati Uniti? Per molto tempo, la maggior parte dei sondaggi nazionali hanno mostrato Donald Trump in testa o almeno a pari merito con il presidente Biden.

Ma non è più così.

E ne appare uno Nuova misurazione della Quinnipiac University nel Connecticut.

Se le elezioni si tenessero oggi, il sondaggio darebbe Biden al 50% contro Trump al 44%. In una misurazione simile effettuata poco prima del nuovo anno, il margine tra loro era troppo piccolo per dire qualcosa sul risultato, Scrive Politico. La questione è discussa, tra gli altri, anche da Fox News E La collina.

Il sondaggio ha anche mostrato che Biden ha un maggiore sostegno tra gli elettori indipendenti, dal 52 al 40%.

Inoltre, mostra che Biden nel complesso ha più sostegno all’interno del Partito Democratico rispetto a Trump nel Partito Repubblicano.

Haley entra in coda

D’altra parte, se le elezioni si tenessero tra Biden e la candidata repubblicana Nikki Haley, il sondaggio mostra che Haley vincerebbe con il 47%, rispetto al 42% di Biden.

Nello scenario uno contro uno contro Biden, Haley ha ottenuto risultati migliori di Trump grazie agli elettori indipendenti. Se aggiungi candidati di terze parti diverse, le cose peggiorano per lei. Ciò la rende complessivamente più debole tra i repubblicani, ha affermato in un comunicato stampa Tim Malloy, analista della Quinnipiac University. La collina.

Nikki Haley è l'ex governatore della Carolina del Sud ed è stato il rappresentante degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite durante l'amministrazione Trump.

Alle primarie del New Hampshire, molti si aspettavano che andasse bene. Ha perso il 43% rispetto al 55% di Trump. Non sembra ancora che si arrenderà presto, secondo NTB.

READ  Segnalazioni di un nuovo attacco di droni in Russia

Raccolti 19 milioni

C’è almeno una persona che non si arrende: Donald Trump.

Trump ha ricevuto 19 milioni di dollari in contributi elettorali nel quarto trimestre dello scorso anno, secondo i dati depositati presso la Commissione elettorale federale, ha scritto NTB.

Questa cifra, che al cambio attuale corrisponde a poco meno di 200 milioni di corone norvegesi, è stata comunicata dai collaboratori della campagna elettorale dell'ex presidente.

Nikki Haley aveva dichiarato all'inizio di gennaio di aver ricevuto 24 milioni di dollari in contributi elettorali. Finora, tutto fa pensare che Trump si scontrasse con Joe Biden a novembre, come quattro anni fa.

La squadra dell'attuale presidente ha annunciato a gennaio di aver raccolto 97 milioni di dollari per la sua rielezione. Ciò include il denaro raccolto dal partito, nonché la macchina elettorale di Joe Biden.

Sono stati spesi 1,7 miliardi di NOK

Una persona che ha rinunciato alla corsa è il governatore della Florida Ron DeSantis, che ha speso quasi 1,7 miliardi di corone norvegesi nel tentativo di diventare il candidato presidenziale repubblicano.

Il 21 gennaio, DeSantis ha abbandonato la sua candidatura per diventare il candidato del partito e ora sta sostenendo Donald Trump, ma i sette mesi di campagna sono costati cari a lui e ai suoi sostenitori finanziari, mostrano i documenti, riferisce NTB.

Secondo i documenti, per la campagna elettorale sono stati spesi circa 1,7 miliardi di corone norvegesi, ma questo non include ciò che è stato speso nelle due settimane precedenti le elezioni per le nomine in Iowa.

Trump ha vinto l’Iowa con un netto margine, e sia DeSantis che i suoi donatori si sono resi conto in seguito di quanto alto sarebbe stato il prezzo da pagare se avesse continuato a combattere Trump in uno stato dopo l’altro.

READ  Il re Federico e la regina Mary andarono in vacanza di Pasqua dopo le critiche

Rimani aggiornato. Ricevi la newsletter quotidiana da Dagsavisen