martedì, Luglio 16, 2024

Justin Pedersen è arrabbiato contro l’EBU e l’Eurovision

Must read

Jolanda Alfonsi
Jolanda Alfonsi
"Specialista del web. Avvocato freelance del caffè. Lettore. Esperto di cultura pop sottilmente affascinante."

– Un tentativo di propaganda



– Hanno la malattia del regista. “Finché assumeremo abbastanza persone in posizioni dirigenziali, probabilmente andrà bene”. NO.

Questo è ciò che Justin Pedersen dice al Dagbladet.

Ultimo posto: La Norvegia lo ha fatto ancora: ultimo posto nella finale dell’Eurovision per la 12esima volta. Video: Orjan Ryland / Dagbladet
Mostra di più

Lo sfondo è l’indagine indipendente condotta dall’Eurovision Song Contest e dall’Unione Europea di Radiodiffusione dopo la stagione di scandali di quest’anno. La conclusione è che l’EBU deve lavorare per migliorare le regole e gli standard di partecipazione, sicurezza e gestione del rischio e contribuire a creare un clima più sano per la discussione negli ambienti dei tifosi.

In altre parole, Pedersen non è un tifoso.

Partecipa la Norvegia

Partecipa la Norvegia



– Penso che manchino misure concrete. Sono orgogliosi di essere un forum guidato da editori, come NRK, ma se sei un editore, devi effettivamente sederti al tavolo e dire “ora lo facciamo in questo modo, e poi sarà così”.

– Quello che dovrebbero fare è dire: “Se hai intenzione di fare politica, questo non è il forum adatto. Allora dovresti farlo da qualche altra parte. Si tratta di musica. Se non ti senti a tuo agio in questo, beh” , dovresti trovare un altro festival.” È così semplice e allo stesso tempo difficile, dice l’ex commentatore dell’Eurovision.

La maggior parte delle critiche quest’anno hanno riguardato Israele e il suo coinvolgimento. Si dice che diversi paesi abbiano minacciato di ritirarsi, e durante l’esibizione di Eden Golan (20), i produttori televisivi sono stati costretti a ricorrere all'”imbroglio” per creare finti applausi per soffocare il pipe party e i fischi nella sala.

BUET OF THE HALL: C'è stata una tempesta sul contributo di Israele prima, durante e dopo l'Eurovision Song Contest di quest'anno.  Foto: AP Photo/Martin Meissner/NTB

BUET OF THE HALL: C’è stata una tempesta sul contributo di Israele prima, durante e dopo l’Eurovision Song Contest di quest’anno. Foto: AP Photo/Martin Messner/NTB
Mostra di più

Molti volevano impedire a Israele di competere a causa del conflitto in Palestina, soprattutto perché alla Russia è stata negata la partecipazione dopo l’invasione dell’Ucraina.

– Deve andare

Una cosa molto concreta che Pedersen chiede è che l’EBU sia trasparente riguardo alle decisioni da prendere. Prima della finale di quest’anno, ad esempio, l’olandese Joost Klein (26) è stato espulso dalla competizione.

Riflesso di shock: tornerà

Riflesso di shock: tornerà



– Ciò a cui vogliamo una risposta è il motivo dell’esclusione dei Paesi Bassi. Non abbiamo ricevuto risposta. Aggiunge che le cose dovrebbero essere più trasparenti, perché questa è una questione del nostro tempo.

L’esperto di Eurovisione è chiaro nel suo discorso: qualcuno deve andare.

Nascondersi: Klein ha nascosto il suo volto dietro la bandiera olandese durante la conferenza stampa per le iscrizioni qualificate per la finale.  Foto: Jessica Gao/TT/TT News Agency/AFP/Svezia OT/NTB

Nascondersi: Klein ha nascosto il suo volto dietro la bandiera olandese durante la conferenza stampa per le iscrizioni qualificate per la finale. Foto: Jessica Gao/TT/TT News Agency/AFP/Svezia OT/NTB
Mostra di più

– L’UER è una comunità europea, quindi è del tutto appropriato che Martin Østerdahl prenda il cappello e lasci il paese. Lui e l’Unione europea di radiodiffusione non sono stati in grado di risolvere questi problemi come avrebbero dovuto essere risolti. Sono troppo ingenui per pensare che ciò passerà inosservato. NO! Significa molto nella vita quotidiana delle persone. Quindi una nuova gestione è l’unica cosa giusta.

– Ci si può aspettare che anche NRK sia più aperta?

La finale dell’Eurovision Song Contest di quest’anno è nel pieno del suo svolgimento. I numeri cinque sul palco sono Israel e Eden Golan. Già dal primo secondo è stata fischiata dalla sala. Video: NRK.
Mostra di più

– Sì, penso che anche NRK dovrebbe essere più trasparente. Perché non lo erano. Erano sempre rappresentanti dell’EBU e facevano affidamento sull’EBU qualunque cosa facessero. Quando l’EBU commette errori, si lecca le ferite.

– Devono essere liberati e dire: “No, non lo vogliamo. Avremo una concorrenza adeguata”.

Vittoria: la Svizzera e l'artista Nemo se la sono cavata vincendo con la canzone

Vittoria: la Svizzera e l’artista Nemo si sono salvati con la vittoria con la canzone norvegese “The Code”, ma la situazione dietro le quinte ha offuscato la vittoria. Foto: Martin Messner/AP Photo/NTB
Mostra di più

Paura del futuro

All’inizio di questa settimana era diventato chiaro che non ci sarebbe stato alcun boicottaggio norvegese e che anche la Norvegia avrebbe partecipato all’Eurovision del prossimo anno. Pedersen non crede ancora che il processo si svolgerà senza problemi ed è semplicemente preoccupato per il futuro del concorso musicale.

-In realtà ho paura che venga distrutta l’unicità del concorso. Dopotutto, esiste quasi intatto da più di 60 anni.

Piegato sul palco

Piegato sul palco



– Capisco la frustrazione dei fan e questo è incredibilmente devastante. Lo puoi vedere dal numero di spettatori in Norvegia, che era molto basso, e quando parli con la gente. Ora siamo arrivati ​​al punto in cui le persone credono di non potersi fidare di NRK e di non potersi fidare della concorrenza. Cosa succede dopo? Sì, allora non guardare.

Infine: la Norvegia ha chiuso l'anno con un deludente vantaggio di 16 punti.  All'estremità opposta della classifica si trova la Svizzera, che ha chiuso con 591 punti.  Foto: Terry Bendixby/NTB

Infine: la Norvegia ha chiuso l’anno con un deludente vantaggio di 16 punti. All’estremità opposta della classifica si trova la Svizzera, che ha chiuso con 591 punti. Foto: Terry Bendixby/NTB
Mostra di più

Chi rappresenterà la Norvegia non sarà deciso finché non saranno pronti i risultati del Gran Premio di Norvegia Melody. Se il vincitore vuole essere associato all’Eurovision, ovviamente.

Quest’anno ricorrono i 50 anni da quando gli ABBA vinsero l’Eurovision Song Contest. La Svezia è stata una sorpresa per il pubblico durante la finale di quest’anno.
Mostra di più

La vera crisi ora è che ogni paese dovrà affrontare grossi problemi nel convincere gli artisti riconosciuti a partecipare al concorso del prossimo anno. Penso che sia un lavoro molto difficile, e mi dispiace davvero per Stig Carlsen (capo della delegazione norvegese e caporedattore di MGP) di NRK che deve assumersi questo lavoro.

– Ci sono molti che non saranno più associati alla competizione dopo questo.

Le possibilità della Svezia stanno diminuendo

Le possibilità della Svezia stanno diminuendo



Leggi la risposta di Carlsen in questo caso.

– Non l’ho seguito

Dagbladet ha portato le critiche di Pedersen al capo dell’MGP di NRK Stig Karlsen, che lo ringrazia per il suo coinvolgimento, ma confuta le affermazioni secondo cui NRK ha seguito l’EBU come un cane al guinzaglio.

“Apprezziamo Justin Pedersen e il suo impegno, ma qui non segue la lezione”, inizia Carlsen in un SMS.

Squalificato: Jost Klein è stato squalificato dall'esibizione durante la finale di quest'anno a causa di accuse di violenza.  Fotografia: Reuters/Leonard Voyager/NTP

Squalificato: Jost Klein è stato squalificato dall’esibizione durante la finale di quest’anno a causa di accuse di violenza. Fotografia: Reuters/Leonard Voyager/NTB
Mostra di più

“NRK è stata l’emittente in Europa che ha espresso le sue reazioni più esplicite all’EBU, così come pubblicamente. Siamo estremamente delusi dal fatto che l’EBU non abbia fatto abbastanza per impedire che l’Eurovisione fosse utilizzata come strumento di propaganda politica. Abbiamo anche criticato la mancanza di comunicazione e di gestione delle crisi. Abbiamo anche chiesto condizioni più organizzate in termini di sicurezza e ambiente di lavoro”.

Eurovisione: La Svizzera è riuscita a vincere la finale dell’Eurovision di quest’anno. E qui Nemo schiaccia il trofeo dell’Eurovision. Video: NRK.
Mostra di più

Come riportato in precedenza, l’indagine indipendente della European Broadcasting Union (EBU) è stata completata e il presidente dell’MGP afferma che NRK monitorerà da vicino la via da seguire.

“Ora che l’EBU ha riconosciuto i problemi e ha iniziato a lavorare sulle misure, dobbiamo dare loro una pausa. Abbiamo un dialogo stretto con l’EBU e seguiremo lungo il percorso”.

Shock di OnlyFans: - Non avevo soldi

Shock di OnlyFans: – Non avevo soldi



Per quanto riguarda il festival musicale del prossimo anno, la delegazione norvegese è già presente e ha grande fiducia nell’Eurovision 2025.

“Siamo ormai a buon punto con i preparativi per l’MGP 2025 e la partecipazione della Norvegia all’Eurovision in Svizzera. Crediamo in un forte ritorno del più grande spettacolo musicale del mondo”, sottolinea Carlsen.

Leggi anche: Si apre sulla diagnosi

More articles

Latest article