Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

La fede può integrare la scienza

La fede può integrare la scienza

Non troppo stupido per crederci.

  • Steinar Opheim

    Leader quotidiano nella tenda

Pubblicato: Pubblicato:

iconaQuesto articolo ha più di quattro anni
iconadiscussione

Questo è un post di discussione. La voce è stata scritta da un collaboratore esterno e la qualità è stata garantita dal reparto discussioni di BT. Opinioni e analisi appartengono all'autore.

In una posizione di leadership riguarda Immaginate cosa accadrebbe se alcuni alunni della scuola norvegese ricevessero un’istruzione che potesse integrare la teoria darwiniana dell’evoluzione. Sotto il titolo “Anche i capitani delle navi sono imparentati con le scimmie” (BT 25 ottobre), l'articolo descrive quanto le cose potrebbero peggiorare se agli studenti venisse detto che “il mondo è generalmente troppo avanzato per esistere da solo”.

“Quando la visione della vita delle persone impone di sostituire la scienza, le cose possono mettersi molto male”, conclude il leader di BT. Il background del leader è che l'armatore Einar Rasmussen spenderà 15 milioni di corone norvegesi per la Fondazione BioCosmos, tra le altre cose, “per dare ai giovani delle scuole un'alternativa alla teoria dell'evoluzione”. Secondo BT ciò equivarrebbe a “sostituire la conoscenza con affermazioni infondate”.

Leggi anche

BT ha torto su Biocosmos

Semplicemente Forse non la realtà. In primo luogo, la scienza non è infallibile, anzi quasi divina, come la descrive il direttore di BT. In secondo luogo, forse non è così antiscientifico credere in un Creatore e in Dio come dice BT.

READ  Pertanto, non conduco più la peer review per le riviste proprietarie

Tra i credenti nel mondo ci sono molti scienziati, compresi i rappresentanti delle scienze naturali. Dalla storia possiamo citare nomi famosi come Newton, Kelvin e Pasteur.

Anche questa primavera Al giorno d'oggi ce ne sono molti. Uno di questi è Francesco S. Collins, ex capo del Progetto Genoma Umano, un progetto che mira a mappare l’intero DNA umano. Tra l'altro, attraverso i progetti di ricerca a cui partecipa, si è convinto che dietro tutto ciò che viene creato ci deve essere un designer.

Il direttore di BT arriva al punto di suggerire che lui e altri che la pensano in modo simile dovrebbero essere collocati nella stessa categoria degli sciamani dorici. Un simile paragone, con tutto il rispetto, non sembra molto intelligente.

Collins iniziò il suo lavoro Carriera scientifica da ateo. Ma un giorno si rese conto di aver infranto uno dei principi più importanti della scienza riguardo alla questione se Dio esista o meno. Ha concluso questo senza esaminare le prove. Da quel momento in poi iniziò il minuzioso lavoro di esame.

Credeva che il viaggio avrebbe rafforzato il suo ateismo. Invece, finirono per credere fortemente nella necessità di un Creatore. Molte delle sue scoperte sono state raccolte nel libro Il linguaggio di Dio: un mondo che offre prove di fede, che gli editorialisti e altri dovrebbero leggere.

Siamo d'accordo Con la BT gli alunni devono essere formati a criticare la fonte e a pensare in modo critico. Inoltre, agli scolari e ad altre persone deve essere consentito di mettere in discussione la vita e la complessità del mondo di cui facciamo parte.

READ  UiT sarà buono come Harvard

C'è molto nella vita che non possiamo misurare con i metodi scientifici che conosciamo oggi. Anche l’origine della vita è un mistero. In questo caso, la fede in Dio può integrare la scienza, ma non necessariamente contraddirla. Forse dovremmo tutti, come Collins, esaminare le prove più da vicino prima di giungere a una conclusione troppo decisiva.

Pubblicato: