Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

La guerra in Ucraina: – Sarà decisiva

La guerra in Ucraina: – Sarà decisiva

Una settimana fa sono arrivate nuove stime dal governo britannico sulle pesanti perdite subite dalle forze militari russe in Ucraina dal febbraio 2022.

La Russia ha perso fino a 180.000 soldati uccisi nella guerra contro l’Ucraina. Inoltre, secondo i nuovi dati britannici, decine di migliaia di soldati sono fuggiti.

Cattura: questi soldati russi sono stati catturati in Ucraina. Alcuni di loro saranno processati per crimini di guerra, mentre altri potrebbero essere rilasciati e restituiti alla società russa. Foto: Mykhailo Palinchak/SOPA Images/Sipa USA/NTB.
Mostra di più

E i numeri continuano a salire. L’intelligence britannica ha riferito questa settimana che finora nel mese di novembre la Russia ha perso una media di 931 soldati al giorno, il numero più alto di vittime dall’inizio della guerra nel 2022.

Ciò è coerente con i numeri con cui l’intelligence statunitense ha lavorato in passato. Inoltre ci sono 120.000 soldati feriti nella guerra.

– Omicidio, stupro e crimini gravi

I crimini commessi dai soldati russi di ritorno dall’Ucraina stanno diventando sempre più comuni in Russia. Le storie di soldati traumatizzati che hanno ucciso le loro mogli o di vittime casuali sono molte, e spesso molto sanguinose.

– Sarà un periodo critico, e abbiamo visto numerosi casi di detenuti che combattono per il Gruppo Wagner che sono tornati nella società e che subito dopo il loro rilascio sono stati coinvolti in omicidio, stupro, rapina o altri crimini gravi, dice Geir Hagen Carlsen , relatore e insegnante senior di Comunicazioni strategiche presso l’Accademia norvegese di difesa.

Esperto: Geir Hagen Carlsen.  Foto: Marie Rosland/Dagbladet.

Esperto: Geir Hagen Carlsen. Foto: Marie Rosland/Dagbladet.
Mostra di più

Molti di loro sono stati precedentemente condannati per violenza o omicidio, creando un enorme timore al loro ritorno dopo molti mesi di guerra.

– Qui si tratta di centinaia di migliaia di persone già devastate dalla guerra e probabilmente soprattutto criminali. E per quelli che hanno attraversato l’inferno, questa era la guerra. Carlsen dice che molti sono stati testimoni delle cose più orribili: hanno saccheggiato, violentato e ucciso persone.

Uso diffuso di farmaci

Secondo un nuovo rapporto del media indipendente russo Verstka, è stato rivelato un diffuso uso di droga tra i soldati russi. Circa il 15% dei soldati russi in Ucraina fa uso di droghe, come anfetamine e cannabis.

Il presidente russo Vladimir Putin ha avvertito che l’Occidente non dovrebbe avere il monopolio sull’intelligenza artificiale. Video: A.B. Reporter: Marti Niloken Helseth / Dagbladet TV.
Mostra di più

Secondo il rapporto, la droga dovrebbe essere facile da ottenere, anche in prima linea in guerra.

– Una combinazione della brutalità della guerra, della psichiatria e dell’uso diffuso di droghe. Sarà un onere enorme per la Russia in futuro. E forse anche da parte nostra, che è un paese vicino e in futuro dovremo occuparci della Russia, dice Geir Hagen Carlsen.

I soldati russi che hanno combattuto in Ucraina durante la guerra hanno parlato di condizioni caotiche sul fronte. Si lamentano di una formazione inadeguata, della mancanza di attrezzature e di una cattiva gestione. Le perdite sono pesanti e molti hanno descritto la guerra come inutile.

Fatto a pezzi

Giornale britannico Guardiano Ho parlato con un altro soldato russo che racconta le sue esperienze da incubo sul fronte a Luhansk.

Puntando alla Russia

Puntando alla Russia


Alexei Agavanov è stato chiamato a prestare servizio insieme ad altri 570 coscritti a Voronezh, nella Russia sudoccidentale, un anno fa.

– Ho visto uomini fatti a pezzi davanti a me. La maggior parte del padiglione è scomparsa e distrutta. Dice che è stato un inferno e che il capo del dipartimento è scappato prima che i droni ucraini li attaccassero.

Disturbo post traumatico da stress

Questa è solo una delle tante storie della guerra. Quando finalmente la pace ritornerà in Ucraina, migliaia di soldati probabilmente torneranno a casa affetti da disturbo da stress post-traumatico (PTSD).

– Molti di loro hanno commesso omicidi e sono stati nuovamente arrestati dopo essere tornati a casa dalla guerra in Ucraina. In questi casi le conseguenze della guerra in Ucraina e Russia dureranno più di una generazione, dice Arne Baard Dalhaug, tenente generale in pensione ed ex capo di stato maggiore della difesa.

L'esperto: il tenente generale Arne Baard Dalhough.  Foto: Lars Eivind Pons/Dagbladet

L’esperto: il tenente generale Arne Baard Dalhough. Foto: Lars Eivind Pons/Dagbladet
Mostra di più

Crede che avranno una percentuale molto più alta di famiglie distrutte a causa della brutale guerra.

“L’abbiamo visto anche nella Norvegia del dopoguerra con il disturbo da stress post-traumatico a causa della guerra e dei conseguenti problemi per la generazione successiva”, afferma Dalhaug.

I dati relativi ai conflitti passati mostrano che circa il 20% dei soldati impegnati in combattimenti pesanti in Ucraina potrebbero sviluppare un disturbo da stress post-traumatico, afferma il professor Neil Greenberg del King’s College di Londra. Lui stesso è stato ufficiale medico nell’esercito britannico per 23 anni, anche in Iraq e Afghanistan, e conduce corsi di formazione online per le forze armate ucraine.

– La Russia non ha la capacità o la tradizione di prendersi cura dei veterani. Saranno lasciati a se stessi. Gli effetti a catena si diffusero dalle persone che combatterono la guerra. Si può già vedere che il numero delle nascite sta diminuendo in Russia, dice Dalhoug.

Confronto con Bakhmut: La Russia sta pagando un prezzo cruento per il suo tentativo di impadronirsi della città di Avdiivka. Video: Telegramma/X. Reporter: Vegard Kruger.
Mostra di più

La mortalità tra gli uomini russi è da tempo elevata in Russia. Ci sono molte ragioni complesse per questo, ma la criminalità, l’alcol, gli stili di vita non sani e le droghe hanno contribuito a questo fenomeno.

Poi è arrivata la guerra in Ucraina.

Nel corso del 2021, la popolazione russa è diminuita di oltre un milione di persone. Si tratta di un declino storico, e la guerra in Ucraina porterà sul tavolo numeri ancora più cupi per il presidente Vladimir Putin.

La popolazione della Russia sta diminuendo

Vladimir Putin ha affermato in precedenza che il declino demografico rappresenta un problema di sicurezza per la Russia. Prima che Putin assumesse il potere presidenziale in Russia nel 2000, nel paese vivevano più di 148 milioni di persone. Secondo i dati delle Nazioni Unite, nel 2022 questo numero è sceso a circa 143 milioni.

Ora la guerra in Ucraina sembra rappresentare una seria minaccia a lungo termine per lo squilibrio di genere in Russia, con gli uomini russi che diventano carne da cannone nella guerra. Il paese dovrà affrontare una crisi demografica per molti anni a venire.

Morale basso in prima linea

Allo stesso tempo, dai campi di battaglia arrivavano notizie di un calo del morale tra i soldati russi. Le registrazioni segrete delle telefonate effettuate dai soldati russi che tornavano a casa dai campi di battaglia mostrano che sempre più soldati vogliono tornare a casa dopo la guerra.

La moglie del capo dell'intelligence sarebbe stata avvelenata

La moglie del capo dell’intelligence sarebbe stata avvelenata


L’Associated Press (AP) ha recentemente ottenuto i filmati nelle regioni ucraine di Kharkiv, Luhansk e Donetsk.

-Non si muore come certi eroi di guerra qui, Muori come un dannato lombricoHa detto uno dei soldati quando ha parlato al telefono con suo fratello.

Le registrazioni di conversazioni segrete di soldati che parlano con i propri cari in prima linea in Ucraina offrono uno sguardo raro sulla guerra attraverso gli occhi russi.

– È chiaro che il conto della Russia sarà molto alto una volta finita la guerra. È un continuo deterioramento dell’intera società. Sono economicamente e tecnologicamente arretrati. Hanno perso molte persone, hanno perso la testa, molte persone traumatizzate, e la Russia ne sta uscendo male in ogni modo possibile, dice Arne Baard Dalhaug a Dagbladet.

READ  La rimozione del feto morto è stata rifiutata