Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– La Norvegia si scusa

– La Norvegia si scusa

La Norvegia si rammarica che il Consiglio di Sicurezza non abbia accettato che la Palestina diventasse un membro a pieno titolo delle Nazioni Unite. Avremmo votato a favore”, afferma il ministro degli Esteri Espen Barth Eide (AFP).

La Norvegia è chiara riguardo al diritto della Palestina ad uno Stato proprio. Ha aggiunto che la soluzione dei due Stati è l’unico modo per raggiungere una pace duratura tra Palestina e Israele.

All’inizio di questo mese, l’Autorità Palestinese ha rilanciato la sua richiesta di adesione alle Nazioni Unite presentata per la prima volta nel 2011.

L’adesione alle Nazioni Unite significherebbe praticamente riconoscere la Palestina come proprio Stato. Oggi i palestinesi hanno lo status di Stato osservatore senza essere membri delle Nazioni Unite, risultato ottenuto in seguito a un voto dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 2012.

Tuttavia, il Consiglio di Sicurezza dell’ONU deve restare unito a sostegno della richiesta della Palestina di diventarne membro. Gli Stati Uniti, il principale alleato di Israele, hanno potere di veto in quanto membro permanente del Consiglio. Se tale richiesta fosse approvata dal Consiglio di Sicurezza, avrebbe comunque bisogno del sostegno di almeno due terzi dei membri dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

L'ambasciatrice degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite Linda Thomas-Greenfield ritiene che sia difficile immaginare come la richiesta palestinese possa contribuire ad una soluzione a due Stati del conflitto tra Israele e palestinesi.

All’inizio di questo mese, gli Stati Uniti hanno affermato che la creazione di uno stato palestinese indipendente dovrebbe essere il risultato di negoziati diretti tra Israele e palestinesi, piuttosto che attraverso le Nazioni Unite.

READ  Cancro, vaccino | Test iniettivo storico per il cancro: - Può salvare una vita