Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

La Norvegia sta andando come un proiettile – E24

Sebbene Telenor perderà un certo numero di clienti mobili nel secondo trimestre, lavora costantemente per assicurarsi nuovi clienti in fibra e investire nella banda larga wireless. L’azienda si sta avvicinando rapidamente a 100.000 clienti per la sostituzione wireless della rete in rame.

Nel dicembre 2019, il CEO di Telenor Norvegia Petter-Børre Furberg (a sinistra), il CTO Ingeborg Øfsthus e il CEO Sigve Brekke hanno presentato per la prima volta i piani 5G di Telenor in Norvegia. Il lancio della tecnologia rappresenta ora la maggior parte degli investimenti del gruppo in Norvegia.

Terry Bendixby, NTB

Inserito:

La Norvegia sta andando come un proiettile. Mancano solo 18 mesi alla chiusura della rete in rame e a circa 90.000 clienti in rame che stiamo lasciando andare, ha affermato il CEO Sigve Brekke quando avrebbe accorciato il secondo trimestre per la stampa di martedì.

Sono passati due anni da quando Telenor, quasi in silenzio, ha iniziato a fornire la banda larga wireless in Norvegia.

La tecnologia significa che hai un router fisso che fornisce banda larga sulla rete mobile, senza quote dati poiché non puoi portare il router con te quando sei in viaggio.

L’ultimo rapporto trimestrale di Telenor, presentato martedì, afferma che la società ha acquisito 9.000 clienti a banda larga wireless nel periodo marzo-giugno.

Ciò significa che la base di clienti per la banda larga wireless è ora di 90.000, rispetto ai 52.000 di un anno fa.

La tecnologia, insieme alla tradizionale banda larga su fibra, sono i due strumenti che Telenor ha quando ora sta chiudendo la vecchia rete in rame e facendo passare i suoi clienti alla nuova tecnologia.

Oltre a 9.000 nuovi clienti a banda larga wireless, Telenor ha acquisito 6.000 nuovi clienti in fibra ottica nel secondo trimestre.

Leggi anche

Telenor dimezza l’utile nel secondo trimestre: rivede le previsioni per il 2021

Sebbene Telenor stia ora assistendo a una crescita significativa dei clienti a banda larga wireless, probabilmente avranno molto altro da fare. L’azienda non offre ancora la soluzione, sebbene tutti i router inviati supportino il 5G.

– Non puoi comprare questo a tutti i titoli. Dipende dalla capacità nella regione e gli stessi elenchi di titoli si applicano a noi per i giocatori all’ingrosso. Il client wireless a banda larga utilizza da 40 a 50 volte la quantità di dati mobili del client mobile, ma con il 5G vogliamo risolvere molti di questi problemi, ha dichiarato a E24 il CEO di Telenor Norvegia Petter-Børre Furberg.

Spiega che Telenor ha scelto di utilizzare supporti e antenne esterni sulla soluzione ora dopo averla provata dall’inizio. Avere un modem che mettono nella finestra offre un’esperienza peggiore perché non sempre si ottengono frequenze mobili più elevate che forniscono una velocità migliore.

Perde il vecchio reddito, ma si assicura molti nuovi redditi

Il passaggio a nuove tecnologie assicura che Telenor sarà completamente tecnica, rispetto ad altri grandi gruppi di telecomunicazioni che alimenteranno le reti DSL per molti anni a venire.

Allo stesso tempo, la transizione migliorerà l’esperienza del cliente e ridurrà significativamente i costi operativi di Telenor, ma richiede anche risorse e complessità. Ciò farà anche perdere a Telenor un certo numero di clienti lungo la strada, secondo i calcoli dell’azienda:

– Nel Capital Market Day (nel marzo dello scorso anno, Journal.anm.) abbiamo stimato che avremmo mantenuto circa il 60 percento della nostra base di clienti ed è lì che siamo, afferma Peter Bohr-Vorberg.

I conti di Telenor mostrano che la società ha perso un totale di 11.000 clienti a banda larga nel secondo trimestre. I clienti a banda larga hanno chiuso a 769.000, un calo di 43.000 l’anno scorso.

La perdita di alcuni clienti durante questa riorganizzazione è stato un prerequisito lungo il percorso. L’ho detto anche a coloro che temono una minore concorrenza nel mercato della banda larga, perché non abbiamo mai pensato che saremmo riusciti ad attirare tutti i clienti, afferma Forberg.

Un’altra prospettiva sulla trasformazione tecnologica è la prospettiva economica.

Perché anche se alcuni clienti sono andati da casa, Telenor ha dimostrato che è possibile aumentare i ricavi dalle nuove soluzioni tecnologiche molto più velocemente dei ricavi dalla rete in rame, dagli abbonamenti ai telefoni fissi legacy e alla tecnologia a banda larga su DSL.

Dal quarto trimestre del 2019 fino al quarto trimestre del 2020, Telenor è stata in grado di aumentare le sue nuove entrate più velocemente delle vecchie entrate ogni trimestre.

Ma nel primo trimestre di quest’anno ha perso 49 milioni, ma nel secondo trimestre è tornato e ha guadagnato due milioni di corone nella trasformazione della tecnologia di rete.

Voorberg dice che non può seguire le previsioni di Telenor per questo in futuro, ma si vanta che la sua squadra in Norvegia, dice, è stata in grado di generare nuove entrate nello stesso momento in cui ha perso un miliardo di corone di entrate in rame nel ultimi 12 mesi.

Forberg afferma di aver sperimentato che la concorrenza nella banda larga wireless è in aumento.

Telia è presente in questo mercato da oltre un anno e ora stanno arrivando anche altri giocatori, compresi i grossisti che affittano l’accesso a Internet da noi. Finché utilizzi principalmente il 4G, penso che la fibra sarà un forte concorrente della banda larga wireless. Con il 5G, la soluzione è più forte, afferma Voorberg.

Investire pesantemente nel 5G

Telenor e Telia sono in pieno svolgimento nell’implementazione del 5G in questo paese e Ice ha annunciato che anche loro seguiranno l’esempio.

Secondo il CEO Sigve Brekker, ora ci sono 320.000 telefoni cellulari 5G in uso nella rete norvegese Telenor.

– Questo numero è ancora in aumento. Alla fine dell’anno avremo 1.850 stazioni base con 5G in Norvegia (su circa 8000 in totale, rivista .anm) e nel giro di un anno metà del Paese sarà coperto con il 5G. In tre anni avremo finito, continua Bricky.

Il CEO norvegese Petter-Børre Furberg si è detto soddisfatto del numero di telefoni 5G nella rete, ma osserva che questi utenti costituiscono ancora una piccola percentuale dei 2,8 milioni di clienti mobili norvegesi di Telenor.

Quindi, una buona rete 4G è ancora importante, ma la crescita del 5G che stiamo vedendo è come previsto. Vedremo una crescita e uno sviluppo enormi fino al nuovo anno di quest’anno e poi nel 2022 e nel 2023. Quello che Telenor sta facendo ora è un lancio storico e supereremo chiunque altro nel mercato norvegese quando si tratta di aggiornare le stazioni base per ogni giorno, settimana e mese prossimo, dice Forberg.

Il lancio del 5G è ad alta intensità di capitale e occupa grandi porzioni del budget di investimento di Telenor.

Nella precedente presentazione trimestrale di maggio, Sigve Brekke ha affermato che Telenor ha deciso di investire quest’anno fino a 6 miliardi di NOK nelle sue reti norvegesi, un nuovo record.

– Abbiamo deciso di intensificare (…) ha detto Brikki all’epoca, non avevamo speso così tanti soldi in un anno prima.

Il CEO norvegese Petter-Børre Furberg ha aggiunto a E24 che Telenor ha investito tra 5,0 e 5,5 miliardi in Norvegia negli ultimi due anni.

– Nella prima metà dell’anno ho investito 2,49 miliardi, quindi questo significa che ci sarà un ritmo molto veloce durante l’autunno per raggiungere i sei miliardi entro il nuovo anno?

Sì, sono entrambi mobili: ora stiamo accelerando la nostra “fabbrica 5G” e nella fibra avremo una frequenza più alta nella seconda metà dell’anno, dice Voorberg martedì.

Peter-Børre Furberg, CEO di Telenor Norvegia.

Karina Johansen/NTB scanpix

Lavorare intensamente per sbarazzarsi degli ultimi clienti in rame

Telenor sta ora lavorando intensamente per poter chiudere la sua rete in rame dopo il 2022, ovvero entro 18 mesi.

Per raggiungere questo obiettivo, l’azienda dipende interamente da tutti i clienti e da tutti i concorrenti che affittano l’accesso alla rete per avere altre soluzioni durante quel periodo.

– Siamo chiari che c’è un rischio nella decisione di Nkom a partire dal settembre dello scorso anno che Nkom dica che dobbiamo mantenere la rete in rame fino al 2025 a meno che non elaboriamo un piano di migrazione che si occupi dei player all’ingrosso, dice Furberg e aggiunge che loro stanno lavorando con gli inquilini e Nkom per accelerare il passaggio ora.

Lasceresti molti costi alle spalle se si scopre che dopo il 2022 rimangono pochi utenti, dal momento che potrebbero non essere così concentrati in un’area da rischiare di dover mantenere grandi parti di questa rete per pochi utenti?

Ci sarà un costo per mantenere la rete dopo il 2022, e anche per l’ambiente perché utilizza molta elettricità, afferma Voorberg.

Sebbene il CEO di Telenor in Norvegia abbia ammesso di essere “preoccupato” per la liquidazione che non va come previsto, ritiene anche che lo sviluppo del mercato dia motivo di ottimismo:

Anche i grossisti stanno assistendo allo stesso cambiamento dei clienti che vediamo noi, il che significa che oggi ci sono modi alternativi molto migliori per ottenere la banda larga rispetto al rame, afferma Forberg.

Telenor ha una quota di mercato nel mercato della fibra di poco inferiore al 25%, che è ben al di sotto della quota di mercato e della posizione che ha tradizionalmente avuto nella banda larga DSL.

Leggi anche

Telenor e Telia potrebbero generare miliardi di dollari di valore attraverso la vendita di torri: – Posso tranquillamente dire che l’interesse è molto forte

Leggi anche

Telia vende parti delle sue operazioni di torre in Norvegia e Finlandia per 7,35 miliardi di NOK

Leggi anche

La nuova società di torri Telenor possiederà 40.000 pali per telefoni cellulari: sarà guidata da un manager svedese

READ  Grande calo a Wall Street - E24