Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

La riflessione completa di Apple: – Vedremo prima l’intero “affare”

La riflessione completa di Apple: – Vedremo prima l’intero “affare”

Queste sono le reazioni al nuovo software di Apple.

Mercoledì, Apple è stata sorpresa di annunciare che lancerà un nuovo programma completo di revisione il prossimo anno. Permetterebbe ai più esperti tra noi di tentare di riparare i propri prodotti Apple con parti originali, senza doversi rivolgere a officine autorizzate – o non autorizzate – per il lavoro.

Sarà possibile riparare sia l’iPhone 12 che 13, ed eventualmente tutti i Mac Apple con il chip M1, a casa se cose come la batteria, lo schermo o la fotocamera si guastano.

Forse il nuovo programma di riforma non è sorprendentemente promosso sia dalle organizzazioni ambientaliste che dagli attori del riciclaggio. Ma cosa ne pensano gli Apple Workshop del cambiamento? Abbiamo parlato con un’officina autorizzata e Apple non ha detto quali saranno le conseguenze del programma per te e come cliente Apple in futuro.

Tra coloro che si rallegrano del nuovo ritmo che Apple sta dimostrando, l’organizzazione ambientalista trova il futuro nelle nostre mani.

Il movimento ambientalista chiede da tempo migliori opportunità per la riparazione dei componenti elettronici e il consulente professionale Seif Ellen Onstad sa che questo è un passo nella giusta direzione da parte dell’azienda.

– Ma è importante che non diventi troppo costoso e che diventi disponibile per “tutti”, sottolinea.

Ånestad sottolinea inoltre che la loro iniziativa di riforma potrebbe essere il risultato di maggiori aspettative ambientali da parte dei consumatori e dell’attenzione dell’UE sul diritto alla riforma.

Come è noto, l’Unione Europea sta attualmente lavorando per poter ordinare alle aziende di fabbricare prodotti che siano facili da aprire e riparare, e che quindi possano avere una vita utile più lunga di quanto non abbiano oggi.

È probabile che le innovazioni dei produttori di elettronica faciliteranno sempre più la riparazione e la progettazione per aumentare la durata del prodotto. Questo è qualcosa che il futuro nelle nostre mani ritiene molto importante e supporta pienamente.

Un altro giocatore che crede che Apple sia sulla strada giusta, ma allo stesso tempo si permette di non rinunciare ancora del tutto alla gioia, è Restars Norway, che sta promuovendo la riforma dell’elettronica.

— Questi sono brani completamente nuovi di Apple, che ha speso milioni per bloccare i regolamenti per riparazioni più accessibili, ci ha scritto il portavoce dell’azienda Anine Dedekam Moldskred in merito all’annuncio di Apple.

È entusiasta dei dettagli e spera che il programma non sia solo una campagna in cui Apple continua a controllare praticamente tutte le correzioni dei suoi prodotti.

Eplehuset è tra i negozi più popolari a cui puoi rivolgerti per la riparazione del tuo iPhone e Mac oggi. Sono inoltre autorizzati da Apple, il che significa che utilizzano le parti ufficiali e dispongono di strumenti e procedure approvati.

Hallvard McGhie Opheim di Eplehuset si dice positivo sul nuovo programma di riforma:

– Forse la cosa più positiva è che questo può essere un contributo per aggiustare più prodotti, piuttosto che buttarli via e sostituirli. Altrettanto importante è il sistema di restituzione, che garantisce che le parti difettose vengano restituite e inserite nell’ampio sistema di riciclaggio di Apple, proprio come le parti che inviamo.

– Inoltre, non è un segreto che ci siano pochissime parti non originali di varia qualità, che a volte contribuiscono a esperienze negative. L’accesso esteso ai ricambi originali può aiutare a ridurre questa sfida.

Quando chiediamo delle conseguenze finanziarie per il suo “lavoro di riparazione”, Ohheim nega che questo sarebbe un problema:

– Per Ebelhuset, questo non è uno sviluppo che temiamo, ma piuttosto guardiamo sotto una luce positiva. Per i clienti che hanno esperienza e desiderano effettuare riparazioni da soli, questo sarà positivo. E per coloro che vogliono sfruttare la nostra esperienza, rimarremo disponibili come lo siamo oggi, sia che si tratti delle riparazioni convenienti di cui parliamo qui, sia che si tratti di reclami e problemi di garanzia che richiedono ancora officine certificate.

Sebbene i dettagli del programma di riparazione di Apple non siano ancora completamente noti, Opheim sottolinea che i clienti dovrebbero essere consapevoli che i prodotti sono costituiti da una tecnologia complessa che è facile commettere errori:

Allo stesso tempo, siamo fiduciosi che Apple abbia pensato a questo con molta attenzione e speriamo di trovare buone soluzioni per coloro che vogliono fare il lavoro da soli.

L’officina non autorizzata, ma utilizzata dai residenti di Oslo quando si è verificato l’incidente, è il dottor Vaughn. Lì, il proprietario Eirik Kvisli è stato responsabile della sostituzione di centinaia di schermi di iPhone rotti nel corso degli anni.

È principalmente positivo:

– Questo è per le persone tecnicamente esperte, come qualsiasi altra cosa tu faccia. Non tutti fanno una ristrutturazione casa o un cambio olio sulla stessa auto. Ma crede che avere l’opportunità dovrebbe essere un diritto umano.

Tuttavia, Kvisli nota che ci sono ancora molte cose che non sappiamo:

– Vorrei vedere l’intero “accordo” prima di dire se è buono o no. Prezzo, logistica e non ultimo se il prezzo si riduce con l’invecchiamento dei prodotti.

Kvisli sottolinea che in passato gran parte del problema con la riparazione autorizzata risiede oggi:

– Quando i prodotti hanno 2-3 anni, non sarà utile ripararli tramite Apple.

Sebbene l’attività di Kvisli possa affrontare una maggiore concorrenza, il proprietario non è troppo preoccupato per il futuro:

– Puoi disegnare un’immagine parallela della riparazione dell’auto. Puoi andare al magazzino dei pezzi di ricambio in un’officina di marca e ritirare i pezzi di ricambio, ma non molte persone lo fanno. È quindi probabile che in futuro ci sarà un’altrettanto grande necessità di workshop.

Come sottolinea anche Kvisli:

– Ora possiamo accedere alle tanto attese informazioni di servizio e alle sue parti.

Sebbene l’iniziativa di Apple sia probabilmente il risultato di una maggiore pressione da parte dell’Unione Europea e di altre autorità, è probabile che il programma di riforma sia ben accolto dai clienti.

Un sondaggio condotto da Fremtind Forsikring alla fine di ottobre ha mostrato che ben il 75% degli intervistati era disposto a far riparare i propri telefoni cellulari piuttosto che sostituirli quando segnalavano un danno.

È interessante notare che il supporto per le riparazioni è aumentato all’84 percento quando è stato menzionato quante emissioni di CO2 potrebbero essere risparmiate sostituendo il telefono con uno nuovo.

– Questo dimostra sia che i norvegesi sono attenti al clima sia che il desiderio di contribuire alla riduzione delle emissioni è grande. Allo stesso tempo, mostra quanto siano importanti le informazioni e la conoscenza per noi per fare scelte buone e più ecologiche, afferma Hanne Iversen Rye, responsabile della sostenibilità di Fremtind.

Calcoli futuri indicano che la produzione di uno smartphone comporta l’emissione di 110 kg di anidride carbonica. Secondo Fremtind, le riparazioni hanno ridotto 88 kg di CO2 per telefono e sicuramente anche un po’ di soldi per la compagnia assicurativa.

Fremtind riferisce di ricevere circa 50.000 richieste di risarcimento sui telefoni cellulari ogni anno e la crescita del numero di richieste di risarcimento sui dispositivi mobili è esplosiva, essendo quasi raddoppiata negli ultimi cinque anni.

L’azienda ora mira a riparare l’80% dei danni ai telefoni cellulari.

Leggi anche

Questa è l’attrezzatura di cui hai bisogno per riparare il tuo cellulare o laptop

READ  Grandi perdite mostrano i prossimi prodotti Samsung Samsung