Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

La RUSSIA ha affermato di aver salvato un adolescente ucraino dalla guerra: ora è costretto ad arruolarsi nell’esercito russo

La RUSSIA ha affermato di aver salvato un adolescente ucraino dalla guerra: ora è costretto ad arruolarsi nell’esercito russo

L’adolescente ucraino, che è stato salvato dalle forze russe in una città occupata dai russi, secondo il commissario per l’infanzia di Vladimir Putin, ha ricevuto una convocazione dall’esercito russo per comparire davanti a lui dopo aver compiuto 18 anni.

La storia dell’adolescente Bogdan Ermokin arriva nello stesso momento in cui la Russia è accusata di aver deportato con la forza migliaia di bambini dalle regioni occupate dell’Ucraina dall’inizio della guerra in Ucraina.

A marzo, la Corte penale internazionale ha emesso mandati di arresto nei confronti del presidente Vladimir Putin e del commissario per l’infanzia Maria Lvova Belova, accusati di essere dietro la deportazione illegale di bambini ucraini in Russia.

L’Ucraina ha affermato che più di 19.000 bambini sono stati rapiti dai territori occupati e inviati in Russia dal febbraio 2022.

La Convenzione di Ginevra per la protezione della popolazione civile in tempo di guerra vieta il trasferimento o la deportazione forzata di civili dal territorio occupato verso una potenza occupante o un paese terzo.

L’articolo continua sotto l’annuncioL’articolo continua sotto l’annuncio

Guarda il video: L’Ucraina sfoggia droni in grado di leggere la maglietta del nemico

Vuoi andare a casa

Ad aprile, la commissaria per l’infanzia Lvova Belova si è occupata del caso di Ermokin, che secondo lei era stato arrestato dalle forze di sicurezza russe al confine con la Bielorussia mentre cercava di tornare in Ucraina. L’arresto è avvenuto dopo diversi tentativi falliti di tornare in patria Newsweek.

Lvova Belova dice che l’adolescente è stato portato via da Mariupol, dove faceva parte di un gruppo di circa 30 bambini che sono stati trovati nel seminterrato di un edificio. È orfano da quando aveva otto anni, secondo Radio Free Europe.

READ  Donald Trump si ritira dal dibattito con i candidati repubblicani alle presidenziali - NRK Urix - Notizie e documentari esteri

L’articolo continua sotto l’annuncioL’articolo continua sotto l’annuncio

Da allora ha ricevuto una convocazione dal commissariato militare della regione di Mosca per comparire il 19 dicembre, un mese dopo aver compiuto 18 anni, ha detto Katerina Bobrovska, l’avvocato di Ermokin.

La Bobrovska afferma di essersi rivolta a Lvova-Belova e al difensore civico russo Tatyana Moskalkova per chiedere che Ermokin venga restituito alla sua tutrice, la sorella maggiore Valeria. Bobrovska dice che Ermokhin è stato minacciato e gli è stato ordinato di rimanere in Russia, nonostante il suo desiderio di tornare in patria.

L’articolo continua sotto l’annuncio

Coercizione e minacce

Il 28 agosto l’adolescente è stato convocato a un incontro con Lvova-Belova dove ha scritto una dichiarazione in cui affermava di voler rimanere in Russia, dichiarazione che, secondo il suo avvocato, è stata fatta sotto costrizione e sotto la minaccia di commettere un crimine . Ospedale psichiatrico.

– Non ho più dubbi sui piani della Russia. Quando Bogdan compirà 18 anni tra tre settimane, sarà già maggiorenne e molto probabilmente verrà mandato a prestare servizio nell’esercito russo, dice Bobrovska.

Nelle aree occupate delle regioni di Donetsk e Lugansk, le autorità russe devono reclutare bambini di 16 anni per il servizio militare e, secondo il Centro ucraino per la resistenza nazionale, il reclutamento può iniziare all’età di 18 anni.

Lvova-Belova aveva precedentemente affermato che i bambini nelle zone dell’Ucraina controllate dalla Russia venivano “volontariamente” mandati dai loro genitori in “sanatori” e “campi sanitari” per “riposo” e protezione dalle ostilità.