Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

La scienza mira a salvare il “cavallo della foresta”

Sono in corso sofisticate ricerche genetiche per cercare di salvare dall’estinzione l’uccello più famoso della Scozia.

Estrazione del DNA in un laboratorio dello zoo di Edimburgo. Foto: Royal Zoological Society of Scotland.

La popolazione dei galli cedroni è diminuita di oltre il 90% negli ultimi 50 anni.

E il declino continua.

Solo negli ultimi sei anni la popolazione è diminuita di un terzo.

La maggior parte dei restanti 700 uccelli in Scozia si trovano ora solo a Cairngorms.

Poiché il numero è così basso, i ricercatori ritengono che il gallo cedrone sia a rischio di soffocamento genetico.

In risposta, un team della Royal Zoological Society of Scotland ha iniziato ad analizzare campioni di DNA come parte di un progetto finanziato dalla National Lottery.

Il dottor Alexander Ball ha dichiarato: “Comprendere la diversità genetica del gruppo del gallo cedrone britannico è fondamentale per la loro sopravvivenza a lungo termine e resistenza alle minacce.

La nostra ricerca determinerà se il metodo di conservazione dovrebbe concentrarsi sull’espansione del pool genetico piuttosto che semplicemente sull’aumento del numero.

“Utilizzeremo una nuova tecnologia che aumenterà la nostra capacità di lavorare con i frammenti di DNA degradati trovati nelle sorgenti”.

Un gallo forcello maschio viene visualizzato nel Parco nazionale di Cairngorm.  Foto: Mark Hamblin
Un gallo forcello maschio viene visualizzato nel Parco nazionale di Cairngorm. Foto: Mark Hamblin

Il team, con sede in un laboratorio dello zoo di Edimburgo, ha ottenuto il DNA da steli di piume raccolti a Cairngorms.

Carolyn Robertson, Project Manager di Cairngorms Capercaillie, ha dichiarato: “Un piccolo esercito di persone ha risposto alla nostra richiesta di aiuto.

“Ranger, ranger, stalker, ranger, ambientalisti e volontari addestrati hanno raccolto con cura più di 1.000 piume da inviare al laboratorio”.

Inoltre, sono stati ottenuti campioni di DNA da Svezia, Polonia, Germania, Austria, Norvegia e Pirenei francesi, dove anche il numero è in calo.

READ  Il razzo spaziale è esploso. Tuttavia, il test ha avuto successo

L’obiettivo è scoprire le differenze genetiche tra i galli cedroni in Scozia e altrove.

Le piume di gallo cedrone sono state raccolte dalla comunità locale.  Foto: The Capercaillie Project a Cairngorms.
Le piume di gallo cedrone sono state raccolte dalla comunità locale. Foto: The Capercaillie Project a Cairngorms.

Caroline ha aggiunto: “Questo metodo di analisi non è stato utilizzato prima nella conservazione del gallo cedrone.

“Ciò aiuterà notevolmente la gestione di questi uccelli nel Regno Unito e potrebbe anche aprire la strada a futuri progetti di conservazione all’estero”.

I ricercatori mirano anche a ottenere campioni di DNA da antichi campioni di pernici scozzesi per il confronto con la popolazione attuale.

Questi esemplari sono solitamente presi dai puntali di esemplari storici che ora sono tenuti per la visualizzazione.

Sono già stati contattati i proprietari di collezioni private in tutta la Scozia.

Tuttavia, chiunque sia in possesso di una protesta è pregato di contribuire alla ricerca inviando una mail a [email protected]

Circa delle dimensioni di un tacchino, l’uccello è il membro più grande della famiglia dei galli cedroni.

Ogni primavera, si riuniscono in aree designate del pino per l’accoppiamento.

Gli uomini eseguono un’insolita performance di corteggiamento chiamata teatrale (il norreno significa “danza”).

Ciò comporta tirare la testa verso l’alto e aprire la coda a ventaglio.

Gli uomini emettono anche strani suoni come sibili e fruscii.

Questi piccoli ed esotici suoni di uccelli hanno portato il gallo cedrone a essere chiamato il “cavallo della foresta”.


Vuoi rispondere a questo articolo? In questo caso, tocca ah Per inviare le tue idee, possono essere pubblicate in formato cartaceo.