Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

La siccità rivela avvertimenti

La siccità storica lo rivela secondo Miami Herald Le cosiddette “pietre della fame”, pietre scolpite con avvertimenti secolari di carestia.

Il livello dell’acqua nei principali fiumi è diminuito in tutta Europa, in particolare in Germania, Paesi Bassi, Italia e Inghilterra. Tra l’altro, il Reno, importante per il trasporto di merci in Europa, ha un livello dell’acqua storicamente basso. I rapporti ora indicano che i livelli dell’acqua nel Reno sono a metà dell’intervallo normale.

Il Tamigi a Londra si è completamente prosciugato in diversi punti. Il fiume Po in Italia è il più lungo del paese. Si è anche prosciugato a causa della grave disidratazione.

Avvertenze

I livelli dell’acqua nel Reno, che inizia a Tommasi in Svizzera e continua attraverso Austria, Germania, Francia e Paesi Bassi, sono allarmanti.

giornalisti, anche in Germania, Twitta ora Questi avvertimenti compaiono da secoli nei letti dei fiumi asciutti.

Una delle “pietre della fame” è stata scoperta nel fiume Elba, che scorre dalla Repubblica Ceca e attraverso la Germania, prima di sfociare nel Mare del Nord. Il fiume è il secondo più grande della Germania ed è tra i più grandi d’Europa.

406 anni

La pietra che è apparsa qui può essere datata al 1616.

L’iscrizione recita: “Wenn du mich seehst, dann Weine”, che significa “Se mi vedi, piangi”.

Queste pietre sono state utilizzate come punti di riferimento in tutta l’Europa centrale. L’ultima volta che queste pietre sono state viste durante una siccità è stato nel 2018.

Le “pietre della fame” sono un avvertimento delle conseguenze della disidratazione. Le pietre sono un ricordo della storica siccità, hanno scritto i ricercatori cechi in un rapporto del 2013.

READ  Leader: - Il rischio di guerra in Europa è maggiore di quanto non lo sia stato in 30 anni

“Esprimono che la siccità ha portato a raccolti scarsi, carenza di cibo, prezzi più alti e fame tra i poveri”, hanno scritto i ricercatori.

Viaggio in treno: Gunhild Stordalen ha scelto un mezzo di trasporto alternativo per il vertice COP26 sul clima a Glasgow, di cui si è pentita. Foto: Daniel Kragst/North Stories
Mostra di più

Il peggiore degli ultimi 500 anni

La siccità di quest’anno in Europa è destinata a essere la peggiore degli ultimi 500 anni, secondo Notizie del cielo.

Ciò significa che la persistente siccità potrebbe essere la peggiore dal XVI secolo.

– Questo sembra essere l’anno peggiore degli ultimi 500 anni, anche se è necessaria un’analisi completa, afferma Andrea Torretti, ricercatore capo dell’Osservatorio europeo sulla siccità.

Aggiunge che la siccità di quest’anno potrebbe essere peggiore dell’estremo del 2018.

Secondo un rapporto dell’Osservatorio europeo sulla siccità, il 47% dell’Europa è colpito dalla siccità e il 17% rischia di essere colpito dalla siccità.

La bomba: la scorsa settimana, membri dell'esercito italiano hanno rimosso una bomba della seconda guerra mondiale scoperta nel fiume Po secco in Italia.  che ha subito la peggiore siccità degli ultimi 70 anni Foto: REUTERS/Flavio Lo Scalzo/NTB

La bomba: la scorsa settimana, membri dell’esercito italiano hanno rimosso una bomba della seconda guerra mondiale scoperta nel fiume Po secco in Italia. che ha subito la peggiore siccità degli ultimi 70 anni Foto: REUTERS/Flavio Lo Scalzo/NTB
Mostra di più

bomba trovata

Inoltre, la disidratazione ha le sue conseguenze BBC Ha scoperto una bomba inesplosa della seconda guerra mondiale nel fiume Po in Italia.

Sono stati i pescatori a trovare la bomba da 450 chili sulla riva del fiume la scorsa settimana. In Italia la siccità è registrata come la peggiore degli ultimi 70 anni e il Paese sta affrontando la peggiore crisi idrica nello stesso periodo.

Gli esperti incolpano il cambiamento climatico causato dall’uomo per l’intenso caldo estivo, insieme a precipitazioni anormalmente basse.

La siccità colpisce ora Italia, Spagna, Germania, Ungheria, Romania, Ucraina e Francia. Secondo l’Osservatorio europeo sulla siccità, non sembra nemmeno che finirà presto. Si aspettano infatti che la situazione in Europa peggiori.