Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

L’Artico e la nazione dell’Unione Europea

Questo è un commento. Esprime le opinioni dell’autore.

europei La Federazione ha appena lanciato una nuova strategia per una regione artica pacifica, sostenibile e prospera. In qualità di nuovo ambasciatore dell’UE in Norvegia, sono particolarmente consapevole di questa regione di importanza strategica, dati i cambiamenti climatici dell’Artico e la sua importanza geostrategica. La regione è un’importante area di cooperazione tra l’Unione Europea e la Norvegia, soprattutto perché è una grande parte della cultura norvegese e norvegese.

Prima di tutto Il cambiamento climatico è la minaccia più completa per l’Artico. Questo ha raggiunto un punto critico e la regione si sta riscaldando tre volte più velocemente del resto del pianeta. Neve e ghiaccio si stanno sciogliendo. Questo rivela una superficie terrestre più scura, che a sua volta aumenta la quantità di energia solare assorbita. Questo, a sua volta, porta a un’ulteriore perdita di ghiaccio marino e ghiacciai e allo scioglimento del permafrost.

Questo è serio Le conseguenze, esacerbate dal degrado ambientale, si estendono all’intero pianeta e colpiscono in molti modi sia la natura che noi umani.

Dobbiamo fare Qualcosa sui cambiamenti climatici nell’Artico. L’impronta ecologica dell’UE qui è ancora molto alta. Tuttavia, siamo lieti di ottenere una riduzione del 31% delle emissioni totali di gas serra lo scorso anno, rispetto al 1990. L’obiettivo generale dell’UE è che petrolio, carbone e gas possano rimanere nel sottosuolo, compreso nell’Artico. Siamo consapevoli del nostro impatto sulla regione e siamo pronti ad assumerci la responsabilità e ad accelerare la trasformazione verde.

Inoltre Il cambiamento climatico affronta sfide artiche legate alla sicurezza e alla competizione per le risorse. Lo scioglimento del ghiaccio facilita l’accesso a petrolio, gas e minerali. Ciò porta a un aumento dell’interesse e della partecipazione di vari attori internazionali.

READ  Coronavirus, Coronavirus | L'epidemia divide la Norvegia in due parti:

strategia La competizione che stiamo vedendo altrove nel mondo è ora anche nel paesaggio artico. Con l’aumento della competizione per le risorse e l’influenza, è più importante che mai che la cooperazione internazionale rimanga la norma nell’estremo nord. Non possiamo risolvere questi problemi da soli. L’UE amplierà pertanto la sua cooperazione con i suoi partner, in particolare la Norvegia e altri attori pertinenti.

Non dobbiamo Ridurre al minimo le terribili conseguenze che sono in gioco quando l’Artico diventa un’arena per la competizione geopolitica. Pertanto, l’Unione europea contribuirà a mantenere la regione artica sicura e stabile. In questo contesto, ora affronteremo in gran parte le questioni artiche all’esterno, intensificheremo la cooperazione regionale e monitoreremo le nuove sfide alla sicurezza per rimanere al passo.

il solo La strada da percorrere insieme è la cooperazione pacifica. Alcuni dettagli sono a posto: la nostra nuova strategia per l’Artico farà avanzare la scienza, la ricerca e l’innovazione a beneficio della regione. I finanziamenti dell’UE per l’Artico sono forniti attraverso molti dei nostri programmi e iniziative per sostenere una transizione verde innovativa.

Per esempio Sono già stati spesi più di 200 milioni di euro per la ricerca sull’Artico nell’ambito del programma di ricerca e innovazione Horizon 2020 e continueremo a sostenere la scienza artica anche nel prossimo programma Horizon Europe. In questi programmi, la Norvegia è un partner importante e attivo.

creativo Tecnologie come i satelliti, i big data, l’intelligenza artificiale e la modellazione avanzata saranno in grado di trasformare l’economia artica e riteniamo che ciò sia essenziale per una società artica resiliente e fiorente. Questo può essere fatto solo temporaneamente con le persone che vivono lì; La via da seguire richiede un dialogo inclusivo, attenzione alla diversità e partecipazione al processo decisionale.

READ  Anniversario dell'eruzione del vulcano di Sant'Elena

Diversità La nostra forza, e amplieremo il nostro ruolo nell’Artico per includere le voci di tutti. L’Unione europea rivolge un’attenzione particolare alle popolazioni indigene, che hanno una conoscenza unica della regione e che in essa sperimentano i cambiamenti climatici. L’Arctic Concern Forum e il dialogo con i popoli indigeni sono ora parte integrante della nostra strategia per l’Artico, in cui manteniamo anche contatti regolari con il Consiglio Sami.

Tutto il Polo Nord Le regioni condividono una serie di caratteristiche comuni come bassa densità di popolazione, vaste aree geografiche, bassa diversificazione economica, abbondanti risorse naturali e notevoli sollecitazioni dovute ai cambiamenti climatici. Abbiamo molto lavoro da fare, ma siamo entusiasti di affrontare le sfide della regione e investire nel futuro. L’Unione europea avrà la responsabilità congiunta di lavorare per una regione artica sicura, sostenibile, prospera e pacifica, che si trova in Norvegia, e per il bene del mondo intero.

L’Unione Europea è importante Un ruolo da svolgere nel sostenere una cooperazione di successo nell’Artico, oltre ad aiutare ad affrontare le sfide che la regione deve ora affrontare. Non vedo l’ora di una buona e futura collaborazione con la Norvegia.