sabato, Giugno 22, 2024

L’attacco al trasporto dei prigionieri è durato due minuti

Must read

Silvestro Dellucci
Silvestro Dellucci
"Organizzatore. Fanatico dei social media. Comunicatore generale. Studioso di pancetta. Orgoglioso apripista della cultura pop ".

La polizia francese sta ancora cercando un gruppo di uomini armati, dopo che due agenti di polizia sono rimasti uccisi in un attacco a un veicolo che trasportava prigionieri.

Tre agenti di polizia sono rimasti feriti nell’attacco avvenuto martedì.

Il prigioniero Muhammad Amra (30 anni), soprannominato “La Mosca”, è annegato nel terreno. Ora le autorità francesi temono che sia fuggito dal Paese.

Il 14 maggio è iniziato come una normale giornata lavorativa per i cinque agenti della prigione di Caen, nel nord-ovest della Francia.

Là dovettero trasferire un prigioniero dal tribunale di Rouen alla prigione di Evreux, dove fu detenuto.

Il detenuto, Muhammad Amra, 30 anni, è stato trasferito al terzo piano. Questo è il terzo dei quattro livelli di rischio e viene utilizzato durante il trasporto di prigionieri sotto supervisione speciale.

Omar è stato condannato per rapina aggravata la scorsa settimana ed è stato anche accusato di rapimento con esito mortale, secondo i pubblici ministeri.

Questo livello viene spesso utilizzato quando si trasferiscono detenuti terroristi o quando la probabilità che un prigioniero fugga è alta. Solo due giorni prima dell’attacco, secondo quanto riferito, Amra avrebbe tentato di scappare dalla sua cella.

Il trasferimento del prigioniero avrebbe dovuto durare circa un’ora.

Ma nel bel mezzo del viaggio, tutto accade molto velocemente.

  • Il convoglio dei detenuti arriva al casello: Verso le 11.00 si esce dall’autostrada e si arriva al casello di Incarville, a Eure, a circa 30 chilometri a sud di Rouen.
  • CollisioneMentre un trasporto di prigionieri attraversava il posto di blocco, un’auto si è scontrata frontalmente con un camion della prigione. I due veicoli del convoglio carcerario sono ora oscurati.
  • Uomini armati attaccano: Quattro uomini pesantemente armati, tutti vestiti con berretti neri e finlandesi, si dirigono verso il trasporto dei prigionieri e puntano le armi contro gli agenti della prigione.
  • Vengono sparati diversi colpi: Gli aggressori hanno aperto il fuoco più volte. Un camionista di passaggio dice di aver visto un agente della prigione steso a terra, coperto di sangue.
  • L’Umrah viene estratta: Gli uomini prendono Muhammad Amra dal camion e scappano con un’altra macchina.
  • La polizia trova auto bruciate: I veicoli sono stati ritrovati bruciati a pochi chilometri dal casello.
READ  Oligarca in esilio Mikhail Khodorkovsky: - Teme il successore di Putin

Sul posto martedì pomeriggio hanno effettuato i sopralluoghi i tecnici della Scientifica. Fotografia: Alain Joccard/AFP/NTP

L’intero processo si è svolto di conseguenza BFMTV Solo due minuti.

– Li troveremo

Mai prima d’ora le autorità francesi avevano speso così tante risorse per perseguire i pirati, secondo il ministro degli Interni francese Gerald Darmanin.

Leggi anche: Inseguendo la “mosca” Muhammad Amra, 30 anni, dopo l’attacco al trasporto dei prigionieri

Unità d’élite della polizia francese GIGNspecializzati in compiti acuti, vengono chiamati. Piano sempre più È implementato. Sono stati mobilitati 200 membri delle forze di polizia di diversi dipartimenti. Sono stati istituiti posti di blocco ed elicotteri stanno sorvolando la zona.

350 investigatori stanno attualmente lavorando per determinare dove si trovino Muhammad e gli altri coinvolti.

– Li rintracceremo, li troveremo e pagheranno, come ha promesso il primo ministro Gabriel Attal.

L’Interpol vuole Mohamed Amra a livello internazionale. Foto: Bollettino/Reuters/NTB

L’Interpol ha inviato a Mohamed Amra il cosiddetto “Red Notice”: un ricercato internazionale.

Ma quasi tre giorni dopo l’attacco mortale, l’intera banda è scomparsa senza lasciare traccia.

– Panico

I media francesi hanno parlato con alcuni testimoni presenti durante l’attacco.

– Inoltre, vedo tutti inchinarsi sull’autobus. Tutti vanno in fondo all’autobus. Agnes ha aggiunto: “Ho iniziato a farmi prendere dal panico e ho sentito molti spari e grandi esplosioni”. Le Parisien.

– Panico e ansia allo stesso tempo… Era insopportabile, ha aggiunto la stessa persona TF1.

Dopo il violento attacco è stata richiamata una numerosa presenza della polizia. Foto: Christophe Petit Tesson/EPA/NTB

Jerome finisce accidentalmente nel mezzo del dramma mentre va al lavoro.

Ha aggiunto che la sparatoria è stata molto intensa BFMTV.

READ  La Turchia costruisce un muro gigante per prevenire i rifugiati - VG

Un’altra testimone, Sandrine, ha detto di aver sentito tra i venti e i trenta “spari molto forti”.

-Pensi che questo accada solo nei film, ma no.

More articles

Latest article