Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

L’esperta di diritto internazionale Cecily Hellstveit: – avverte la Norvegia

L’esperta di diritto internazionale Cecily Hellsteveit ha scritto un libro sulla guerra in Ucraina e offre chiari avvertimenti ai politici norvegesi.

In Bad News from the Eastern Front, l’autore di libri sulle guerre in Siria e Yemen esamina le immagini in bianco e nero dipinte dalla guerra in Ucraina e sottolinea come trasformerà l’Europa nell’irriconoscibile.

Hellestveit nel libro tenta di spiegare lo sfondo della guerra e le sue conseguenze geopolitiche, non da ultimo per la Norvegia e le nostre relazioni con il mondo esterno, in primo luogo con la Russia e l’Unione Europea.

“Spero di poter dare alla gente un quadro un po’ più ampio della guerra e della guerra controeconomica contro la Russia”, dice Hellstveit a NTB.

Violazione della Carta delle Nazioni Unite

Hellestveit non lascia dubbi sul fatto che l’invasione russa dell’Ucraina sia stata una chiara violazione della Carta delle Nazioni Unite, ma allo stesso tempo crede che l’Occidente si incontri alla porta.

Quando nel 1999 il presidente degli Stati Uniti Bill Clinton ha deciso di bombardare le forze serbe al di fuori del territorio del Kosovo, è stata anche una violazione della Carta delle Nazioni Unite. Nota che lo stesso vale per l’invasione americana dell’Iraq nel 2003.

Il presidente Vladimir Putin ha ripetutamente fatto riferimento a questo e ha affermato che sono stati gli Stati Uniti a creare un precedente nel diritto internazionale con questi atti di guerra. Hellstveit osserva che l’approccio dei paesi occidentali all’uso della forza e del diritto internazionale è considerato dalla Russia un doppio standard.

Irrazionale: non dovremmo essere indotti a credere che Vladimir Putin sia irrazionale, come crede l'esperta di diritto internazionale Cecily Hellstveit.  Ecco il presidente russo e ministro della Difesa del Paese, Sergei Shoigu.  Foto: AP/NTB

Irrazionale: non dovremmo essere indotti a credere che Vladimir Putin sia irrazionale, come crede l’esperta di diritto internazionale Cecily Hellstveit. Ecco il presidente russo e ministro della Difesa del Paese, Sergei Shoigu. Foto: AP/NTB
Mostra di più

Una superpotenza nel Mar Nero

Hellstveit ritiene che uno degli obiettivi principali della Russia in Ucraina sia quello di garantire un ponte terrestre verso la Crimea e rafforzare il suo ruolo di grande potenza nel Mar Nero.

Il Mar d’Azov è il porto dei corsi d’acqua che collegano la Russia attraverso i fiumi Volga e Don e attraverso lo stretto di Kerch, la Russia ha anche accesso al Mar Nero. Le maggiori potenze si stanno attrezzando marine e gli oceani legano insieme l’economia mondiale.

– Se il Mar Nero diventa un mare della NATO, come sta per diventare il Mar Baltico dopo l’adesione di Svezia e Finlandia alla NATO, tutte le rotte d’acqua militari russe verso l’Occidente finiranno a nord, nel Mare di Barents. Pertanto, le capacità navali della Russia saranno in gran parte concentrate nel nord, in aree vicine alla Norvegia, osserva Hellstveit.

Teme che se la Russia perderà la guerra in Ucraina, la presenza militare cinese nelle nostre immediate regioni aumenterà probabilmente a sostegno della Russia.

filo: Jonas Gahr Store si è opposto con veemenza alla Russia nel suo discorso al Consiglio di sicurezza giovedì 22 settembre.
Mostra di più

non pronto

—La storia dell’eroica battaglia degli ucraini contro le forze d’invasione si è mobilitata così tanto che è stato facile per i politici di paesi come la Norvegia tracciare una linea oltre il principio del dopoguerra di non inviare armi ai paesi in guerra, osserva Hellstveit.

La piattaforma norvegese nel Mare di Barents, dove si trovano il petrolio e il gas, non è un territorio sovrano norvegese ed è coperta dal divieto di forza sancito dalla Carta delle Nazioni Unite. E crede che una Russia militarista possa presentare alla Norvegia grandi sfide, per le quali crede che i politici norvegesi non siano pronti.

politica degli interessi

Allo stesso tempo, l’Unione europea è diventata un attore potente nella politica estera e di sicurezza, che rafforzerà l’influenza dell’Unione nella NATO. Hellsteveit crede che la Norvegia rischi di finire in un pantano, non a causa delle decisioni prese a Oslo, ma a Bruxelles.

Nei prossimi anni, la politica estera e di sicurezza dell’UE sarà probabilmente soggetta a una politica di interesse geopolitico sempre più chiara, che mira a proteggere l’UE ea promuovere gli interessi dell’UE, a tutti i costi. Crede che la distanza tra Bruxelles e Oslo probabilmente aumenterà.

– Hellsteveit, che chiede un’ampia discussione sulla scelta del percorso a seguito della guerra in Ucraina, afferma che il rischio di essere fuori dall’UE sarà molto più alto, ma il prezzo sarà anche per l’ingresso nell’UE. Dubita che oggi sia il clima per una discussione del genere.

Controllo sicuro: uno degli obiettivi principali della Russia invadendo l'Ucraina sarà probabilmente quello di assicurarsi il controllo della costa dell'Azov e l'accesso al Mar Nero, cosa che le forze russe hanno raggiunto, ritiene l'esperta di diritto internazionale Cecily Hellsteveit.  Foto: AP/NTB

Controllo sicuro: uno degli obiettivi principali della Russia invadendo l’Ucraina sarà probabilmente quello di garantire il controllo della costa dell’Azov e l’accesso al Mar Nero, cosa che le forze russe hanno raggiunto, ritiene l’esperta di diritto internazionale Cecily Hellsteveit. Foto: AP/NTB
Mostra di più

in attesa di contanti

A causa della sua posizione e dei suoi confini con la Russia, la Norvegia dovrebbe avere un rapporto diverso con il Cremlino rispetto a quello dei nostri vicini nordici e del resto d’Europa, che sarebbe molto difficile da difendere dai nostri alleati, le nazioni di Hellstevet.

Nessuno vuole apparire o essere ritratto come un traditore della società in un’epoca come la nostra, e molti si rifiutano di partecipare o di partecipare al dibattito, dove sorgono facilmente domande sulla propria lealtà o sul “ruolo di mercato per una potenza straniera”, lei scrive.

Hellestveit si aspetta che riceva critiche da alcuni ambienti, ma la prende alla leggera.

– Sono stato coinvolto in questo molte volte prima, ed è esattamente lo stesso meccanismo che conosco qui da altre guerre e conflitti. Hellstveit dice che alcune persone sono così strettamente legate a una delle parti in guerra che non accettano la natura del mondo.

– Ma posso essere picchiato un po’, ride.

READ  Jason, 49 anni, è morto 14 mesi dopo aver contratto il virus Corona