Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

L’ex presidente colombiano chiede perdono per l’uccisione di civili

L’ex presidente e vincitore del premio per la pace Juan Manuel Santos si scusa per la morte di migliaia di civili quando era ministro della difesa della Colombia.

Il vincitore del Premio per la pace Juan Manuel Santos è apparso venerdì davanti alla Commissione per la verità. Qui durante la cerimonia del Premio Nobel nel dicembre 2016. Foto: Vegard Wivestad Grøtt / NTB

pubblicato pubblicato

I militari colombiani hanno ucciso almeno 6.402 civili tra il 2002 e il 2008. Sono stati ritratti come combattenti nemici in modo che i soldati potessero riempire le quote e ricevere bonus, secondo le Forze Speciali per la Pace nel Paese (JEP).

– Non dovrebbe mai succedere. “Lo riconosco e mi scuso dal profondo della mia anima con tutte le madri e le loro famiglie che sono state vittime di questa atrocità”, ha detto venerdì Santos alla commissione per la verità del paese.

Incentivi per uccidere

Santos è stato ministro della Difesa dal 2006 al 2009 prima di ricoprire la carica di presidente dal 2010 al 2018. Nel 2016 è stato insignito del Premio Nobel per la pace con la sua controparte delle FARC per l’accordo di pace tra le parti del sanguinoso conflitto.

La Magistratura speciale per la pace e la Commissione per la verità facevano parte dell’accordo di pace.

Santos ha anche ammesso che la pressione per uccidere più nemici e la ricompensa per farlo erano senza dubbio incentivi per uccidere civili. Ma non li chiamerebbe omicidi sistematici.

Affronterà il Santos

In Colombia sono scoppiati più di 50 anni di conflitto armato tra i militari, i gruppi di guerriglia di estrema sinistra e i gruppi paramilitari di estrema destra.

READ  Nuovi dati sulla paura del vaccino di Sputnik:

Più di 220.000 persone hanno perso la vita durante la guerra civile e milioni hanno perso la casa.

Un gruppo di madri che si fanno chiamare Swacha Mothers dopo le dichiarazioni dice che vorrebbe incontrare Santos in modo che possa guardarle negli occhi. Avevano tutti figli che sono stati uccisi e hanno combattuto per ottenere giustizia per i loro figli.

– Da più di 13 anni urliamo che i nostri figli non sono guerriglieri. Alla fine, l’abbiamo sentito dalla sua bocca, dicono della spiegazione di Santos della Commissione per la verità.

pubblicato