L’Iran aumenterà le sue esportazioni di petrolio a 4 milioni di barili al giorno, rispetto a 3,6 milioni. barili al giorno

0
2
L’Iran aumenterà le sue esportazioni di petrolio a 4 milioni di barili al giorno, rispetto a 3,6 milioni.  barili al giorno

L’Iran ha approvato un piano per aumentare le esportazioni di petrolio greggio a quattro milioni di barili al giorno. Lo riferisce l’agenzia iraniana Tasnim News Agency, senza specificare quando aumenteranno le esportazioni di petrolio.

Il sito web iraniano ha riferito che il Consiglio economico guidato dal presidente iraniano ad interim Mohammad Mokhber ha approvato un piano per aumentare la produzione di petrolio del paese da 3,6 milioni di barili al giorno a 4 milioni di barili al giorno. CNBC.

La produzione e le esportazioni di petrolio dell’Iran sono aumentate negli ultimi anni nonostante le severe sanzioni statunitensi volte a limitare gli investimenti esteri e vietare le esportazioni di petrolio.

L’Iran è un importante produttore all’interno dell’Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio (OPEC).

Gli Emirati Arabi Uniti aumentano la propria capacità prima del previsto

Tra gli stati membri ci sono gli Emirati Arabi Uniti, che domenica, secondo fonti anonime riferite a Bloomberg, sono sulla buona strada per raggiungere l’obiettivo di aumentare la capacità di produzione di petrolio prima del previsto.

La compagnia petrolifera nazionale di Abu Dhabi (ADNOC) dovrebbe raggiungere la sua capacità produttiva di 5 milioni di barili al giorno entro la fine del 2025 o l’inizio del 2026, superando il suo obiettivo originale del 2027.

Per l’anno 2024, gli Emirati Arabi Uniti operano con una quota di produzione OPEC+ di 3,219 milioni di barili al giorno, ovvero circa due terzi della capacità produttiva del Paese.

All’ora di chiusura, sabato, un barile di petrolio Brent (petrolio del Mare del Nord) è stato scambiato in rialzo dello 0,93% a 82,12 dollari al barile, mentre un barile di greggio West Texas Intermediate (West Texas Intermediate) è stato scambiato in rialzo dell’1,11% a 77,72 dollari al barile.

READ  Non è annegato nel Mar di Melonia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here