Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– Ma stai scherzando?

NEW YORK (Dagbladet): il 1 giugno dello scorso anno, la polizia ha ripulito la piazza Lafayette dai manifestanti usando granate al pepe, gas lacrimogeni e granate fumogene.

I manifestanti facevano parte della violenta reazione negli Stati Uniti dopo l’uccisione di George Floyd da parte dell’agente di polizia Derek Chauvin a Minneapolis il 25 maggio dello scorso anno.

Poco dopo la rimozione dei manifestanti, l’allora presidente degli Stati Uniti Donald Trump con il procuratore generale William Barr, il capo di stato maggiore Mark Meadows e il portavoce Kayleigh McEnany hanno attraversato Lafayette Square fino alla chiesa episcopale di St. John. Lì, Trump ha sollevato una Bibbia mentre veniva fotografato.

proteste: Prima del discorso di nomina del presidente Donald Trump, grandi folle si sono radunate per protestare fuori dalla Casa Bianca. Video: NTB Scanpix
Mostra di più

inaccettabile

Da allora, diversi media statunitensi hanno riferito che l’area è stata ripulita dai manifestanti perché Donald Trump avrebbe avuto una sessione fotografica con la Bibbia.

ma in un modo nuovo relazione di revisione L’ispettore generale del Ministero degli Interni ha affermato che la polizia fuori dalla Casa Bianca non era a conoscenza del piano di Trump e che si trattava comunque di un piano per spostare i manifestanti in un edificio lontano dalla Casa Bianca.

Prima che lo stesso Trump uscisse, Barr era fuori a parlare con la polizia. Si dice che abbia esortato la polizia a trasferire i manifestanti a causa di Trump, ma è stato respinto dalla polizia, secondo il rapporto.

Parlare alle persone: – Queste non sono manifestazioni pacifiche, questo è terrorismo. È quanto ha affermato il presidente degli Stati Uniti Donald Trump in un discorso la sera di martedì 2 giugno. Video: Dagbladet TV e AP
Mostra di più

Menziona anche un meraviglioso scambio di parole tra Barr e il poliziotto che ha avuto l’iniziativa sul posto.

– Queste persone rimarranno qui quando il presidente uscirà? ha chiesto il procuratore generale di Trump.

– Ma stai scherzando? Il poliziotto, che non era a conoscenza dell’uscita di Trump, ha risposto.

READ  Corona in Europa: un nuovo pugno di ferro per il virus

Quindi il poliziotto chinò il capo per la vergogna e se ne andò, secondo il rapporto, secondo il rapporto AP.

Un piano prima di Trump

“La polizia del parco aveva già pianificato di sgomberare l’area e aveva iniziato ad attuare un piano operativo diverse ore prima di venire a conoscenza di una potenziale visita presidenziale al parco”, ha dichiarato l’ispettore generale Mark Lee Greenblatt in un comunicato stampa.

Secondo il rapporto, la decisione di rimuovere i manifestanti era giustificata, ma le varie autorità di polizia della zona non sono riuscite a comunicare efficacemente tra loro e non hanno avvertito i manifestanti che avrebbero sgomberato l’area.

Diversi dipartimenti di polizia hanno iniziato a fare pressione sui manifestanti prima che i manifestanti fossero adeguatamente avvertiti.

Il brutale confronto e la sessione fotografica nella chiesa sono avvenuti dopo diversi giorni di accresciuta tensione e alcuni violenti scontri e atti di vandalismo a Washington, DC. Molti manifestanti si sono radunati intorno alla Casa Bianca, la stragrande maggioranza dei quali pacifica.

In sicurezza: Venerdì 29 maggio il presidente Donald Trump è stato inviato in rifugi di emergenza sotto la Casa Bianca, mentre i manifestanti si sono radunati fuori dall’edificio. Video: AP
Mostra di più

L’uso di gas lacrimogeni

Trump ha poi affermato che il sindaco della città, Muriel Bowser, non era in grado di mantenere la legge e l’ordine, e quindi ha chiesto la propria risposta di sicurezza.

Secondo il rapporto, una squadra del Bureau of Prisons è arrivata sul posto alla fine del 1° giugno. Non hanno ricevuto un briefing completo e hanno sparato pallottole di peperoncino contro i manifestanti, contrariamente alle istruzioni di un agente di polizia della polizia del parco, che ha ricevuto l’ordine sul posto.

READ  Corona, Sudafrica: un nuovo tipo di Corona fa paura

Il rapporto rileva inoltre che la Polizia del Parco e il Servizio Segreto, il dipartimento di polizia responsabile della sicurezza del presidente, non condividevano un canale radio per comunicare.

La scarsa comunicazione e coordinamento potrebbero aver contribuito a creare confusione durante l’operazione, ha scritto l’ispettore generale.

Ha anche cercato di capire una delle grandi domande sull’incidente: chi nella polizia ha usato i gas lacrimogeni per scacciare i manifestanti pacifici? Secondo il rapporto, si trattava di agenti di polizia della polizia cittadina, di stanza a un isolato di distanza.

Piazza della materia delle foglie nere

La polizia ha ricevuto pesanti critiche per essere stata troppo brutale e conflittuale durante l’incidente. Tra l’altro, hanno iniziato a disinfettare l’area prima delle 19:00, momento in cui è stato imposto il coprifuoco.

Secondo il rapporto, la polizia del parco pensava che il coprifuoco fosse irrilevante.

– Non imponiamo un coprifuoco programmato. Siamo un’entità federata. Secondo il rapporto, non stiamo lavorando direttamente con il sindaco, ha detto un capo della polizia del parco.

La piazza fuori dalla chiesa dove Trump si trovava con la Bibbia è stata da allora ribattezzata Black Lives Matter Plaza e Black Lives Matter scritto in gigantesche lettere gialle per strada.