Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Matt Desmond Tutu – NRK Urix – Notizie e documentari stranieri

Toto ha vinto il Premio per la Pace nel 1984 e ha preso parte alla guerra contro il regime dell’apartheid in Sud Africa.

“La morte dell’arcivescovo è un nuovo capitolo nel lutto per l’addio della nostra nazione a una generazione di eminenti sudafricani che ci ha lasciato in eredità un Sudafrica liberato”, ha affermato il presidente Cyril Ramaphosa in una nota. Notizie 24.

Ogni venerdì mattina, fino a poco tempo fa, appariva su un piccolo altare laterale nella cattedrale di St George a Cape Town.

Con un bastone e l’aiuto di un vicario, si avvicinò barcollando all’altare. Desmond Tutu ha concluso i viaggi, la politica e le feste internazionali.

L’unica cosa rimasta erano alcuni gloriosi momenti del venerdì mattina negli anni ’70. Tutu, nostro Signore, e un piccolo gruppo di credenti.

Dietro l’altare c’era lo stesso vecchio.

Desmond Tutu balla durante una visita negli Stati Uniti nel 2008.

Foto: Denis Farrell/AP/NTB Scanpix/Ap

ho il cancro

Ora ha pregato anche le sue ultime preghiere, e se è andato come ha predicato, è probabile che ora sia seduto alla sinistra di suo padre.

Ha vissuto negli ultimi anni a Cape Town, in Sudafrica. Toto ha lottato negli ultimi anni a causa del cancro alla prostata.

Desmond Tutu rimarrà uno dei leader ecclesiastici più importanti del mondo. Non c’è un principe in una grande chiesa, ma un vescovo acuto in battaglia e fervente in una fiorente cattedrale africana.

Era un leader carismatico della lotta contro l’apartheid, ha partecipato a mediazioni di pace e ha rimproverato il mondo occidentale per il suo trattamento dei poveri.

Nelson Mandela e l'arcivescovo Desmond Tutu

Nelson Mandela e il vescovo Desmond Tutu.

Foto: ALEXANDER JOE / Afp

Nella sua lotta creativa contro il razzismo, ha coniato il termine “nazione arcobaleno” per il Sudafrica.

Un tempo era il colore della pelle a causare il conflitto. Ora i colori dovevano essere visti come un arricchimento del paese. Il capolavoro della sua vita è la Commissione per la verità e la riconciliazione. In qualità di leader, ha interrogato gli attori più oscuri dell’era dell’apartheid e li ha lasciati andare.

È stato un atto di riconciliazione che potrebbe aver salvato il Paese da conseguenze amare e traumatiche, ma è stato comunque controverso. Il risarcimento è stato minimo, ed è stato giusto rilasciare gli assassini?

uguali diritti per tutti

Desmond Tutu è nato a Klerksdorp nel 1931. È cresciuto nelle zone povere di Johannesburg, dove suo padre era un insegnante.

Egli stesso lo divenne, ma si rivolse alla teologia. Negli anni ’70 divenne noto a livello internazionale per i suoi oppositori dell’apartheid.

Come Decano, ha fatto quattro richieste alle autorità: uguali diritti per tutti, abolizione delle leggi sui passaporti che obbligano tutti i neri a possedere il passaporto, l’introduzione di un sistema educativo nazionale comune e l’arresto di tutti i reinsediamento forzato dei neri.

Totò ha incontrato il re

La coppia reale in visita ufficiale a Cape Town, Sud Africa nel 2009. King Harald e Desmond Tutu ricevono un caloroso benvenuto prima del pranzo al Table Bay Hotel di Cape Town in occasione della loro visita di stato.

Foto: serud, Lise/NTB scanpix

Soweto

Quando la polizia ha attaccato gli studenti della scuola in protesta a Soweto nel 1976, Toto era presente.

Ha cercato di proteggere i giovani, ma quel giorno 700 sono stati uccisi.

Da allora, ha guidato la campagna internazionale per imporre sanzioni al Sudafrica. È stato visto come un tradimento dal regime dell’apartheid. Rendilo più vulnerabile.

Norvegia

Tutu divenne Segretario Generale del Consiglio della Chiesa del Sud Africa. Gli ha fornito una piattaforma che lo proteggeva dagli abusi e allo stesso tempo un budget di viaggio e una piattaforma per il lavoro internazionale.

Lo legava strettamente alla Norvegia, che attraverso un complesso sistema monetario trasferiva denaro dal Ministero degli Affari Esteri al suo lavoro nel sud. Erano diverse centinaia di milioni di corone.

L'arcivescovo Desmond Tutu con il presidente del comitato Nobel nel 1984 Egil Arvik

L’arcivescovo Desmond Tutu con il presidente del Comitato Nobel 1984, Egil Arvik.

Foto: Thorberg, Erik / Scanpix

“Chi è contro di noi?”

È stato insignito del Premio Nobel per la pace nel 1984. La conferenza sul Nobel si è conclusa quasi come un sermone, ma in tono pacato e rude: “Se Dio è con noi, chi è contro di noi?”.

Ha ricevuto numerosi premi nel corso della sua vita ed è stato particolarmente lieto di essere nominato dottore onorario presso l’Università di Tromsø nel 1994.

È stato il primo arcivescovo anglicano nero di Città del Capo quando è stato nominato nel 1986. Si è trasferito in una tenuta vescovile situata in una zona bianca, vietata ai neri.

Non gli interessa. A proposito, non il governo. Prendeva molto sul serio la sua vita spirituale interiore e meditava molto. Ha anche trascorso del tempo sulla sua moto sportiva, fissandola su una foto incorniciata del suo collega sul muro, Papa Giovanni Paolo II.

Desmond Tutu e sua moglie Leah

Toto e sua moglie Lea nella loro casa a Cape Town nel 2015.

Foto: Benny Jules/AP

nuovo ruolo

Quando Nelson Mandela stabilì il suo governo nel 1994, Tutu disse che d’ora in poi il ruolo della chiesa sarebbe stato nuovo.

Ora dovevi essere un cane da guardia monetario e assicurarti che il denaro pubblico andasse ai più poveri e che la politica fosse per le persone e non per i politici.

Li ha attaccati per le loro nuove abitudini lussuose, le auto costose e i loro abiti costosi. Da allora, le critiche di Totò si sono fatte più intense.

Si credeva che la costruzione della casa massiccia producesse solo nuove città povere. Il presidente Thabo Mbeki è stato criticato per il suo fallimento nei confronti dei malati di AIDS. Ha chiesto al presidente in carica Jacob Zuma di dimettersi dopo aver esposto la corruzione.

Homecamp

La sua ultima battaglia è stata l’omosessualità. È stato citato come dicendo: “Se tutti gli omofobi vanno in paradiso… preferirei andare da qualche altra parte”.

Confronta i diritti dei gay nella società e nella chiesa con la lotta per l’apartheid.

Poi sua figlia, Mpho, è anche lei lesbica e sposata con una donna. È stato un giorno triste per Totò quando la figlia, ordinata sacerdote, ha dovuto rinunciare alla sua ordinazione per questo motivo.

L’amico di Mandela

Desmond Tutu era vicino a Nelson Mandela. Fu nella casa arcivescovile che Mandela trascorse la sua prima notte di libertà nel 1990.

Hanno fatto piani per la Commissione per la verità e la riconciliazione. Ma le critiche alla leadership di Tutu dell’ANC sono diventate troppo per il partito al governo, e si sono presi una bella vendetta.

Toto non ha avuto un ruolo al funerale di Mandela nel dicembre 2013. Sì, non è stato nemmeno invitato.

ballerino

Quando Desmond Tutu fu ordinato vescovo, dovette stare fuori dalla cattedrale, secondo la tradizione anglicana, e bussare alla porta con il suo bastone vescovile.

Le porte si aprirono ma lui non andò al suo altare. Danza. Poiché così era pieno di risa e di gioia, e di tremante allegria della fede, trasmessa terrenamente nella lingua del popolo.

Gli africani lo adoravano. Ha avuto con noi un sentimento che trascende ogni comportamento o linguaggio ecclesiale.

Una volta gli ho chiesto della storia dell’uomo bianco in Africa.

Mi ha spiegato in trenta secondi: “Quando l’uomo bianco è venuto qui, ci ha chiesto di incrociare le mani e chiudere gli occhi. Poi abbiamo pregato. Quando abbiamo aperto gli occhi, ha preso la terra. Ma abbiamo conservato la Bibbia!” !

Poi ha aggiunto: “Penso che dovremmo inviare alcuni missionari in Europa”.

Forse ha parlato da solo.

READ  Due americani sono stati condannati all'ergastolo per l'omicidio di un poliziotto in Italia - VG