Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– Siamo pienamente consapevoli dei rischi – E24

Trasferimenti di denaro internazionali e prestiti garantiti in criptovaluta sono alcune delle idee che la famiglia Kjos ha per il loro prossimo progetto bancario. Ma prima Finanstilsynet deve dire di sì.

KRYPTOBANK INIZIA: Bjørn Kjos e la sua famiglia sono i maggiori proprietari dello scambio blockchain norvegese, che è quotato su Euronext Growth questa settimana.

Inserito: Inserito:

Ora stiamo cercando di far conoscere la piattaforma di trading. Poi c’è il passo successivo. Ora stiamo creando una banca in grado di occuparsi delle transazioni, dice Bjørn Kjos a E24.

La Borsa Norvegese (NBX) è stata recentemente quotata sul primo exchange di criptovalute alla Borsa di Oslo.

NBX è attualmente un luogo di scambio per l’acquisto, la vendita e la conservazione di criptovalute, ma si è rivolto a Finanstilsynet per diventare il cosiddetto società di moneta elettronica Essere in grado, tra l’altro, di gestire servizi di pagamento in criptovaluta.

Il piano è quello di richiedere a Finanstilsynet una licenza per condurre operazioni bancarie nel secondo trimestre del prossimo anno, diventando la prima banca crittografica norvegese.

Kjos riconosce i rischi del progetto.

Ci sono sempre dei rischi, ma siamo noi che abbiamo creato la Norges Bank. Non siamo conosciuti per costruire banche. Siamo pienamente consapevoli dei rischi quando si tratta di tecnologia cripto e blockchain, afferma Kjos.

“Se ci fosse qualcosa in cui ci trovavamo davvero rischioso, sarebbe probabilmente la compagnia aerea”, dice.

Keos si è dimesso nel 2019 da presidente della Norvegia dopo 17 anni dietro le sbarre. L’anno successivo, la compagnia aerea era sull’orlo del fallimento quando scoppiò l’epidemia. È stato salvato, ma i valori per gli azionisti sono stati persi.

La famiglia Kjos ha avviato lo scambio di criptovalute nel 2018. Mentre Bjørn Kjos è il presidente, suo genero Stig Kjos-Mathisen è l’amministratore delegato. La famiglia è la più grande proprietaria di circa il 40 per cento delle azioni.

Leggi anche

I fan di Bitcoin anticipano una rivoluzione: – Bitcoin sarà tutto o niente

– Il primo passo sulla strada sono le società di moneta elettronica. Lì abbiamo un’applicazione con Finanstilsynet. Kjos-Mathisen dice che questa non è una giostra neanche per loro.

Il direttore della NBX Stig Kjos-Mathisen con il direttore delle comunicazioni Liv Freihow

“Una volta ottenuta la licenza, costruiremo per diventare una banca”, afferma.

Il prestito ipotecario propone l’arte della criptovaluta

Secondo Kjos-Mathisen, la banca utilizzerà la tecnologia blockchain per trasferire valori tra individui, aziende o banche, che sarà la più grande differenza rispetto alle banche tradizionali.

Si ritiene che i costi di transazione saranno inferiori.

Perché non devi passare attraverso tre o quattro istituti finanziari per inviare un valore.

Leggi anche

I manager ritengono che la criptovaluta farà il calo maggiore nel 2022

Indica altri esempi di ciò che separerà questa banca crittografica dalle banche tradizionali. Kjos-Mathisen ritiene che la pratica del prestito con garanzia in un mutuo possa fare un passo nel mondo digitale.

– Oggi hai l’arte della codifica digitale. Se hai una targa oggi probabilmente puoi ottenere un mutuo su di essa. È improbabile che l’arte della crittografia abbia successo. Ma noi, con la tecnologia che abbiamo, potremo ipotecarla con noi e prenderla in prestito, per esempio.

Kjos-Mathisen crede che la tecnologia blockchain, tra le altre cose, possa rendere i trasferimenti di denaro internazionali più veloci e facili di oggi.

Il problema più grande è il rischio di controparte lungo tutta la catena finanziaria. Se invii negli Stati Uniti o in Svizzera, è probabile che ci siano almeno tre banche nel mezzo. Rischiano tutti la valuta perché ti stabilisci più tardi. Devono averlo pagato.

Continua a leggere E24 +

Mostra il valore di $ 0,0003467% in criptovaluta

– Qual è lo stato dei piani bancari?

– Abbiamo davvero fatto molta strada. Abbiamo costruito la tecnologia blockchain che è la base di quelli che crediamo saranno i sistemi bancari del futuro, afferma Bjørn Kjos.

I sistemi bancari che esistono oggi sembrano belli, ma lo sono dopo ogni 50 o 75 anni. È una tecnologia completamente diversa su cui stai costruendo oggi. Pertanto, può anche essere fatto a un prezzo molto più economico, crede.

Attenzione ai pericoli della criptovaluta

La borsa norvegese è attualmente registrata con Finanstilsynet.

secondo Supervisore La criptovaluta è in gran parte non regolamentata, senza tutele legali dei consumatori per gli acquirenti. Oltre allo screening per il riciclaggio di denaro, Finanstilsynet non esegue la scansione delle piattaforme di trading norvegesi alla ricerca di criptovalute.

Finanstilsynet ha anche ripetutamente messo in guardia le persone sui pericoli del trading di criptovalute.

Una delle cose su cui siamo chiari nei nostri termini di utilizzo è che è rischioso investire in criptovalute rispetto alla volatilità. Abbiamo anche una selezione di ciò che includiamo, afferma Kjos-Mathisen.

“Penso che la maggior parte delle persone si renda conto che il mercato delle criptovalute è volubile, dice.

Permesso di operare come società di moneta elettronica Fa diverse richieste società e supervisione Monitora la conformità ai requisiti di licenza. NBX ha presentato la sua domanda nell’agosto dello scorso anno e si aspetta una risposta entro un “tempo relativamente breve”, secondo il documento di quotazione.

Leggi anche

Finanstilsynet chiede all’exchange di criptovalute Binance di fermare le “attività illegali”

I regolamenti oggi non sono adeguati al nuovo mondo finanziario in crescita. Ma penso che tu possa lavorarci bene. Kjos-Mathisen afferma che Finanstilsynet sta ricevendo un’adeguata supervisione e l’opportunità di assumere il controllo dell’attività.

Cita un esempio di quelle che secondo lui sono le sfide con l’attuale regolamento.

– Gestiremo i servizi di pagamento con valuta virtuale. Uno dei prerequisiti è la gestione di un servizio di pagamento utilizzando un metodo di pagamento. La criptovaluta è un mezzo di pagamento o no? Lì ho effettivamente affrontato la prima sfida quando si trattava di definizione.

Crescita: passeremo altri 50.000 utenti della piattaforma alla fine dell’anno, afferma Stig Kjos-Mathisen, CEO di NBX.

Bjørn Kjos dice che spera di acquisire maggiori conoscenze sulla tecnologia blockchain.

– Oggi è collegato al fatto che c’è qualcosa che fanno i bastardi. Ma devi essere un cattivo cieco per eseguire la crittografia, perché puoi essere rintracciato. Le bande operano con denaro materiale non rintracciabile.

Continua a leggere E24 +

L’arte della crittografia ha invaso il mondo intero. Ora l’industria finanziaria si butta.

Dice che NBX ha investito molti soldi nella costruzione di piattaforme sicure, un sistema in cui “il riciclaggio di denaro non dovrebbe mai essere possibile”.

Vogliamo che sia il più aperto possibile, così le persone possono capire di cosa si tratta.

attacco dati

Diversi exchange di criptovalute sono stati attaccati dagli hacker negli ultimi anni.

La scorsa estate, la piattaforma Poly Network ha annunciato un attacco informatico, in cui gli hacker sono fuggiti con più di 600 milioni di dollari di criptovaluta, o circa 5,4 miliardi di NOK.

Kjos-Mathisen afferma che NBX ha riscontrato tentativi di attacchi informatici.

– Dice che hackerare società di criptovalute è la rapina in banca dei nostri tempi e aggiunge:

– Naturalmente prendiamo molto sul serio la sicurezza. Abbiamo avuto diversi tentativi di micro-attacchi contro di noi che abbiamo rilevato e monitorato. Non abbiamo avuto tentativi riusciti.

Richieste dalle banche

Finora il titolo della borsa norvegese ha ricevuto un’accoglienza tiepida. Dal prezzo di apertura di 9,5 corone questa settimana, è sceso a 8,5 corone.

La società non ha aumentato il suo nuovo capitale quando è stata quotata in borsa e al momento non ha piani per questo, secondo Björn Keuss.

– Ma ovviamente quando richiediamo una licenza bancaria, dobbiamo vedere che tipo di requisiti vengono da Finanstilsynet.

– Ma ci sono molte banche che ci hanno contattato per chiedere se possono aderire. Quindi ci sono diverse strade da percorrere. Come dice lui, non è nemmeno scontato che raccoglieremo fondi.

READ  Chief Economist presenta Bitcoin -