Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Membro della settimana di Tekna: – Hai scritto che il database è molto impreciso

Ogni settimana poniamo le stesse 10 domande a diversi membri di Tekna. Il viaggio di questa settimana Tord Aronsen (31):

professione: Oggi lavoro come informatico nel dipartimento delle tasse.

formazione scolastica: Ho una laurea in Fisica e Matematica, un master in ingegneria alla NTNU, con specializzazione in fisica teorica.

– Qual è la tua routine mattutina?

– Al mattino faccio 2-3 sveglie prima di alzarmi e faccio un allenamento sotto forma di corsa o in bicicletta per andare al lavoro o allenamento in palestra se il tempo è brutto. Ultimamente lavora per lo più a causa del Ministero degli Interni.

Come ti sembra una normale giornata di lavoro?

Lavoro a progetto, quindi dipende dal fatto che tu sia nella fase di pianificazione di un progetto o meno. Quindi la maggior parte del tempo è dedicato al lavoro amministrativo e al dialogo tra le diverse risorse. A parte questo, cerco di passare la maggior parte del mio tempo a sviluppare nuove analisi o strumenti.

– Le dotazioni del bagno includono asciugacapelli e set di cortesia?

– Attualmente sto sviluppando un nuovo strumento, che consente, tra l’altro, di monitorare tutti i processi di ammortamento di tutte le immobilizzazioni in aziende e grandi gruppi. Infatti, i beni strumentali possono essere di proprietà di più società, ognuna delle quali deve avere la propria quota di ammortamento. Questo può rendere difficile la conformità per gli esseri umani, ma è un lavoro perfetto per una macchina.

Quali sono i tuoi attributi più forti sul lavoro?

– Ho il lusso di poter scegliere progetti che mi interessano, quindi il mio tratto più forte è il mio impegno nei progetti su cui sto lavorando, insieme ad una buona conoscenza del settore. Mi piace distogliere lo sguardo e concentrarmi sull’obiettivo generale. È facile perdersi nei dettagli piccoli e spesso meno importanti.

READ  Sul davanzale della finestra a St. Joseph - Dagsavisen

Qual è la cosa più divertente/strana che tu abbia mai provato al lavoro?

– Eheh, deve esserci stata una volta in un lavoro precedente in cui ho scritto a un cliente che il database era troppo impreciso per me per iniziare il progetto, ed è stato allora che ho ricordato una poesia che diceva: “Molto dal punto di vista la tecnologia è un dono di Dio ma chi è il Signore e chi è lo schiavo?” – Pete Hein.

– Perché hai scelto questa professione?

– Durante la mia tesi di master, avevo bisogno di machine learning. Ero molto affascinato dal modo in cui questi programmi erano in grado di produrre valutazioni avanzate, quindi ho voluto lavorarci. Quando l’apprendimento automatico viene eseguito correttamente, i risultati possono essere piuttosto sorprendenti. Abbiamo appena scalfito la superficie di ciò che è possibile qui.

– Perché ti sei organizzato?

L’appartenenza beneficia prima di tutto, ma apprezzo avere una gilda dietro di me negli ultimi anni.

Come possiamo reclutare al meglio bambini e giovani per scegliere la scienza?

Scienza e scienza sono guidate dalla curiosità, e chi è più curioso di un bambino? Penso che i bambini adoreranno un’ora in cui tutte le domande saranno valide e insieme cerchiamo di trovare le migliori risposte possibili.

Che effetto ha avuto su di te l’anno con Corona?

– Direi che la quotidianità è diventata più fluida. A Bodo non avevamo le procedure più rigorose, quindi ero principalmente in grado di scegliere dove volevo lavorare. Diventa più consapevole del livello di attività e dei periodi di riposo durante la giornata lavorativa.

READ  KMD ha raggruppato l'intero universo in cinque stanze

Come pensi che sarà la tua professione tra 10 anni?

– Penso a come era il mondo 10 anni fa. Quindi non è passato molto tempo da quando ho ricevuto il mio primo iPhone e la qualità delle app era molto più bassa. Tra 10 anni, credo che l’informatica sarà una parte importante della società. In particolare, penso e spero che sarà una parte importante del processo decisionale per i clinici.