Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Microsoft acquista Activision Blizzard per 600 miliardi di NOK

Microsoft acquista Activision Blizzard per 600 miliardi di NOK

Protegge Diablo, COD e WoW per Xbox e PC.

Alcune delle serie di giochi Activision Blizzard sono ben note.

Microsoft avvisi Martedì pomeriggio, hanno acquistato Activision Blizzard per l’incredibile cifra di 68,7 miliardi di dollari, o poco più di 600 miliardi di corone.

L’editore di giochi dietro famose serie come Diablo, World of Warcraft, Overwatch, Warcraft, Call of Duty e Starcraft. Titoli che ora probabilmente vedrai principalmente su console Xbox e PC Windows di Microsoft.

L’acquisizione è la più grande mai realizzata da Microsoft e in un comunicato stampa hanno scritto che dopo l’acquisizione sarebbero stati il ​​terzo editore di giochi più grande al mondo, superato solo da Tencent e Sony.

Microsoft afferma che prevede di portare molti franchise di giochi di Activision e Blizzard al loro servizio Gamepass dopo il completamento dell’acquisizione.

Gamepass è un servizio in abbonamento che fornisce l’accesso a tutti i giochi degli studi di Microsoft per un importo mensile, al momento in cui scrivo 125 kr, tramite PC o console Xbox.

Microsoft afferma di avere più di 25 milioni di abbonati al servizio.

Di recente, Activision Blizzard è stata sottoposta a forti pressioni da parte di fan, partner e investitori. I dipendenti hanno segnalato molestie e l’azienda ha una cultura per questo che non sembra essere affrontata.

Le accuse hanno raggiunto anche i livelli più alti dell’azienda, con lo stesso presidente Bobby Kotik sottoposto a specifiche accuse di comportamento inappropriato nei confronti dei dipendenti.

Si dice che abbia minacciato tra l’altro uccidere uno dei suoi compagni. Si dice anche che abbia fatto pressioni per far cadere le accuse di abusi contro il suo capo in un altro studio Activision.

Più di 40 dipendenti Activision Blizzard hanno lasciato la scorsa estate. Il giornale di Wall Street Scrive che l’azienda ha ricevuto più di 700 reclami scritti.

L’estate scorsa lo erano citato in giudizio dallo stato della California per le misere condizioni di lavoro dei dipendenti. Nei giornali che hanno costituito la base della causa, abbiamo potuto leggere, tra l’altro, come i dipendenti di sesso maschile trasferissero il lavoro alle colleghe, scherzassero sullo stupro e parlassero in modo denigratorio delle donne. Si dice anche che alle dipendenti donne siano state negate promozioni in diverse occasioni, nonostante potessero indicare risultati migliori rispetto ai loro concorrenti maschi.

Un leader nominato per ripulire la cultura tossica alla fine dello scorso anno ha scelto di dimettersi dall’incarico. Accadde pochi mesi dopo, dopo aver scoperto, tra l’altro, di essere pagata meno di altre con responsabilità simili e benefici precedenti.

Nonostante le proteste dei dipendenti, le indagini statali e le pressioni degli investitori, il consiglio di amministrazione di Activision Blizzard ha rinnovato la fiducia in Kotick nel novembre dello scorso anno. Microsoft conferma che continuerà anche, almeno per ora, a guidare Activision Blizzard.

Per quanto riguarda le accuse, il CEO di Microsoft Xbox Phil Spencer ha dichiarato:

Crediamo che il successo creativo e l’indipendenza vadano di pari passo con il trattamento di tutti con dignità e rispetto. Ci aspettiamo che tutti i team e i leader seguano questo impegno. Non vediamo l’ora di espandere la nostra cultura di inclusione proattiva di grandi team in Activision Blizzard”.

Quando sono diventate note le numerose accuse sulle condizioni di lavoro di Activision Blizzard, Spencer ha annunciato che la gestione di Xbox Prenderesti in considerazione di lavorare con l’azienda? e apportare modifiche.

Finora sembra che Spencer sia migliore di Kotick.

Activision Blizzard non è il primo grande gioco di acquisizione che Microsoft ha realizzato negli ultimi anni. Nell’autunno del 2020 hanno acquistato Zenimax Media, famosa per le serie The Elder Scrolls e Fallout, per 7,5 miliardi di dollari.

All’epoca, avevano promesso che anche i giochi già disponibili su più piattaforme sarebbero continuati e non sarebbero stati esclusivi di Game Pass, ma allo stesso tempo hanno affermato che stavano pianificando giochi futuri probabilmente solo per piattaforme Microsoft. Non hanno menzionato nulla di simile per quanto riguarda l’acquisizione di Activision Blizzard.

Microsoft spera che l’acquisizione di Activision Blizzard venga completata entro la fine dell’anno fiscale 2023, ovvero nella primavera del prossimo anno. L’acquisizione è soggetta all’approvazione delle autorità di regolamentazione delle regioni in cui Activision Blizzard è costituita oggi.

READ  Finalmente ci sono buone notizie per Cyberpunk 2077