Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Microsoft promette 10 anni di Call of Duty su Nintendo

L’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft deve ancora ricevere l’approvazione ufficiale. Le autorità di molti paesi indagano in particolare sull’acquisto Sony ha espresso preoccupazione Su Microsoft che scappa con Call of Duty.

Microsoft è dalla sua parte Ha promesso che la serie di sparatutto sarebbe stata autorizzata a sopravvivere su PlayStation per diversi anni a venire. Ora la società sta andando ancora oltre nel suo tentativo di dimostrare che l’obiettivo non è quello di assicurarsi un monopolio di Call of Duty, e mercoledì il capo di Xbox Phil Spencer è stato in grado di annunciare accordi di collaborazione sia con Nintendo che con Valve.

Su Twitter, Spencer ha scritto che Microsoft è impegnata a pubblicare i giochi di Call of Duty su Nintendo per dieci anni. Il boss di Xbox potrebbe anche rivelare che la serie di sparatutto continuerà con lanci simultanei su PC su Steam. Ovviamente tutto dipende dal processo di acquisizione in atto.

L’articolo continua sotto il messaggio di Twitter.

Dieci anni di Call of Duty sono gli stessi di Microsoft Sony ha promesso. Tuttavia, il produttore di PlayStation non è stato attratto dai tentativi di Microsoft di raggiungere un accordo.

La nostra acquisizione porterà Call of Duty a più giocatori e più piattaforme che mai. Fa bene alla concorrenza e fa bene ai consumatori. Grazie nintendo. Quando Sony vuole sedersi e chiacchierare, siamo anche pronti a organizzare un accordo decennale per PlayStation, Microsoft ha detto il top Brad Smith.

Al momento non è chiaro come Microsoft intenda portare i giochi di Call of Duty sulle console Nintendo. Lo Switch ha un hardware molto più debole rispetto alle sue controparti Sony e Microsoft, ma Nintendo è riuscita a eseguire giochi più grandi prima di utilizzare il cloud gaming.

READ  EA Sports PGA Tour: sarà un'aquila o un doppio spauracchio? preliminari

In alternativa, Microsoft potrebbe chiedere ad Activision di sviluppare una variante più semplice, non dissimile da quanto l’azienda sta già facendo su mobile.

Da parte sua, Valve ha affermato di non vedere la necessità di promesse di lancio di Steam da parte di Microsoft. In una dichiarazione a Kotaku Gabe Newell ha affermato di vedere Microsoft come un partner affidabile che mantiene sempre le promesse.

Leggi anche: Warzone 2.0 avrebbe potuto essere approvato se questo fosse stato il primo tentativo dello sviluppatore di un battle royale »
Leggi anche: La risposta di Call of Duty a Tarkov è sorprendentemente divertente »