Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– Molto fastidioso – VG

Incontro: il primo ministro ungherese Viktor Orban e l’allora presidente degli Stati Uniti si sono incontrati alla Casa Bianca nel 2019.

Il controverso primo ministro ungherese ha precedentemente paragonato gli omosessuali ai pedofili e ha ricevuto dure critiche per il suo trattamento dei rifugiati. Ora Donald Trump lo sta abbracciando.

L’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump elogia il primo ministro ungherese Viktor Orban ed esprime pieno sostegno a lui in vista delle elezioni parlamentari in Ungheria.

Viktor Orban ama davvero il suo paese e vuole sicurezza per la sua gente. Ha fatto un ottimo lavoro proteggendo l’Ungheria, fermando l’immigrazione illegale e creando posti di lavoro. Ha dimostrato il suo attivismo e dovrebbe poter continuare a farlo dopo le elezioni. È un leader forte ed è rispettato da tutti, scrive l’ex presidente degli Stati Uniti.

Il sostegno di Trump “ovviamente” andrebbe a beneficio della posizione pre-elettorale di Orban, afferma Eric Locke, consulente del think tank liberale Civita.

Ma è preoccupante, secondo l’esperto americano.

Democrazia sotto pressione

Quando un leader di destra così ovvio negli Stati Uniti abbraccia un leader autoritario, è una brutta notizia per la democrazia. Sfortunatamente non è sorprendente, dice Locke, ma è comunque molto fastidioso.

Mostra inoltre che la democrazia liberale è sotto pressione in diversi luoghi del mondo, tra cui Ungheria, Polonia e Brasile ed è in liquidazione a Hong Kong, quindi è inquietante che un ex presidente degli Stati Uniti sostenga apertamente un capo di stato autoritario.

Esperto americano: Eric Locke è consulente presso il Center for Liberal Thought Civita.

Politico Scrive che questa non è la prima volta che Trump sostiene la campagna politica di un leader populista accusato di aver adottato un regime autoritario – e scrive che Trump ha dichiarato il suo sostegno al presidente brasiliano Jair Bolsonaro l’anno scorso.

READ  Gli Stati Uniti si vendicano dopo il terrore di Kabul - VG

Il quotidiano aggiunge che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha preso una posizione più dura contro Orban e che non ha invitato l’Ungheria prima del vertice sulla democrazia del mese scorso, nonostante la sua appartenenza all’Unione europea.

voglio attenzione

Locke crede che ci siano diversi motivi per cui Trump ha espresso sostegno a Orban.

Ama chi vince e vuole sostenerlo. C’è un elemento su Trump. Se Urban avesse rischiato di perdere, penso che sarebbe stato più attento nel farlo.

Aggiunge:

Forse questo è più un capriccio che un’importante valutazione strategica. Trovo spesso difficile vedere la strategia dietro ciò che sta facendo Trump.

Locke crede anche che il fatto che Trump voglia attenzione e che la paura dell’ex presidente sia diventata irrilevante.

Ora che non può accedere a Twitter e Facebook, questo è un modo per lui di rimanere nei media. La spinta narcisistica totalmente volgare di Trump nelle notizie non dovrebbe essere sottovalutata.

READ  Amazon ha vinto la Battaglia dell'Unione - E24

L’esperto statunitense e ricercatore senior presso il Dipartimento di studi sulla difesa, Sven Melby, scrive via SMS a VG che la dichiarazione di sostegno di Trump si inserisce in uno schema coerente in cui Trump mostra simpatia per l’autoritario. (tirannico, ndr) e leader populisti di destra.

Il supporto di Victor Urban si adatta bene in questo modo, scrive Melby.

Ricercatore senior: Sven Melby, Dipartimento di studi sulla difesa.

Lökke pensa che ora sarà interessante vedere cosa farà il resto del Partito Repubblicano dopo i commenti di Trump.

Se John McCain fosse stato vivo, lo avrebbe sgridato.

Tuttavia, si aspetta che non ci siano reazioni importanti da parte del Partito Repubblicano.

– Riflette un dibattito più ampio sulla democrazia negli Stati Uniti. Sfortunatamente, abbiamo un partito repubblicano che non ha una mentalità democratica, dice Locke.

uno unito

Orbán è il primo ministro ungherese dal 2010. Nelle elezioni di quest’anno, l’opposizione si è schierata dietro a un candidato, il conservatore Peter Markie Zay, che è forte nella sfida di Orbán.

Tra l’altro, Marki-Zay ha promesso di abrogare le leggi omofobe introdotte dal governo Orbán.

La legge vieta l’educazione e la propaganda che includa le minoranze sessuali. Si afferma inoltre che la legge è “protezione contro gli abusi sessuali sui bambini”.

L’ex ministro degli Esteri norvegese In Eriksen Soered Maschio questa estate Che la legge è uno dei peggiori esempi che abbiamo visto negli ultimi tempi, e un esempio del paese che continua il suo percorso lontano dallo stato di diritto e dalla democrazia.

Qui, un primo ministro e un governo introducono una legge che collega l’omosessualità e la pedofilia, ha detto Sorid, è assolutamente folle.

READ  I sopravvissuti chiedono alla Russia di assumersi la responsabilità durante il processo M17

Anche Urban ha ricevuto Critiche severe per il loro rifiuto di accettare la quota di rifugiati L’Unione Europea ha designato l’Ungheria.