Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Morten Hegseth parla francamente della liposuzione: – Mi vergogno

Morten Hegseth parla francamente della liposuzione: – Mi vergogno

Morten Hegseth si sente senza identità fin da quando era giovane. Cercando di capire chi è, parla di una vita piena di vergogna, ansia e omofobia – e glamour, liposuzione e Botox.

Pubblicato:

Profilo VGTV Morten Hegseth Reber, 37 anni, ha scritto nel suo libro Mr. Hell che sapeva di voler essere due cose da grande: “gay – e fama”.

Prima di diventare quest’ultimo, ha creato lui stesso titoli scandalistici sulle celebrità per TV 2, VG ​​​​e Se og Hør.

-Quale pensi sia il titolo più popolare del tuo libro?

– Liposuzione per “L’Isola dell’Amore”.

Hegseth ride, ma non pensa che sia divertente. Soprattutto, si vergogna.

Nel 2020 è stato il presentatore del programma norvegese “Love Island”. In TV voleva fare bella figura. Si è allenato a lungo con un personal trainer e ha seguito un programma dietetico. Ma togliere un piccolo grumo di grasso sotto l’ombelico non è bastato, come lui stesso lo descrive.

– Non potevo farlo, quindi ho pensato, sai una cosa? Adesso non posso più sopportare di pensarci. Quindi l’ho fatto.

Non lo ha detto a nessuno. Suo marito, Anders Reber, è stato l’unico a capire finalmente qualcosa.

READ  Principessa Ingrid riciclata: ho usato il cappotto di 19 anni di mia madre
Lo ha tenuto segreto: Hegseth non ha detto a sua moglie, Anders Reber, che si era sottoposto a liposuzione.  I due si sono sposati nel 2016. Questa foto è di loro all'inizio di quest'estate.

-Me ne vergogno moltissimo. Non vedi alcuna differenza. È la cosa più stupida che abbia mai fatto e me ne pento. Ma è qualcosa che mi è sempre rimasto impresso, fin da quando ho perso peso quando ero più giovane.

Anticipare le reazioni

Hegseth dice che quando era più giovane, dopo aver ricevuto un brutto commento sul suo corpo, mangiò il minimo indispensabile per circa un anno. Ha perso peso. Anche se non l’ha mai vissuto come un vero e proprio disturbo alimentare, ha lasciato il segno.

Adesso parla apertamente sia di liposuzione che di Botox, ed è pronto a prendersi uno schiaffo in faccia.

Lo scopo del libro è capire me stesso. Poi ci vuole onestà, anche su argomenti che non sono attraenti.

– Pensi all’effetto segnaletico di ciò che fai e di cui parli apertamente?

-Sono molto diviso nel condividere queste cose. Ma quando lo faccio per la prima volta, penso che sia importante contestualizzarlo in termini della mia educazione e del motivo per cui penso che sia un problema. Non penso che gli altri dovrebbero farlo, e non sono mai riuscita a recitare in una pubblicità di Botox.

– Non penso che una fronte liscia sia bella, ma è una cosa che ho anch’io. Lo faccio perché sono stupido e ho questo lavoro.

Modifica se stesso: come dice sulla sua giacca,

– Ipocrita e senza identità

-Capisci se ottieni reazioni?

– Sì, lo capisco. Sono stato molto attivo nel parlare di cose diverse dalla vita stretta e dalla simmetria facciale, e lo dico ancora.

READ  E il mio nome è spiritoso! Recensione libro: Herbjørg Wassmo: «My Man» - VG

Inoltre non crede che ciò che sta facendo costituisca un doppio standard.

-Ho sempre avuto dentro di me sentimenti contrastanti, che mi hanno sempre fatto sentire ipocrita e priva di identità. Questo fa parte del gioco e quindi devi scriverlo.

Per Hegseth la questione dell’identità è stata a lungo difficile.

Glitter e glamour: da bambino voleva diventare una celebrità.  Oggi Hegseth può adornarsi di titoli come profiler e giudice VGTV

-Soffrivo di una costante crisi d’identità. Non sono mai riuscito a stare fermo o a sapere chi ero. È stato liberatorio, ma anche molto difficile. Mi ha assicurato che soffrissi di molta ansia e depressione e che facessi cose che non avrei dovuto fare.

– Non riesci ad accontentarti del fatto che puoi fare più cose contemporaneamente?

– NO. E forse questa è una specie di conseguenza perché sono cresciuto con “questo è come dovrebbe essere un ragazzo” e “questo è come dovrebbe essere una ragazza”. Il ragazzo deve essere pratico come l’azzurro, e non avere sentimenti. La ragazza deve amare l’uncinetto rosa e le dita. E se così fosse, ero più una ragazza che un ragazzo.

SÅNN: Hegseth ha sempre avuto un forte impegno su argomenti come i ruoli di genere e il movimento LGBT.  Qui dalla Pride Parade di giugno.

Ha avuto una bella infanzia e una famiglia solidale. Ha tenuto per sé il fatto di essere gay, nonostante lo abbia scoperto quando aveva sette anni.

Hegseth racconta di quando ricevette una lettera che lo convinse di essere infetto HIV.HIV.L’HIV è un virus che indebolisce il sistema immunitario, rendendo il corpo più suscettibile alle infezioni e alle malattie. L’AIDS è la diagnosi utilizzata per l’infezione da HIV avanzata con complicanze. Fonte: sanità. Dopo sei anni di paura, pregiudizio e vergogna, ha finalmente osato sottoporsi al test – e il risultato è stato negativo.

READ  Shall We Dance: All Stars rivela le sfide:

Si apre sul marito: – Può essere libero

Ma circa dieci anni fa, la sicurezza è entrata nella sua vita, quando ha incontrato Anders Ripper, il suo esatto opposto.

Ma gli piace anche questo: quando Hegseth non è in TV o alle feste delle celebrità, è a casa a Nordstrand con sua moglie Anders, la figlia extra Tine e Labrador Olaf.  È la vita e il contrasto che ama.

Non nasconde che le contraddizioni possono creare sfide in una relazione. Durante Corona, si sono quasi lasciati.

– Ma non si trattava di lui, riguardava me, e tutto era soffocante. Non avevo alcuna libertà.

La libertà è presente in tutto il libro. In che modo Anders ti dà la libertà?

-Posso essere libero pur essendo al sicuro. Vivo la mia vita, lavoro molto e continuo a lavorare mentre siamo insieme. È molto paziente.

– Per me la libertà è importante. C’è una certa libertà di occuparsi della lotta gay e del femminismo, mentre allo stesso tempo sono un giudice di Skull at Dance e piango con la rumba. Per me è libertà, perché non mi metterò in una scatola e dirò: “Questo è quello che sono”.

Rivelata la diagnosi

Allora, in che modo questo libro lo ha aiutato a capire chi era?

RITROVARE SE STESSO?: Morten Hegseth dice che ha guadagnato più pace nel suo corpo, ma è anche un bene che non si sistemerà mai del tutto.

Dopo aver consultato uno psichiatra, ora ha un libro e una diagnosi di ADHD.

-Hai più pace nel tuo corpo adesso?

-La risposta è si. Ma anche il riconoscimento che non si è mai del tutto a posto. Anche questo va bene.

– Il famoso giornalista pensa che tu sia rimasto abbastanza scioccato dal libro allora? Perché conosci molte persone in questo settore, giusto?

– Sì, ma il progetto non è un passaggio di consegne all’industria delle celebrità. La persona che viene impiccata qui sono io.

  • Relativo a Morten Hegseth Massimo sociale, un’agenzia di profili interamente controllata da VGTV AS. Le valutazioni editoriali di VG vengono effettuate indipendentemente da ciò. Gli editori sono gratuiti. È disponibile una panoramica dei collegamenti ai profili che eseguono attività per VG Qui.
Pubblicato: