Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– Naturalmente influisce sul tasso di interesse – E24

– Naturalmente influisce sul tasso di interesse – E24

Il rapporto “Regional Grid” della Norges Bank potrebbe confermare se la banca centrale aumenterà o meno i tassi di interesse a metà mese. Ma questa settimana porta con sé anche l’apertura delle liste fiscali.

Pubblicato: Pubblicato:

Ti stai chiedendo quanto guadagna il tuo vicino? E mercoledì mattina presto sarà possibile effettuare nuovamente la ricerca negli elenchi delle imposte, quando l’Agenzia delle entrate svedese pubblicherà la versione 2022.

Le inserzioni tradizionalmente ricevono molta attenzione man mano che diventano note, ma ci sono anche cose molto più importanti in calendario la prossima settimana.

La decisione della Norges Bank sull’aumento o meno dei tassi d’interesse a dicembre verrà presa solo giovedì 14 dicembre. Ma questa settimana c’è un indicatore molto importante da parte della banca centrale.

Giovedì, Norges Bank presenta il quarto e ultimo rapporto dell’anno delle aziende della rete regionale di Norges Bank. In realtà la banca centrale è riuscita a pubblicare per errore parti del rapporto.

I dati diffusi mettono in dubbio la necessità di un nuovo rialzo dei tassi.

-Sono particolarmente entusiasta di ciò che le aziende si aspettano dalla crescita dei salari. Ciò ovviamente influisce sul tasso di interesse e fornisce segnali su ciò che attende la liquidazione dei salari in primavera, afferma il capo economista Kerry M. Knudsen della SpareBank 1 SR-Bank.

READ  Virgin Galactic ha completato il primo volo commerciale nello spazio

Ci aspettiamo che i tassi di disoccupazione aumentino negli Stati Uniti

Anche fuori dal mondo, la prossima settimana ci saranno numeri macro importanti.

Ancora più importanti, secondo il capo economista di DNB Markets Ingvild Borgen, sono i dati sull’occupazione di novembre dagli Stati Uniti che arriveranno venerdì pomeriggio.

– Ci aspettiamo che i numeri mostrino che la crescita dell’occupazione è leggermente aumentata, ma la disoccupazione è salita al 4%, ha scritto Borgen nel rapporto settimanale sul mercato DNB.

Se la società di intermediazione ha ragione nelle sue previsioni sulla disoccupazione, ora stiamo vedendo livelli negli Stati Uniti coerenti con una recessione, scrivono.

– Crescita reale abbastanza stabile

Ma all’inizio di martedì, il numero che probabilmente susciterà maggiore attenzione arriverà sulle tavole di questo paese. È allora che Eiendom Norge presenta i dati sui prezzi delle case per novembre.

Secondo la maggior parte degli esperti, i numeri mostreranno un ulteriore calo dei prezzi.

-Crediamo che ci sarà un calo marginale dello 0,2% nei dati destagionalizzati. Con il calo significativo dei prezzi delle case lo scorso autunno, i numeri di quest’anno ne hanno risentito. Quindi pensiamo anche che ce ne sarà uno NominativoNominativoLe cifre nominali rappresentano lo sviluppo rispetto al mese precedente. Per novembre il calo è dell’1,5%, afferma Sarah Midtgaard, capo economista della Handelsbanken.

READ  Gjensidige con forte calo degli utili dopo il maltempo - E24

Ci si aspettava che i tassi di interesse sarebbero aumentati in autunno e che lo sviluppo dei tassi nominali per il 2023 si sarebbe concluso a zero.

– Adesso queste previsioni sembrano un po’ spaventose, dice l’analista di Prognosesenteret Peder B. Hansen.

Egli ritiene che il calo dei prezzi di ottobre sia stato più debole del previsto. Pertanto, sono necessarie riduzioni molto significative dei prezzi negli ultimi due mesi dell’anno per raggiungere la completa stabilità dei prezzi delle case nel corso dell’anno.

Quest’anno la crescita reale sarà piuttosto piatta perché quest’anno gli aumenti dei prezzi per tutto il resto sono stati elevati, afferma Hansen.