Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Nave GNL in rotta verso l’Europa | DN

Per gran parte dell’anno, i clienti in Cina, Giappone e Corea del Sud hanno sovraperformato gli europei nei prezzi del gas naturale liquefatto (GNL). Questo tipo di gas è ampiamente utilizzato nelle centrali elettriche per generare elettricità.

Ora, tuttavia, le navi di GNL in rotta verso l’Asia stanno iniziando a spostarsi a metà strada per trasportare GNL ai clienti europei che sono disposti a pagare un premio significativo per il gas, scrive. Financial Times.

Questo accade dopo la grave carenza di gas in Europa, che ha portato i prezzi a livelli molto alti che prima non si vedeva nemmeno lontanamente.

Secondo il fornitore di dati energetici Platts, la differenza di prezzo tra le consegne in Europa e in Asia è ora la più alta di sempre.

Movimenti insoliti

Nel mercato, scrive il quotidiano, si possono vedere movimenti di navi molto insoliti, secondo Alex Frulli, analista di ICIS, che monitora le navi a GNL.

Pertanto, le navi americane, che erano in viaggio verso l’Asia o erano in Asia, si rivolsero all’Europa. Inoltre, si dice che sia la prima consegna australiana di GNL in Europa in dodici anni, dal 2009, quando due carichi furono spediti in Gran Bretagna e Francia.

freni russi

Il motivo del calo delle scorte è dovuto all’elevata domanda di gas a livello globale e al fatto che la Russia ha inviato pochissimo gas in Europa per diversi mesi.

Negli ultimi due giorni, le forniture di gas dalla Russia alla Germania attraverso il lungo e importante gasdotto Yamal-Europa sono state notevolmente ridotte. Martedì, diversi media hanno riferito che la fornitura di gas attraverso il gasdotto era stata completamente interrotta e che la Gazprom russa non aveva ordinato una capacità di esportazione martedì.

READ  Cresce il rialzo della Borsa di Oslo - E24

L’analista di petrolio e gas Helge Andrei Martinsen di DNB Markets ha dichiarato: – Quando entri in inverno con scorte di gas molto basse, inizia a raffreddarsi, esplode solo un po’ e i russi esercitano più pressione sul gas, quindi diventa esplosivo. DN Martedì.

Siamo in un territorio inesplorato

I prezzi del gas sono aumentati, martedì, a un record di 53 dollari per milione di unità termiche britanniche. Convertito in equivalenti del petrolio, ciò equivale a un picco improvviso di $ 307 al barile.

Martinsen non si è trattenuto quando ha dovuto descrivere la situazione del mercato europeo del gas.

Siamo quasi cinque volte oltre il precedente “massimo storico”. Siamo in un territorio inesplorato. È impossibile dire cosa accadrà nelle prossime settimane. Il mercato sta per crollare.(Condizioni)Copyright Dagens Næringsliv AS e/o i nostri fornitori. Vorremmo che condividessi i nostri casi utilizzando un collegamento che porta direttamente alle nostre pagine. Tutto o parte del Contenuto non può essere copiato o altrimenti utilizzato con autorizzazione scritta o come consentito dalla legge. Per termini aggiuntivi guarda qui.