Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Nintendo fa causa agli sviluppatori dell'emulatore Switch

Nintendo fa causa agli sviluppatori dell'emulatore Switch

(PressFire.no): Non c'è voluto molto prima che lo Switch venisse completamente sbloccato e che i primi emulatori arrivassero sul mercato. Dopo alcuni anni di sviluppo e miglioramento, è diventato possibile giocare alla maggior parte dei giochi su PC con miglioramenti sia nella risoluzione che nel frame rate.

Ma non importa quante buone intenzioni abbiano coloro che creano emulatori, non è poi così lontano dal “mantenere il gioco” alla pirateria.

Ora Nintendo ne ha abbastanza: la società ha intentato una causa contro gli sviluppatori dietro l'emulatore Yuzu, che secondo loro facilita la pirateria su “scala massiccia”.

Nintendo ritiene che l'utilizzo di Yuzu significhi che gli utenti ottengono le cosiddette “prod.keys” – chiavi di crittografia software – illegalmente, ottenendole da Internet o ottenendole “illegalmente” dal loro Switch.

L'azienda afferma che gli sviluppatori dietro l'emulatore hanno pubblicato guide che spiegano come ottenere le chiavi attraverso la console, compreso l'hacking, in modo da aiutare a aggirare le restrizioni sulla copia per cui Nintendo ha dedicato molto tempo e denaro allo sviluppo.

È interessante notare che l'emulatore consente di giocare a giochi trapelati molto prima della loro uscita, e l'esempio utilizzato è “The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom”, che secondo Nintendo è stato scaricato più di un milione di volte prima della sua uscita .

Una cosa a cui Nintendo sta rispondendo è che gli sviluppatori hanno una guida che spiega come hackerare lo Switch.
(Immagine: schermata)

Nintendo afferma che sono stati effettuati più di 1 milione di download dell'emulatore tramite Google Play Store e che gli sviluppatori di Yuzu guadagnano più di 30.000 dollari al mese attraverso le donazioni tramite Patreon.

READ  Dragon Quest XII: The Flame of Destiny avduket

Nei documenti giudiziari, ci sono molti altri casi in cui persone sono state condannate per aver venduto software che aggira la protezione dalla copia per i giochi Switch, ma nessuno di questi casi riguarda gli emulatori.

Gli emulatori senza codice sono perfettamente legali e anche l'emulazione di giochi è qualcosa che non è specificamente perseguito in tribunale, se copi tu stesso i tuoi giochi e non li distribuisci.

Nintendo non ha detto perché Yuzu abbia violato la legge, ma sembra sconvolta dal fatto che gli sviluppatori stiano ordinando agli utenti di aggirare le misure di sicurezza integrate nelle console.

Chiedono un risarcimento per le mancate entrate e la chiusura della distribuzione dell'emulatore.