Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

– Non molti hanno familiarità con nessuno di loro – NRK Sport – Notizie sportive, risultati e programma delle trasmissioni

Sabato, Elaine Thompson-Herrah-Hira ha stabilito il record olimpico nella finale dei 100 metri femminile tempestata di stelle e storicamente forte.

Domenica, Lamont Marcel Jacobs ha vinto i 100 metri maschili alle 9.80. Così, ha stabilito un record europeo per la seconda volta contemporaneamente, ma era ancora lontano dal record olimpico di Usain Bolt di 9,63.

Poi Fred Kerley e Andre de Grasse sono seguiti con un punteggio di 9,84 e 9,89. Così l’intera piattaforma ha stabilito un record personale.

Almeno qui danno il meglio di sé, afferma il commentatore di NRK Jann Post.

Chi ha scommesso su Jacobs una settimana fa, chiede retoricamente.

– È incredibile, è un sogno. Ho bisogno di cinque giorni per capire cosa sta succedendo, perché il mio grande sogno è essere qui e fare la finale, e ora sono un campione olimpico, ha detto il vincitore dell’oro per NRK dopo il traguardo.

Stelle: questa è la lista di partenza distribuita prima della finale dei 100 metri olimpici maschili.

Foto: Anders Skjerdingstad / NRK

– Perdere un grande profilo

Tuttavia, Jan Post non è stato influenzato dal livello dei 100 metri maschili in questa stagione, né nelle semifinali olimpiche.

– Non credo che ci siano molti in tutto il mondo che hanno riconosciuto qualcuno di quelli che hanno partecipato alla finale dei 100 metri qui. Alcuni potrebbero essere famosi nel loro paese, ma nessuno di loro ha grandi caratteristiche atletiche, afferma Post.

– Penso che stiamo parlando di gare maschili al livello più basso che abbiamo visto da molto tempo. Vebjørn Rodal dice che mancano uno o due profili grandi con un nome che suoni bene e il livello è un po’ mediocre.

Due delle prime tre stelle hanno raggiunto le semifinali. Johan Blake della Giamaica è l’ex campione del mondo, ma con 10.14 era solo il numero sei nella sua lotta.

Viburn Rodal e Jan Post

Critiche di livello: Vebjørn Rodal e Jann Post non sono impressionati dal livello più alto nella gara maschile.

Foto: Anders Skjerdingstad / NRK

L’americano Trayvon Bromell è arrivato a Tokyo con il migliore dell’anno al mondo ed è stato il miglior candidato, ma 10 posti nelle semifinali non sono andati avanti.

Pertanto, solo il canadese Andre de Grasse è rimasto tra quelli che possono essere definiti profili di grandi dimensioni. Forse con l’ex corridore dei 400 metri Fred Curley. Entrambi devono uscire per vincere medaglie.

Invece, in semifinale è stato il record asiatico della Cina Bingtian Su (9,83) e dell’europeo Lamont Marcell Jacobs (9,84). Jacobs in seguito divenne il sensazionale campione olimpico.

nv0iG5-wp7Q

Vincitore sorprendente: Lamont Marcel Jacobs.

Foto: KAI PFAFFENBACH/Reuters

perso Bolt

Il duo di commentatori di NRK pensa che sia normale che diversi allenamenti e distanze varino in termini di livello e popolarità.

– 100m soffre del fatto che Usain Bolt era troppo grande e uno dei più grandi giocatori del mondo indipendentemente dallo sport, in linea con Ronaldo e Messi nel calcio, è diventato famoso ovunque. Ha consegnato sia dentro che fuori dal campo, battendo tutti i record. Post dice che questo accade incredibilmente raramente, e poi c’è un po’ di vuoto dopo.

– Sono totalmente d’accordo, dice Johann Blake quando si confronta con NRK con Rodal che afferma un profilo basso.

La Giamaica non ha avuto un solo corridore in finale.

“A volte nella vita devi fare un tuffo prima di tornare in cima, ed è successo da parte degli uomini”, dice Blake, che nota che lui stesso ha avuto un infortunio.

Olimpiadi di Tokyo 2020, 9a giornata di atletica leggera

Gli uomini più veloci del mondo. Fred Curley, Lamont, Marcel Jacobs e André de Grasse.

Foto: John Olaf Nessfold/Bildberon

De Grasse: – Siamo tutte stelle

Tuttavia, il vincitore del bronzo Andre de Grasse non è preoccupato per il livello.

– Voglio dire, siamo tutte stelle. Ti dà più eccitazione perché non sai mai chi vincerà. Alcuni non vedranno sempre chi vince, ma vedranno chi può vincere la gara. Usain Bolt è stato fantastico, ma penso che il futuro sia luminoso per tutti noi. DeGrasse dice a NRK che sarà divertente l’anno prossimo.

Afferma che è stata una finale spalancata e crede che sia positiva.

– Chiunque può vincere. Quello che ha fatto meglio. Probabilmente ce n’erano quattro che hanno stabilito un record personale, quindi tutti hanno corso bene. Ma l’italiano ha scioccato il mondo intero, non credo che nessuno avesse intuito che avrebbe vinto. So di essere stato uno di quelli che potevano vincere, insieme agli americani, ma sono molto orgoglioso di lui e felice per lui, dice Al Kindi.

La medaglia d’oro Jacobs ora si definisce la nuova stella.

– Sì sì sì! IO. È incredibile, campione olimpico nei 100 metri, è incredibile. È il sogno più grande, dice a NRK.

– crollato

Nella finale femminile di sabato sera non sono mancati né tratti caratteriali né brutti momenti. Eileen Thompson-Hera ha battuto il record olimpico di 33 anni per la leggenda Florence Griffith Joyner con 10.61.

– Amo l’aspetto delle donne, quindi battere questo record invia un segnale che tutto è possibile, dice il vincitore dell’oro.

100 metri femminili

Dominio: la Giamaica ha triplicato nei 100 metri femminili. Elaine Thompson-Herrah (al centro) ha sconfitto Shelley Ann Fraser-Price (a sinistra) e Sherika Jackson.

Foto: KAI PFAFFENBACH/Reuters

Shelley-Ann Fraser-Price (10.74) ha preso l’argento e Sherika Jackson (10.76) ha preso la tripla giamaicana. La prima ha evidenziato il livello sprint femminile dopo la finale.

– Mostra la nostra ampiezza. Essere in finale, dove si sono giocati quattro pezzi con una media di 10.7 in semifinale, è davvero grandioso e spero che nei prossimi due anni gli atleti avranno l’onore di mettersi sempre in mostra e di divertirsi, dice il 34 anni.

E gli esperti di NRK ritengono che la finale femminile alle Olimpiadi sarà quella più discussa.

– La cosa un po’ speciale è che la gara sprint femminile giamaicana è migliore che mai e dietro al podio, mentre i velocisti giamaicani maschi dopo Usain Bolt sono completamente crollati. Rodal fa notare che sono quasi invisibili.

READ  Fortnite torna su iPhone e Android