Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Nonostante il divieto dell’UE, la disinformazione russa abbonda

I dissidenti russi avevano bisogno di poco più che cambiare account su YouTube per aggirare il divieto dell’UE di pubblicare contenuti da RT e Sputnik. Ora l’Unione Europea stringerà.

Quasi sei mesi dopo la chiusura da parte dell’Unione Europea dei più importanti canali di propaganda russi, i contenuti di Sputnik e RT sono stati pubblicati su oltre 250 diversi siti web.

Negli ultimi sei mesi, la macchina propagandistica filo-russa ha funzionato bene e ha trovato molti modi per aggirare il divieto dell’UE.

Per raggiungere questo obiettivo, il canale televisivo RT e il fornitore di notizie Sputnik mettono nuovi nomi su pagine che pubblicano lo stesso contenuto fino a quando non vengono bandite. I nuovi siti possono essere online per anni senza pubblicare un solo collegamento alla Russia.

250 pagine diffondono disinformazione

NewsCard Online, con sede a New York, sta indagando sulla falsa dichiarazione e facendo causa. Ad oggi, NewsCard ha identificato 250 diversi siti web che diffondono disinformazione sulla guerra in Ucraina. Ogni mese, l’elenco viene integrato con dozzine di nuovi siti Web.

In queste pagine, si dice che l’Ucraina stia effettuando attacchi mortali contro i russi per attirare il sostegno occidentale. Il presidente Volodymyr Zelenskyy è stato accusato di aver simulato e di aver finto di camminare per le strade mentre si rivolgeva al pubblico. È stato anche scritto sul presunto crimine di massa commesso dai rifugiati ucraini in Germania e Polonia.

READ  Il miglior sci alpino del mondo non è uscito subito dalla culla

Alcuni siti web sembrano essere gruppi di riflessione o siti web di notizie. Metà pubblicano in inglese, gli altri in francese, italiano o tedesco. Molti non avevano alcun legame con la Russia prima di iniziare a ripetere i punti di discussione del Cremlino.

Siti inattivi

– Possono installare “siti web passivi”. Questo è un sito web creato per diffondere disinformazione, ma è defunto da molto tempo. Lentamente ma inesorabilmente, il sito inizialmente crea un pubblico con post innocenti, poi passa alla pura propaganda o alla disinformazione a un certo punto, ha detto all’AP Gordon Crovitz, uno dei top manager di NewsCard.

Nel monitorare la disinformazione online, NewsCard ha trovato molte informazioni sbagliate dalla Russia, ma poche false accuse da parte ucraina.

Ma tra le informazioni ucraine disponibili online, si trova il mito di un superpilota di Kiev noto come Ghost che avrebbe abbattuto diversi aerei russi. In seguito ha ammesso che il fantasma di Kiev era un mito.

Basta cambiare account

YouTube, Tiktok e Meta, che possiede Facebook e Twitter, si sono impegnati a rimuovere RT e Sputnik da tutti i canali nell’UE. Ma i ricercatori hanno scoperto che in alcuni casi i russi devono pubblicare lo stesso contenuto da un altro account per evitare il divieto.

Il Misinformation Situation Center indaga sulla disinformazione. Hanno trovato contenuti RT che appaiono in nuovi marchi e nuovi loghi sui social media. I filmati con il logo RT sono stati pubblicati su una pagina YouTube che non rientrava nel divieto imposto dall’Unione Europea.

– Un controllo più estremo dei contenuti renderebbe più difficile per la Russia aggirare il divieto. Invece di diventare più efficaci nella valutazione, stanno giocando un gioco di knock-down-a-duck con il Cremlino, dove appare una nuova papera per ogni persona che abbatti, dice Felix Garte dell’ONG britannica Reset.

READ  Oggi è un facile mix di geografia, musica, sport e almeno non snack. Mettiti alla prova nel quiz

YouTube non ha risposto alle richieste di un’intervista con AP sul divieto dell’UE su Sputnik e RT.

L’Unione Europea stringerà

Nell’UE ci sono molti segnali che occorre fare qualcosa per far passare il divieto. La nuova legge offre alle società Internet strumenti migliori per eliminare la disinformazione. Secondo la nuova legge, chi non pulisce sarà multato.

Un’analisi più approfondita dei siti Web che sembrano servire e servire gli interessi russi mostra che la Russia era pronta per la chiusura di Sputnik e RT e che i leader occidentali devono fare più di quello che stanno facendo ora, secondo l’altro top manager di NewsCard, Steven Brill .

– I russi sono molto più intelligenti di noi, dice.