Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Notizie, Porsgrunn | Adesso si festeggeranno 400 anni

Così dire Mette Ruffalo (Squadra di Storico Breivik), Kjeersten Pedersen (Squadra di Storico Breivik), Ron Engin-Glug (The Kurt Adelier Company) e Stein Hoagland.

Siamo seduti nell’Old Town Hall di Brevik in una stanza con influenze di Cort Adeler, risalenti a qualche centinaio di anni fa. Ed è proprio di questo che si tratta Cort Adeler.

scelta eccellente

Se, come me, hai solo sentito parlare di Kurt Adelier, il prossimo anno sarà una grande festa per quest’uomo, che probabilmente è principalmente un eroe di guerra.

– Allora ci si potrebbe chiedere perché dovremmo riconoscere un eroe di guerra? Ma c’erano altre volte, ed era un uomo del suo tempo, dice Mate Ruffalo del team di storia che ha preso l’iniziativa per celebrare l’anniversario. Succede in associazione con Cort Adeler e Brevik Music Corps. Insieme, hanno creato una commissione di eventi separata che lavora per implementare il 400° anniversario di Cort Adeler.

– Non possiamo vederlo attraverso gli occhiali del 2021. Stein Hoagland ha notato che ha fatto un ottimo lavoro con la marina danese-norvegese e Venezia.

Etichettato da

Allora diciamo subito che Cort Adeler è già stato segnalato. Ci sono foto della celebrazione dell’anniversario di 50 anni fa, non almeno 100 anni fa. Poi c’è stata una grande festa con molte persone presenti quando la statua è stata svelata per la prima volta.

– Ci sono molti che non conoscono più Kurt Adeler. Ma è altrettanto noto in Danimarca quanto in Norvegia. I nomi dei luoghi portano il suo nome in tutto il nostro paese. Era un uomo particolarmente grande.

READ  Entra in vigore lo storico accordo di pesca nell'Artico

“È importante celebrare ciò che possiamo celebrare”, ha detto Hoagland, sottolineando che Breivik ha una tradizione di vela in scooter.

dovrebbe accendersi

Ciò significa che apparirà letteralmente una statua di Kurt Adler nel campo.

– È buio e triste dove ti trovi. Lo vediamo appena, ma ormai dovrebbe essere illuminato, fa notare Ruffalo.

Non è solo il 400° anniversario. Anche Cort Adeler ha avuto un anno rotondo, ma su scala molto più ridotta. Possono festeggiare dieci anni.

Ne abbiamo parlato per molti anni, prima di deciderci finalmente, dice Ron Engin-Glug.

L’azienda non è solo per Cort Adeler, ma anche per tutta la sua famiglia.

– Non dobbiamo dimenticare che suo fratello Nils si è trasferito a Karajiro. Oltre a Kurt, era quello che si assicurava che Krajiro ottenesse i suoi privilegi di città. Engin Glog sottolinea che Kragerø ha molto da ringraziare e che dovrebbe venire in campo durante la celebrazione.

Nel complesso, sperano che più persone partecipino alla celebrazione del campione del mare di Brevik.

Incoraggiamo team, associazioni e piattaforme commerciali a partecipare. Potrebbe esserci molto di più su Cort Adeler il prossimo anno. Lo speriamo.

Ma, cosa più importante, riporta Cort Adeler sulla mappa e lo fa conoscere meglio alla generazione di oggi.

L’obiettivo della celebrazione è far conoscere anche alle generazioni future cosa c’è nella storia della nostra regione. Il ragazzino semplice del piccolo Brevik ha fatto le cose in grande, anche all’esterno. Anche se proveniva da circostanze semplici.

Maggiori informazioni su questo nella sezione dei fatti alla fine del numero.

Ecco come va festeggiato

Oltre a tutti gli eventi congiunti, verranno organizzate anche varie attività relative a Cort Adeler di 400 anni fa. Questo vale per le tre associazioni dietro la celebrazione e per le molte diverse associazioni e squadre a Brevik.

READ  "Perdita di certificati MSC: qual è la via da seguire?"

Ecco alcuni dei punti salienti di Cort Adeler di 400 anni fa:

Mercoledì 6 aprile: Serata storica alla Brevik Culture House, conferenza di Ole Henrik Geroldsen.

Sabato 18 giugno: Concerto per l’anniversario e apertura ufficiale di ‘Anniversary of Cort Adeler’, concerto con la Royal Norwegian Navy Band a Rådhusplassen.

Sabato 22 ottobre: ​​Concerto alla Casa della Cultura Breivik in onore di Kurt Adelier con parole e toni.

Venerdì 16 dicembre: Celebrazione del 400° compleanno di Kurt Adeler, festa di supporto per Kurt Adeler.

Solo Kurt Adelier

Kurt Adeler (originariamente Kurt Seifertsen) era un eroe navale che combatteva nelle molte acque. Prima per la marina olandese, poi per la città-stato veneziana e infine per la marina danese-norvegese. Era un abile marinaio, vinse molte battaglie ed è forse il più grande eroe navale norvegese di tutti i tempi.

Cort Adeler nacque a Brevik nel 1622, sulla strada che oggi porta il nome di Cort Adelersstredet (n. 4, dove oggi si trova il negozio «Trehuset»). Brevik ai tempi di Kurt Adelier era una piccola città con grandi esportazioni di legname, principalmente nei Paesi Bassi. Il contatto con l’Olanda nei secoli XVI e XVII era così diffuso che per le strade di Brevik si parlava olandese. Il padre di Kurt gestiva per la prima volta mulini di sale a Langoya fuori Langesund, prima di stabilirsi a Brevik ed entrare nel redditizio commercio di legname della città. Kurt Adeler è cresciuto nella cittadina balneare di Brevik. Quando aveva 15 anni, fu mandato in Olanda per imparare la navigazione e la matematica. Ben presto si dimostrò così abile che fu accettato come cadetto nella marina olandese, dove salì rapidamente di grado, e già all’età di 23 anni fu assegnato al comando della propria nave.

READ  Rand Paul, Anthony Fauci e la strega che insegue la bandiera

Kurt Adelier è stato poi portato a combattere per Venezia, cosa che ha fatto per sempre. Ha vinto grandi battaglie, si è guadagnato onore e gloria come temibile eroe di guerra ed è stato generosamente ricompensato per i suoi sforzi

In Danimarca le cose andavano male a metà del XVII secolo. Gran parte della flotta danese-norvegese furono perse durante la guerra e fu necessario un uomo forte per ricostruire la marina. Kurt Adelier fu inviato e nel 1663 si unì alla posizione di ammiraglio generale nella marina danese-norvegese. Ha costruito la flotta danese-norvegese quasi dal nulla in una nuova e potente flotta. Come capo supremo, ricevette il titolo di nobiltà e divenne il numero tre nella scala dopo il re. Non male per un ragazzino di Brevik e ora così lontano, così lontano, nel mondo.

Grazie al suo lavoro, Kurt Adeler è diventato un uomo ricco. Ha acquistato grandi proprietà a Telemark, tra cui l’Abbazia di Gimsøy, e ha tenuto i suoi oggetti di valore tramite suo fratello Nils. Quindi, sebbene Kurt sia tornato a Breivik solo una volta in età adulta, ha lasciato tracce nella zona. Kurt Adelier morì nel 1675 a bordo di una nave della Marina. Non morì in guerra, ma di malattia.