Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Ora possiamo confrontare il virus Corona con l’influenza – VG

NIPH: assistente amministratore e direttore dei vaccini diverso da Bockholm.

Dopo un anno e mezzo con lo stato di emergenza, la Norvegia si sta muovendo verso un nuovo paradigma in cui il coronavirus non è più pericoloso di altre infezioni respiratorie.

Inserito:

Ora siamo in una nuova fase in cui dobbiamo considerare il coronavirus come una delle numerose malattie respiratorie di variazione stagionale, afferma il vicedirettore Non-Bockholm di FHI a VG.

Questo perché la stragrande maggioranza delle persone a rischio è protetta. E nonostante i contagi continuino a diffondersi, il numero dei ricoveri resta basso. Pertanto, il virus Corona non porterà un pesante fardello al servizio sanitario. Per coloro che sono stati vaccinati e che possono essere infettati e sviluppare sintomi, la stragrande maggioranza avrà sintomi lievi, simili al raffreddore.

Pertanto, il virus Corona si unisce ai ranghi di altre malattie respiratorie come raffreddori e influenza stagionale.

Ciò significa che il virus Corona può ora essere specificamente paragonato all’influenza stagionale e Infezioni da RS.

epidemia di austerità

– #detvardenpandemia?

– No, questo di certo non significa. L’epidemia non è finita finché esiste nel mondo e nei paesi in cui la copertura vaccinale rimane bassa. Finché la malattia si diffonderà al di fuori del territorio dei paesi ricchi, ci sarà ancora una pandemia.

L’epidemia è finita allora?

– No, non voglio dirlo. Ma questo è dovuto a una torcia di salvataggio in Norvegia e in molti paesi che hanno una buona copertura vaccinale.

Della popolazione di età superiore ai 18 anni, il 90% ha ricevuto la prima dose e l’83% è stato completamente vaccinato.

READ  È così che la terza ondata colpisce l'Europa

La Danimarca ha aperto il paese troppo pieno Poco più di una settimana fa. Il professor danese Soren Reis Paludan ha evidenziato una cosa importante per VG, che secondo lui ha reso i danesi in grado di adattarsi alla nuova vita di tutti i giorni.: Hanno smesso nel corso di diversi mesi Per concentrarsi sui tassi di infezione.

Con poche eccezioni, si concentrano sul ricovero e sulle vaccinazioni, non sulle infezioni, dice.

Bucolm è d’accordo, il suo capo Camilla Stoltenberg in precedenza aveva detto a VG che anche loro sono qui L’attenzione dovrebbe essere meno sui tassi di infezione Concentrati invece sull’accettazione.

– Ha raggiunto la vetta

Bocolm inoltre non pensa che gli ospedali saranno sovraccarichi di pazienti Covid, ma potrebbero dover affrontare una combinazione di coronavirus, RS e influenza questo inverno.

– Penso che siamo arrivati ​​in cima questa volta. Allora penso che potremmo avere un’ondata invernale in arrivo più tardi. Ma non pensiamo che sarà più di quanto il servizio sanitario possa gestire.

Cosa può andare storto nelle prossime settimane perché i contagi aumentino?

– Che le persone non seguano le solite regole igieniche e non restino a casa quando si è malati, aggiunge che anche l’effetto stagionale in inverno e le nuove varietà possono avere un ruolo.