Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Otovo crolla in borsa a Oslo dopo i tagli ai sussidi italiani – E24

Otovo crolla in borsa a Oslo dopo i tagli ai sussidi italiani – E24

La società di celle solari Otovo ha subito un duro colpo contro Oslo Børs dopo le misure fiscali anti-consumo. L’analista di Carnegie ritiene che l’Italia sia un mercato importante per l’azienda solare e il calo è giustificato.

Borsa di Oslo.
Pubblicato da:

L’indice di riferimento ha chiuso la giornata di negoziazione in rialzo dello 0,42%. Prima del fine settimana, Børsen ha chiuso in ribasso dello 0,83%.

Alla chiusura, i prezzi del petrolio sono aumentati dell’1,02% dalla mezzanotte. Il petrolio del Mare del Nord (punto bruciato) viene scambiato a 83,81 USD al barile.

Wall Street è stata mista venerdì. Lunedì, i mercati statunitensi sono stati chiusi per il Presidents Day.

Insieme alle azioni più scambiate su Oslo Børs è andato:

  • Equinor è salito dello 0,55%.
  • Il TNP è aumentato dello 0,63%.
  • Acre BP è aumentato dell’1,23%.
  • L’idroelettrico è aumentato del 4,6%.
  • Telenor è scesa dello 0,9%.

Otto ha corso dopo il regolamento in Italia

La società di celle solari Otovo ha riportato deboli prospettive future in Italia venerdì dopo che il governo del paese ha annunciato che non avrebbe più ottenuto agevolazioni fiscali per le celle solari.

Otovo scrive nelle notizie che l’Italia è il loro mercato più grande e in più rapida crescita. La società non conosce ancora l’effetto del nuovo regolamento, ma si aspetta un impatto negativo sulle vendite e un minor numero di installazioni.

– Il governo italiano ha fatto una mossa inutile e inaspettata. Sfortunatamente, in un momento così critico per l’Europa, non tutti i governi possono trattenersi dall’ostacolare la transizione verso un’energia pulita. Per Otovo, l’obiettivo è prendersi cura dei clienti e chiarire come interpretare le nuove regole, afferma Anders Thorsheim, CEO di Otovo.

READ  Bevanda estiva rosa

Lunedì il titolo ha chiuso in ribasso del 17,79%.

Evind Garwick, analista di Carnegie, ha commentato il calo dei prezzi mattutino:

– La direzione è ragionevole. “Il titolo potrebbe essere sceso un po’ più di quanto pensassi, ma allo stesso tempo l’Italia è un mercato importante per Otto, sia per la crescita che per il margine”, afferma Garvik.

Otto riduce anche l’efficienza Problema di riparazioneProblema di riparazioneUna mini emissione, ovvero raccogliere una piccola somma vendendo nuove azioni, viene effettuata dopo un’emissione diretta. Dopo il precedente problema diretto problema diretto Targeting solo per gruppi di investitori specifici250 milioni di NOK.

Questo perché il prezzo di Otovo a seguito della raccolta fondi era inferiore al prezzo di sottoscrizione nell’emissione potenziata e il volume di scambi era cinque volte superiore rispetto all’emissione in riparazione.

1,9 miliardi di navi vendute

Secondo un annuncio in borsa di lunedì mattina, la compagnia di spedizioni di gas Kool ha accettato di vendere la nave “Kolar Seal” per 184,3 milioni di dollari, ovvero circa 1,9 miliardi di corone.

L’acquirente della nave è Höegh LNG e la consegna della nave è prevista per marzo o aprile di quest’anno.

Lunedì Cool Company è salita del 4,29%.

C’erano anche notizie dalle società della Borsa di Oslo:

  • Geir Forre, presidente di Airthings, ha acquistato azioni di Airthings per oltre 508.000 NOK attraverso la sua società interamente controllata Firda. La società di Førre ha acquistato 171.915 azioni a un prezzo medio di 2,9589 NOK per azione. Il titolo è salito dell’1,9%.
  • Molti dei massimi dirigenti della società energetica Cloudberry Clean Energy hanno acquistato azioni della società. In totale, hanno acquistato azioni per 510.000 NOK. Il titolo è sceso dell’1,03%.
  • L’azienda sismica TGS ha annunciato lunedì mattina l’implementazione di un progetto sismico multi-client 3D a terra nel Midland Basin. La raccolta dei dati dovrebbe iniziare nel terzo trimestre di quest’anno e il progetto dovrebbe essere completato entro il secondo trimestre del 2024. Il titolo è salito dello 0,11%.
  • La società di energie rinnovabili Horizon Energy e la major petrolifera Neptune Energy hanno firmato lunedì un accordo con la società energetica E.ON volto a creare una catena del valore CCS europea. Il titolo inizialmente è sceso, ma ha chiuso lì la giornata di negoziazione.
  • Panoro Energy si è aggiudicata un blocco in Guinea Equatoriale. La quota di blocco in “EG-01” è del 56 percento. Il titolo è salito del 2,2%.
  • Il maggiore azionista di Darkovax, HealthCap, sta vendendo la società. Il titolo è sceso del 13,74%.
  • MPC Energy Solutions ha stipulato un accordo per un progetto di energia solare in Guatemala. MPC Energy Solutions ha firmato un accordo di acquisto di energia a lungo termine (PPA) con Ingenio Magdalena in Guatemala per un impianto fotovoltaico con una produzione annua di 135 GWh. Il titolo è salito del 4,25%.
READ  La Juventus sposa Firmino ma Klopp dice di essere il cuore e l'anima della squadra