Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Influenza aviaria: i morti spaventano tutto il Paese

Influenza aviaria: i morti spaventano tutto il Paese

L’agenzia di stampa ha riferito che una bambina di 11 anni è morta questa settimana di influenza aviaria in Cambogia. AP.

È il primo caso noto di influenza aviaria in Cambogia dal 2014.

L’influenza aviaria è una malattia virale infettiva che colpisce gli uccelli e può infettare anche altre specie animali.

Ho lavato centinaia


La ragazza della provincia sudorientale di Pri Vieng si è ammalata il 16 febbraio ed è stata curata in un ospedale di Phnom Penh, capitale della Cambogia.

Le è stata diagnosticata l’influenza aviaria dopo aver manifestato sintomi come febbre alta, tosse e mal di gola. Le autorità sanitarie hanno dichiarato mercoledì sera in una dichiarazione che è morta poco dopo.

Ora la popolazione teme la diffusione del virus.

porta: Dopo la morte di diversi uccelli a Holmestrand, si sospetta l’influenza aviaria. Video: privato. Corrispondente: Elias Kr. Saturno Petersen
Mostra di più

Pericolo per i bambini

Il ministero della salute della Cambogia ha dichiarato giovedì che le autorità sanitarie hanno prelevato campioni da un uccello selvatico morto in un’area protetta vicino alla casa della ragazza.

Le autorità stanno anche cercando di chiedere ai residenti di avvertirli di non toccare uccelli morti o malati per paura di ulteriori infezioni.

Attenzione: i cambogiani tengono manifesti informativi sull'influenza aviaria.  Foto: AFP/NTB

Attenzione: i cambogiani tengono manifesti informativi sull’influenza aviaria. Foto: AFP/NTB
Mostra di più

Il ministro della Sanità cambogiano Mam Bunheng ha affermato che l’influenza aviaria rappresenta un pericolo particolare per i bambini.

secondo Autorità norvegese per la sicurezza alimentare È molto raro che l’influenza aviaria passi dagli uccelli all’uomo, ma può verificarsi a stretto contatto con uccelli malati o morti, il che può portare a gravi malattie.

Trovato morto in bagno

Trovato morto in bagno


La malattia non è contagiosa per l’uomo attraverso il cibo o l’acqua potabile.

I sintomi dell’influenza aviaria sono simili a quelli di altri virus influenzali: tosse, dolore e febbre sono comuni, così come la polmonite potenzialmente letale nei casi più gravi.

fortuna: Il drammatico video di sorveglianza mostra un uomo su una motocicletta, che apparentemente si prende una pausa dalla guida per salutare un amico. Allora succede questo! Reporter: Jessica Maria Szymanska / Dagbladet TV / Video: Kameraone
Mostra di più

– Deve essere sorvegliato da vicino

Secondo l’Associated Press, tra il 2003 e il 2014 sono stati registrati in Cambogia 56 casi di influenza aviaria nell’uomo. 37 di questi sono stati fatali, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità.

In tutto il mondo sono stati registrati 870 casi di infezione e 457 decessi, distribuiti in 21 Paesi.

L’incidenza è diminuita negli ultimi anni e dal 2016 sono stati registrati 170 casi e 50 decessi.

Preoccupazione: le autorità stanno segnalando - e la gente del posto sta esprimendo preoccupazione.  Foto: AP/NTB

Preoccupazione: le autorità stanno segnalando – e la gente del posto sta esprimendo preoccupazione. Foto: AP/NTB
Mostra di più

Il direttore generale dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus ha espresso preoccupazione all’inizio di questo mese per le infezioni da influenza aviaria nei mammiferi, tra cui visoni, lontre, volpi e leoni marini.

Da gennaio, più di 600 leoni marini morti sono stati trovati nel mare e lungo la costa del Perù. I ricercatori hanno affermato che la causa della morte doveva essere l’influenza aviaria.

Gli adulti sono i peggiori

Gli adulti sono i peggiori


L’influenza aviaria è stata recentemente rilevata anche in uccelli morti in diverse contee della Norvegia.

L’influenza aviaria circola negli uccelli selvatici da 25 anni, ha avvertito Ghebreyesus, ma il recente aumento delle infezioni nei mammiferi deve essere attentamente monitorato.

Devono essere attentamente monitorati: Tedros Adhanom Ghebreyesus dell'Organizzazione mondiale della sanità.  Foto: Joanna Geron/AP/NTB

Devono essere attentamente monitorati: Tedros Adhanom Ghebreyesus dell’Organizzazione mondiale della sanità. Foto: Joanna Geron/AP/NTB
Mostra di più

– a basso rischio

A gennaio, a una bambina di nove anni in Ecuador è stata diagnosticata l’influenza aviaria, il primo caso registrato in un essere umano in America Latina e nei Caraibi.

All’inizio di febbraio, Tedros Adhanom Ghebreyesus ha tuttavia confermato che l’Organizzazione mondiale della sanità considera basso il rischio di trasmissione dagli uccelli all’uomo.

Feedback forte: Un uomo anziano è accusato di aver calpestato intenzionalmente un piccione. Ha causato una reazione da parte di molti. Video: Cameron. Corrispondente: Håvard TL Knutsen.
Mostra di più

– Ma non possiamo presumere che rimarrà così, e dobbiamo essere preparati a qualsiasi cambiamento nello status quo, ha detto, e allo stesso tempo ha messo in guardia le persone dal contatto con animali malati e morti.

Ha anche invitato le autorità di diversi paesi a monitorare attentamente la situazione, soprattutto nelle aree in cui si verificano contatti tra animali e umani.

READ  "Forse dovresti sopportarmi ancora un po'."