Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

parlare, opinioni | Non è facile trascorrere una vacanza in sedia a rotelle

La mia esperienza con la Norwegian Holiday on Wheels mostra che abbiamo ancora molta strada da fare quando si tratta di agevolazioni.

opinioni Questo è l’argomento di discussione. La pubblicazione esprime le posizioni dell’autore.

Non avrei mai pensato che anche il marciapiede più piccolo sarebbe stato un problema, o che il bel ciottolato di Bergen avrebbe reso quasi impossibile arrivarci. Era prima che mi ammalassi sei anni fa. Il corpo si è rimpicciolito e la sedia a rotelle è diventata realtà.

Ho capito che la vita deve essere vissuta finché potevo ancora. Creare ricordi è diventata improvvisamente la cosa più importante, ricordi che i miei cari potevano guardare.

Anche se non è un problema salire in macchina per una vacanza, le sfide si allineano quando sei seduto su una pesante sedia a rotelle elettrica. Tutto deve essere pianificato nei minimi dettagli. Siamo davvero bravi in ​​Norvegia a rilassarci? La risposta è no!

Noi che abbiamo un gruppo di disabili siamo stati dimenticati. La maggior parte delle cabine dei campeggi non ha porte abbastanza larghe per l’accesso con sedia a rotelle. Perché non ho l’opportunità di scegliere un alloggio economico alla pari di una persona funzionalmente decente?

Perché la mia famiglia deve pagare viveri costosi perché sono su una sedia a rotelle?

La maggior parte degli hotel sembra non avere requisiti quando si tratta di camere per disabili. Tutto ciò che serviva erano alcune manopole di supporto in bagno. Non importa se ci sono piastrelle scivolose sul pavimento del bagno o se la stanza è troppo piccola per superare la porta.

READ  Endurance raggiunge un traguardo importante su Marte

Le camere d’albergo sono spesso così piccole che non posso girarmi senza distruggere qualcosa. O come a Gardermoen quando dovevo entrare e uscire dalla stanza per trovare un posto. È andata avanti per una notte e credo che mio marito sia d’accordo con lui, quello che deve tirarmi fuori dalla sedia a rotelle, ma per farlo ha dovuto riattrezzare la stanza.

Nella maggior parte degli hotel, le camere per disabili sono più costose delle camere superior. Quindi abbiamo imparato a nostre spese a scegliere le camere premium, perché abbiamo bisogno di spazio per l’installazione. Posso solo immaginare come sarebbe dover prendere l’ascensore con me durante un viaggio, probabilmente dovremmo prenotare una stanza in più solo per lei.

Quando si tratta di ascensori in hotel e caffè, non so da dove cominciare. Viene da chiedersi se ci hanno messo dentro una sedia a rotelle e ci hanno costruito intorno. Alcuni ascensori sono così piccoli che dobbiamo effettivamente rimuovere parti della sedia a rotelle per fare spazio. Posso contare su una delle volte in cui gli ascensori sono stati abbastanza grandi da farmi girare. Non è facile uscire da una stretta porta dell’ascensore quando non puoi girare la testa per vedere cosa c’è dietro di te.

Inoltre, alcune porte dell’ascensore si chiudono così rapidamente che, se non si è sufficientemente vigili, l’utente su sedia a rotelle verrà lasciato nell’ascensore o la sedia a rotelle sarà pressurizzata. Havel non ha fatto eccezione, la prima volta che sono stata lasciata seduta mentre mio marito doveva salire di un piano per salvarmi.

Lo scopo del soggiorno a Hafjell era Lilleputthammer. Grandi e piccini non vedono l’ora di esplorare la zona. Oltre ad alcuni binari del treno che dovevano essere attraversati, era molto facile navigare con il proprio dispositivo. L’unica cosa che mi mancava era un water rotto. Ci sono abituato.

READ  Come l'intelligenza artificiale risolve alcuni dei problemi più difficili di Internet

Leggi anche

Indescrivibilmente bravo a trovare finalmente un lavoro

Ho sentito altri lamentarsi del fatto che ci sono troppo pochi posti per picnic in Norvegia, ma è anche peggio se sei su una sedia a rotelle. Ogni volta che facciamo un giro più lungo, devo pianificare. Preferisco bere un po’ mentre guido piuttosto che provare un brivido. Perché non sappiamo mai quando si presenterà una stazione di servizio o se i servizi igienici saranno disponibili per me, quindi ho scelto di rimanere fino al nostro arrivo. Fortunatamente, non ho una vescica da festa, quindi questa parte sta andando bene.

Da Hafjell il viaggio è proseguito verso Bygland, dove abbiamo voluto vivere Gamaveka, una settimana di sport estremi organizzata dal Bygland Air Sports Club. Ho incontrato un ragazzo meraviglioso che è un membro del club. La prima volta che l’ho incontrato è stato durante Ekstremsportveko a Voss. Ha costruito una sedia a rotelle per il parapendio. Dal momento che il mio motto di vita è “Devo vivere il più a lungo possibile”, ho voluto provare. Ho fatto un viaggio meraviglioso. Per la prima volta dalla mia malattia, mi sono sentito di nuovo vivo.

Quando siamo stati invitati a Bygland per viaggiare di nuovo, non abbiamo esitato. Ci sono attività per grandi e piccoli utenti su sedia a rotelle in primo piano. La zona è ben organizzata. Tutti i comfort sono stati pensati. La cosa migliore è il sentimento di uguaglianza. La sedia a rotelle non è un ostacolo. Ho terminato la vacanza con un viaggio in elicottero, in parapendio e in barca, che sono esperienze rare. Siamo rimasti anche molto soddisfatti dell’hotel, una camera grande e graziosa che ha soddisfatto tutte le nostre esigenze.

READ  Questo gioco deve essere finito

Quest’estate ci ha regalato tanti momenti nuovi e indimenticabili. I momenti che i miei cari porteranno con loro quando un giorno non sarò più qui.

Tuttavia, mi ha lasciato con un piccolo sospiro di sollievo, vorrei che fossimo andati un po’ oltre. Capisco molto bene perché molte persone scelgono di andare in vacanza a casa piuttosto che fare un viaggio, perché a volte le sfide sono troppo grandi.

Leggi anche

La prima volta su una sedia a rotelle