Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Partita stellare

Partita stellare

televisione: Aggiornamento: Damien è fuori da ‘Stjernekamp’.

Siamo a metà della stagione “Stjernekamp” di quest’anno. Stasera, i partecipanti potranno conoscere due estremi della libreria di genere: hip-hop e spettacolo. I giudici ospiti di oggi sono gli artisti Jürgen Nording e Kari Bremen.

Come sempre, esamineremo gli spettacoli canzone per canzone. Noto.

Hip Hop

Maria Bella: “Speranza” – NF (2023)

Mary è una brava artigiana e una persona che riesce a girare la testa con facilità e ad affrontare le sfide a testa alta. In altre parole, una serata come questa, in cui i partecipanti devono padroneggiare due generi molto diversi, è un tour che piacerebbe a Mary.

Va a lavorare e la sua autostima è salita a poco più della metà. Ho notato che si sente più a suo agio cantando le parti ritmiche, ha molto lavoro da fare sulle parti rap e puoi vedere la paura nei suoi occhi quando scappa. Anche se quasi si morde la lingua nel processo, sembra che riesca a superare la maggior parte del tempo. Il grado di complessità qui è al massimo livello.

Abbiamo rivisto

Lo strano Rene Andersen: “Brutto sulla schiena” – OnklP & De Fjerne Slektningene (2014)

Odd René ha scelto il borsone “Ugly Backpack”. È stato così saggio? Sì e no – Odd René non sbaglia molto, ma qui non c’è molto da capire in termini di mezzi musicali al di là della comunicazione.

Hai il tipo di vita di OnklP e il rap laconico e mezzo borbottato per sentire davvero il nervosismo nella canzone. Forse questo parla più dell’unicità del creatore che delle capacità di Odd René come artista. Vuole molto, ma è un po’ difficile credere in lui.

READ  Øyunn Krogh sulle voci sull'infedeltà: - Dannazione
Abbiamo rivisto

Suoneria Damli: “Aquiloni” – Museo d’Arte Islamica (2008)

Se Tony fosse credibile come un vero “gangster”, non dovremmo affezionarci così tanto a lei. Oppure no – non ha quella credibilità – ci sarà qualcosa di molto bianco e bianco nell’intera faccenda.

Tuttavia, è una grande canzone che Tone trova chiaramente gioia nell’interpretare. È divertente, divertente e tecnicamente abbastanza ok. Anche il buon umore e la buona energia sono una cosa.

Abbiamo rivisto

Alessandro con: “Chi è lei” – Arif Murakami (2019)

Che viaggio ha fatto Alexander questo autunno. Partendo con le gambe tremanti, ha gradualmente trovato un appoggio più stabile e una maggiore sicurezza ad ogni round.

Qui eccelle tecnicamente nelle parti melodiche e nel rappare. Quando non segue l’originale, trova le proprie soluzioni che funzionano bene. Questa consegna è piena di coraggio e carisma. Penso che dovresti riprendere la tua carriera artistica, Alexander.

Mega magia, semplice.

Abbiamo rivisto

Damiano: “Intergalattico” – Beastie Boys (1998)

Damien è stato coerente per la maggior parte di questa stagione. In altre parole, il fatto che abbia trovato il successo nell’hip-hop, che è il suo paese d’origine, non è una grande sorpresa.

Damien ha abilità, come si suol dire, luminosità ed energia. Questo produrrà polvere da sparo. Non c’è molto per cui possa essere arrestato, a parte il fatto che potrebbe rendersene la vita troppo facile con se stesso.

Visualizza

Abbiamo rivisto

Maria Bella: “È finita” – Trygve Skog (2016)

Come ha sottolineato la guida Carey all’inizio, sei piuttosto abile dal punto di vista tecnico. È chiaro che Mary non riesce a sedare completamente le vibrazioni e tutte le altre spezie. Diventa un po’ elaborato e generalmente pieno di pathos. Inoltre, scivola leggermente tra i blocchi. Non proprio un successo, quello.

READ  Brooklyn Beckham e Nicola Peltz:
Abbiamo rivisto

Lo strano René Andersen: “Il nostro giorno migliore” – Eric Bye (1998, pubblicato nel 2003)

Odd René è chiaramente in una posizione più a suo agio nella morsa. Eric Bye naturalmente non era un tecnico di prim’ordine, quindi come avrebbe potuto catturare la comunicazione semplice e vera che si trova nei versi della sua poesia? Odd René si spoglia, chiude gli occhi e trasmette calore a modo suo. Lo crediamo facilmente. Accolto con dignità e rispetto.

Abbiamo rivisto

Suoneria Damli: “Josephine” – Albin Lee Mehldau (2021)

Cosa si può dire che non sia già stato detto prima? Toon è una cantante affettuosa e brava, ma ha bisogno di motivazione per poter fare la differenza – leggere – è una sfida. Qui ci saranno molti spostamenti su assi. Bello e sorprendente, ma non sembra che ci sia molto da fare qui. I testi fluiscono e deliziano, ma c’è poco coraggio o vera emozione in gioco.

Abbiamo rivisto

Alessandro con: “Canzone d’amore” – Halfdan Sivertsen (1979)

Alexander canta di nuovo magnificamente. Ma questa volta soffre un po’ della stessa cosa che Toon soffriva prima di lui. Ci sarà qualcosa di sicuro e affidabile in tutta la faccenda. C’è qualcosa nella sensazione ruvida e terrosa dell’originale che scompare in tutti i toni morbidi e tortora di Alexander. In breve, sarà semplicemente uno scherzo per gli zuccheri.

Abbiamo rivisto

Damiano: “Nonno nella vita” – Odd Nordstoga (2011)

Fondamentalmente qui il potenziale per la pelle d’oca è abbastanza alto. E se c’è qualcuno che può identificarsi con l’atmosfera sobria di questa canzone, quello è Damien. Sfortunatamente, fa fatica a colpire le note. Spesso è difficile cantare con calma e sicurezza, e anche se Damian sorride coraggiosamente, è chiaro che sa che ha in mente qualcosa e cavalca la melodia. Ha calore e nervosismo in egual misura.

READ  Karpe parte per un tour europeo - VG