Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Penso che il 2021 sarà un buon “anno di uscita” – E24

I fondi azionari attivi (chiamati anche private equity) sono apparsi bene da Corona 2020.- C’è stato un cambiamento verso la tecnologia e la salute che riteniamo continuerà nel 2021, afferma il manager di Argentum.

Joachim Hugh Krone, CEO della società di investimento statale Argentum.

Ilja C. Hendel / Silver

Pubblicato: Pubblicato:

La crisi Corona ha ostacolato l’attività dei fondi azionari attivi (spesso denominati fondi di private equity) nella regione del Nord all’inizio del 2020, ma è diminuita alla fine dell’anno.

Mostra un recente rapporto dell’Argentum sul denaro del proprietario attivo nel Nord.

Il 2020 è stato un buon anno per il settore del private equity e per Argentum, afferma il CEO di Argentum Joachim Huig Krone a E24.

– È stato un passaggio verso la tecnologia e la salute che riteniamo continuerà nel 2021. Aggiunge che riteniamo che il 2021 sarà un buon anno per il settore del private equity, almeno se i mercati azionari rimarranno alti.

Continua a leggere per E24 +

I fondi per il buyout hanno miliardi pronti. Ora stanno cercando un capovolgimento nel caos Corona

Il settore del private equity è spesso suddiviso in acquisizioni e fondi comuni di investimento, che hanno approcci leggermente diversi:

  • I fondi di buyout spesso acquisiscono società esistenti con l’obiettivo di renderle più preziose prima di una vendita o di una quotazione.
  • I fondi di rischio entrano presto in startup promettenti e di solito alla fine vendono

L’anno scorso, i fondi azionari del Nord hanno investito 7,8 miliardi di euro (81,7 miliardi di corone norvegesi al tasso di cambio del nuovo anno). Secondo il rapporto Argentum, si tratta di una diminuzione del quattro percento rispetto alla media degli ultimi cinque anni.

L’anno scorso, i fondi di investimento nella regione settentrionale hanno investito 1,6 miliardi di euro (16,75 miliardi di corone norvegesi al tasso di cambio del nuovo anno). Secondo il rapporto di Argentum, è più del doppio della media degli ultimi cinque anni.

Continua a leggere per E24 +

Karim Finance: come avere successo nel settore delle acquisizioni

– Il mercato si è fermato

In che modo l’industria è stata colpita dalla crisi Corona nel 2020?

Il settore del private equity è stato chiaramente colpito dalla crisi Corona nella prima metà dell’anno, proprio come nel periodo successivo alla crisi finanziaria del 2008. Il mercato si è bloccato, semplicemente perché acquirenti e venditori non sono più d’accordo sui prezzi, afferma Hogg- Krone.

– Ma poi questa situazione è tornata bruscamente alla normalità in estate e molti investimenti sono stati realizzati lo scorso anno nella seconda metà dell’anno. Dice che le vendite sono arrivate in gran parte alla fine dell’anno, nel quarto trimestre, e sono continuate fino al 2021.

Leggi anche

I fondi per l’acquisizione hanno raccolto 67 miliardi di NOK a tempo di record

Le società tecnologiche erano le più famose

Le società tecnologiche erano l’investimento più comune per i fondi di proprietà attiva in Corona 2020. Il 39% delle transazioni di fondi di acquisizione e più della metà degli accordi di fondi comuni di investimento lo scorso anno erano collegati a società tecnologiche, secondo Argentum. .

Tra le altre cose, due fondi di acquisizione statunitensi sono entrati lo scorso anno come investitori nella società norvegese Visma, che è stata valutata 110 miliardi di NOK, e il fondo di acquisizione danese Axcel ha stipulato un’assicurazione Una partecipazione di controllo Sono un ottimo ufficio.

Il secondo settore più popolare è stato il settore sanitario. Tra gli accordi del settore c’era la cessione della società danese Symphogen alla società farmaceutica francese Servier, che conteneva diversi fondi tra cui Danish Sunstone.

Questi sono gli stessi settori che hanno influenzato anche i mercati azionari, la tecnologia e la salute, poiché la pandemia potrebbe aver rafforzato una tendenza già in atto, afferma Høegh-Krohn.

La tecnologia è anche un settore molto più ampio rispetto a società più note come Spotify o Kahoot, aggiunge.

Il presidente dell’Argentum sottolinea Confrere, che organizza e fornisce servizi video al settore sanitario ed è cresciuto da 10 a 25 dipendenti da marzo a maggio nel 2020.

– Poi ci sono aziende tecnologiche come Signicat che ha sede a Trondheim, che fornisce servizi di identità elettronica, che sono cresciuti notevolmente durante l’anno di Corona, poiché molti hanno visto la necessità di utilizzare soluzioni di identificazione elettronica, afferma Høegh-Krohn.

Continua a leggere per E24 +

Joachim Huig Krone all’Argentum: penso che le azioni di valore torneranno nel 2021

Più IPO

Fondi azionari attivi (fondi di private equity) nelle 24 società quotate del Nord lo scorso anno, un aumento significativo rispetto alle sole cinque quotate l’anno precedente.

Ci sono state un gran numero di quotazioni nell’ultimo anno, anche verso la fine dell’anno fino al 2021. Ciò è probabilmente dovuto al fatto che i soldi vengono pagati meglio per inviare società in borsa che per venderle ad acquirenti industriali , dice Huig Krone.

– È un fenomeno interessante. I moltiplicatori di prezzo, ovvero il motivo per cui sono state acquistate le società, sono diminuiti nel private equity nel 2020. In borsa è accaduto il contrario. Dice che può rendere le società di quotazione più attraenti che venderle.

Leggi anche

Gli stranieri divorano le frasi norvegesi: – Triste perché è finita

Aspettando un “buon anno d’uscita”

I fondi azionari del Nord sono stati venduti da 68 società lo scorso anno. Questo è il numero più basso di vendite dal 2010, secondo Argentum.

La causa è la pandemia. I volumi delle transazioni si sono fortemente arrestati nella prima metà dell’anno. Høegh-Krohn dice che sono tornati con forza nella seconda metà dell’anno, ma non abbastanza per recuperare.

Il 2021 sarà probabilmente un buon anno di uscita, dice.

Esempi di fondi di acquisizione aziendale lo scorso anno includono la vendita di Ratos a Bisnode e Marlin Equity Partners, uscita dalla società svedese Iptor. L’altro importante accordo è stato quando Verdane ha venduto la sua quota di oltre il cinque percento nella società di abbigliamento svedese Boozt.com a maggio.

Leggi anche

In cima all’altare in un viaggio di shopping con miliardi: per fondare un nuovo conglomerato digitale

Nell’ultimo anno, i fondi di Venture Capital hanno anche posticipato diverse vendite (uscite) a causa della crisi Corona, secondo Argentum. I fondi di investimento nordici sono stati venduti da 55 società lo scorso anno, in lieve aumento rispetto all’anno precedente dopo tre anni consecutivi, con numeri che sono scesi da un record di circa 120 vendite nel 2015 e nel 2016.

L’Argentum ora prevede un aumento nel 2021, ma alcune vendite potrebbero essere ritardate fino al 2022, pensa Høegh-Krohn.

Il progetto è uscito molto bene dall’epidemia, perché così tante persone hanno aperto gli occhi alla nuova tecnologia, dice.

Leggi anche

Summa Equity vende l’azienda di riciclaggio Sortera

Investito 16 miliardi di dollari

L’Argentum, di proprietà statale, è essa stessa un investitore significativo in fondi azionari attivi e riferisce regolarmente sugli sviluppi nei mercati settentrionali ed europei di tali fondi.

Argentum ha investito circa 16 miliardi di NOK in oltre 180 fondi e oltre 900 società. La società stessa afferma che il rendimento medio è stato del 15% annuo sin dal suo inizio nel 2001. La società presenterà i propri dati subito dopo nel corso dell’anno, ma il presidente sta allentando un po ‘il velo.

Abbiamo avuto un buon anno nel 2020. Probabilmente stiamo facendo un lavoro migliore rispetto alla Borsa di Oslo, afferma Høegh-Krohn.

L’indice principale della Borsa di Oslo è aumentato del 4,56% lo scorso anno.

Negli ultimi anni, il paese ha estratto tra mezzo miliardo e 1,5 miliardi di corone norvegesi dai profitti dell’Argentum, ma non ha ritirato alcun profitto dalla società per il 2019.

Argentum ha, tra le altre cose, la proprietà di fondi gestiti da giocatori come EQT, Triton, Herkules, FSN Capital e Altor. I fondi investiti sono registrati in Svezia, Danimarca, Regno Unito, Germania, Guernsey, Jersey, Lussemburgo e Isole Cayman.

Leggi anche

I politici sono molto delusi dalle vendite di Hydro: – crea incertezza

Leggi anche

La maggior parte delle persone che conosco in finanza, me compreso, sono in realtà relativamente fanatici dello sviluppo

Pubblicato:

READ  Vaccini Pfizer e Moderna: - Due casi di coaguli di sangue in Norvegia