Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Pertanto, la Polestar 3 è l’auto dei sogni di molti norvegesi

Polestar ha venduto più di 10.000 copie dell’auto elettrica compatta 2 proprio qui a casa. Ha dato loro un ottimo inizio nel mercato norvegese.

Ieri sera hanno tirato il sipario sul sequel: Polestar 3 ha debuttato a Copenaghen. Anche l’esperto di auto con scopa Benny Christensen ha condiviso. All’inizio del giorno successivo, era chiaro che questa sarebbe stata un’auto che molti norvegesi avrebbero voluto:

– Sì, Polestar sta premendo diversi pulsanti corretti qui. Hanno realizzato un SUV 4WD ben sviluppato, una buona autonomia e una ricarica rapida con la massima attenzione a cose come il carico sul tetto e il peso del rimorchio. Anche il prezzo di partenza sembra ragionevole. Quindi è abbastanza chiaro che questa diventerà l’auto dei sogni di molti acquirenti norvegesi, crede Penny.

Design da SUV sportivo, con un montante C molto robusto.

Ha un’autonomia di 610 km

Per prendere subito alcuni numeri: il Polestar 3 è dotato di una batteria ben sviluppata. Ha una potenza lorda di 112 kW, al netto di 107. Polestar inizialmente ha lanciato due modelli: Long Range e Performance. Usano lo stesso pacco batteria, ma hanno intervalli leggermente diversi. 610 chilometri per il lungo raggio, 560 per le prestazioni.

Proprio prima della presentazione a Copenaghen ieri sera: lì, Polstar ha presentato in anteprima 3.

Proprio prima della presentazione a Copenaghen ieri sera: lì, Polstar ha presentato in anteprima 3.

– Quando la batteria è molto grande, possiamo già aspettarci un’autonomia maggiore. Polestar potrebbe essere conservatore qui. Ma questo potrebbe anche dire qualcosa sul fatto che l’auto utilizza più elettricità rispetto ai migliori concorrenti, crede Penny.

La velocità di ricarica è tra le migliori. Per i caricabatterie Lightning, il Polestar 3 dovrebbe essere in grado di ricevere fino a 250 kW.

Polestar 2: Ribasso con il prezzo – Più alto con la portata

Dal retro, conosciamo la firma della luce di Polestar 2.

Dal retro, conosciamo la firma della luce di Polestar 2.

nuova realtà dei prezzi

In termini di prezzo, l’auto è chiaramente competitiva. Il prezzo di partenza è fissato a 739.000 NOK. Ma il Polestar 3 di certo non costerà molto quando arriverà in Norvegia il prossimo anno:

– No, questo è un prezzo attuale che non tiene conto di quanto sta accadendo con la tassa sulle auto elettriche da inizio anno. Apparentemente, il Polestar 3 riceverà sia l’imposta sul peso che l’IVA sulla parte del prezzo di acquisto superiore a NOK 500.000. Ciò significa che probabilmente finiremo presto con circa 850.000 NOK qui, prima dell’attrezzatura aggiuntiva. Quindi stiamo parlando di almeno 900.000 NOK per acquistare un’auto elettrica ben equipaggiata, afferma Penny.

– molti soldi?

– Sì, naturalmente! Ma questa sarà la nuova realtà per tutti coloro che avranno una grande auto elettrica. Negli ultimi anni è stato venduto un numero molto elevato di auto nella fascia di prezzo di circa 750.000 NOK e oltre. Forse è sufficiente menzionare qui il clamoroso successo dell’Audi e-tron. Queste auto sono soggette a un buon importo di imposta sul valore aggiunto dall’inizio dell’anno, oltre all’imposta sul peso. Quindi chi possiede ancora un’auto in questa classe deve sopportare di pagare di più, è proprio così.

Appena lanciato in Norvegia – Costa meno

Polestar 3 entra in una classe con molti concorrenti, sia tradizionali che nuovi marchi cinesi.

Polestar 3 entra in una classe con molti concorrenti, sia tradizionali che nuovi marchi cinesi.

dettagli privati

Dopo aver studiato da vicino l’esterno di Copenaghen, Benny è rimasto colpito da ciò che Polestar ha inventato qui:

– Sì, penso che siano riusciti a creare un SUV con carattere. I due modelli precedenti, 1 e 2, erano Volvo e furono mostrati per la prima volta come concept car Volvo. Qui hanno ricominciato. Pertanto, è anche interessante vedere come pensano. Polestar ha creato un SUV sportivo con una serie di dettagli distintivi. Allo stesso tempo, il design è molto pulito e semplice, e molti probabilmente pensano anche “scandinavo” qui, dice Penny.

Deludente e impressionante: questo è Polestar 1

Penny evidenzia un dettaglio particolare nell'introduzione.

Penny evidenzia un dettaglio particolare nell’introduzione.

Non un baule abbagliante

– Un dettaglio che noto particolarmente è lo “spazio” tra il frontale e il cofano. Non l’avevo mai visto prima su un’auto pronta per la produzione. Ci ricordano le auto da corsa, quindi le portiamo qui su un SUV. Assicura che Polestar produrrà auto sportive, qui hanno anche una ricca tradizione come “tagliabordi domestici” di Volvo. È divertente che facciano cose del genere e quindi si differenziano dalla concorrenza.

L’auto ha anche porte senza telaio. Polestar ha abbassato l’altezza del sedile e qui è abbastanza basso da essere un SUV. Inoltre, il baricentro è il più basso possibile, mentre la distribuzione dei pesi è 50/50.

Tuttavia, per un’auto lunga circa cinque metri, il bagagliaio non è particolarmente impressionante.

Qui erano solo 6 sui dadi

Nessuna grande sorpresa sul cruscotto.  Come molti altri, il Polestar utilizza un piccolo schermo sopra il volante e un grande schermo al centro.

Nessuna grande sorpresa sul cruscotto. Come molti altri, il Polestar utilizza un piccolo schermo sopra il volante e un grande schermo al centro.

Carico sul tetto e peso del rimorchio

– No, 484 litri sono piuttosto quelli che definirei piccoli. È vero, oltre ad esso c’è un bagagliaio da 32 litri, ma questa macchina non è sicuramente un maestro del bagagliaio. Polestar sottolinea che danno la priorità allo spazio in cabina e usano il motto “Lo spazio è il nuovo lusso”. Certo, ci sono alcune persone che ne avranno un’idea, ma per le famiglie norvegesi attive, penso che anche i bagagliai più grandi potrebbero essere nella lista dei desideri. Penny dice che probabilmente non è affatto irragionevole che alla fine vedremo diversi Polestar 3 con un box da tetto.

Puoi anche caricare molto di più lì. Il veicolo è omologato per trasportare ben 100 kg sul tetto. In termini di peso del rimorchio, la cifra è di 2200 chilogrammi. Questi sono numeri forti.

Consegna in un anno

Polestar era all’inizio delle acque basse dei nuovi marchi di automobili in Norvegia. Negli ultimi due anni sono entrati numerosi nuovi concorrenti. Ecco perché è difficile per 3 persone entrare. Ma Penny pensa che abbia alcuni vantaggi rispetto a molti altri “nuovi” marchi:

Non c’è dubbio che Polestar tragga vantaggio dall’associazione con Volvo. Per molti, è probabilmente più sicuro acquistare una Polestar che un’auto chiamata BYD, Xpeng o Voyah. Probabilmente svanirà nel tempo, ma per ora Polestar ha un chiaro vantaggio qui. Aiuterà sicuramente a dare alla macchina un buon inizio in Norvegia.

– Ma le macchine non sono subito qui?

– No, questo è corretto. La consegna nell’ultimo trimestre del 2023 è quanto annunciato qui a Copenaghen. Quindi parliamo tra un anno. Fino ad allora potrebbero succedere molte cose naturalmente e non sappiamo nulla delle consegne e del volume in Norvegia. Benny conclude che la questione è comunque aperta a richieste e c’è motivo di credere che molti dei primi acquirenti norvegesi siano qui.

Confermato quest’estate: il Rålekker entrerà in produzione

Guarda il video della premiere di Polestar 3 qui sotto:

READ  Il principale quotidiano italiano pubblica le foto dei paparazzi di Glimt: 'Sembra una festa del college'