Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Prima che il viaggio continuasse verso nord, i proprietari erano solo un giorno sul tromsey con “Il principe ereditario Hagon”

La nave da 1,4 miliardi di dollari NOK è stata approvata e già in uso nel 2018, ma è stato solo lunedì che il direttore della ricerca marina Cecil Rogne è stato in grado di consegnare le chiavi della donazione al proprietario e direttore dell’Istituto Polare Ole Arv Misund.

Esiste una collaborazione nazionale di lunga data tra l’Istituto polare norvegese, l’Istituto di ricerca marina e l’Università di Troms. La presentazione è avvenuta durante una cerimonia sul ponte della nave, secondo il Marine Research Institute Siti web.

Misund ha citato la necessità di una cooperazione nazionale tra le grandi aziende che conducono ricerche polari in mare, al fine di realizzare la barca.

Doc Rune Olson, Rettore della Norwegian Arctic University di Tramsey, Seychelles Rogne, Direttore della ricerca marina, e Ole Arv Misund, Direttore dell’Istituto Polare Norvegese, durante la presentazione della corona al principe Hogan. Foto: Elin Vinje Jensen / Norwegian Polar Company

Da 0 a 5,8 nodi in 90 m

Principali aree di attività globale nell’Artico e nell’Antartico. Lo scafo rompe il ghiaccio e gestisce lo spessore del ghiaccio fino a tre metri ad una velocità di quattro metri. La neve densa è anche conosciuta come “velocità di corsa” o speronamento. I quattro motori principali hanno poi rimorchiato 10.900 tonnellate di navi da 0 a 5,8 nodi a 90 metri prima di esplodere nella neve.

Oggi, invece, la nave batte le mani dal mare verso l’Oceano Artico. Oltre a NTNU, l’istituto di ricerca è incentrato sul progetto “Lance of Nansen”, che comprende dieci istituti di ricerca norvegesi, tra cui le università di Tromsø, Bergen e Oslo. È uno dei più grandi progetti di ricerca norvegesi di tutti i tempi. Questo progetto esplora gli effetti del cambiamento climatico e la riduzione delle nevicate.

Pediatria dal primo giorno

I viaggi e le applicazioni precedenti hanno rivelato malattie infantili su una nave costruita in Italia. Non solo la consegna dal cantiere è stata ritardata a causa di errori, ma è stato necessario annullare anche un viaggio nelle regioni polari.

READ  Allegri conferma l'uscita di Ronaldo - si avvicina al Manchester City

La nave “Crown Prince Hogan” ha buone dimensioni e buone condizioni per gli scienziati marini. La nave ha a bordo 16 persone, oltre a due tecnici strumentali. La nave ha anche spazio a Perth per 37 ricercatori e altri ospiti. La lunghezza è di 100 metri, la larghezza è di 21 metri e la nave affonderà a una profondità di 8,5 metri. Il tonnellaggio totale è di 10.900 tonnellate e i bunker di 22.000 cavalli e il propulsore garantiscono 15.000 miglia nautiche in 65 giorni.

La nave da ricerca poteva andare in mare aperto e sul ghiaccio, ma ha lottato con le malattie infantili. Foto: Liz Lindell Jurgenson, H.I.

– Oggi il Marine Research Institute ha appena consegnato la barca alla Norwegian Polar Company, cosa che facciamo con grande piacere. Il “Principe ereditario Hogan” è una magnifica barca, senza pari in Norvegia. “Ora useremo questo eccellente rompighiaccio per una migliore ricerca e una migliore collaborazione tra noi presso il Marine Research Institute, il Polar Institute e l’Università di Troms”, ha affermato il direttore della ricerca marina Cecil Rogne.

A bordo troviamo attrezzature dal ripiano più alto, che comprende un auditorium per 50 persone, una stazione meteorologica e climatica, 14 laboratori permanenti e tre mobili, celle frigorifere e un congelatore con una varietà di troll.