Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

“Primavera silenziosa del 2024”: un nuovo meta-studio su insetti e radiazioni elettromagnetiche

“Primavera silenziosa del 2024”: un nuovo meta-studio su insetti e radiazioni elettromagnetiche

Api e fiori (dalla diagnosi: funk)

Questo testo è stato pubblicato per la prima volta nel http://einarflydal.com Il 20/03/2024

Scritto da Einar Vidal.

Attualmente esiste la revisione e la valutazione più completa delle ricerche finora condotte sugli insetti e sugli effetti dei campi elettromagnetici (radiazioni dei telefoni cellulari, campi magnetici delle linee elettriche ad alta tensione).

La scoperta più importante del nuovo studio è che ora è stato dimostrato con ragionevole certezza che i danni biologici negli esperimenti di laboratorio sono causati da deboli campi elettromagnetici sugli insetti. Gli effetti negativi includono scarso orientamento, diminuzione della fertilità, danni al DNA e un sistema immunitario indebolito. Inoltre, nuovi studi sul campo confermano questi risultati.

È un'organizzazione ambientalista e di consumatori tedesca e svizzera Diagnosi: funzione Ciò lo dimostra e conferma quindi che ciò che intendevamo vedere nella pratica e che dalla ricerca abbiamo capito diversamente, era corretto, anche se le autorità per la radioprotezione pensavano che non funzionasse.

Lo studio è stato appena pubblicato sulla rinomata rivista Reviews in Environmental Health dall'editore di ricerca de Gruyter. Il suo nome completo è:

Thiel, Alan, Cammaerts, Marie-Claire, Balmori, Alfonso. «Effetti biologici dei campi elettromagnetici sugli insetti: una revisione sistematica e una meta-analisi»Recensioni sulla salute ambientale, 2023. https://doi.org/10.1515/reveh-2023-0072

Gli autori hanno condotto lo studio per tre anni per conto della diagnosi: funk. Consiste in una panoramica sistematica secondo gli standard PRISMA (uno standard per riportare sintesi sistematiche delle conoscenze) e una meta-analisi, ovvero un'analisi collettiva dei dati trovati negli articoli esaminati. Sono stati analizzati 119 studi scientifici esaminati individualmente su insetti e campi elettromagnetici. Grazie alla buona qualità dei dati di 51 studi, questi possono essere utilizzati in una meta-analisi, in cui i dati di questi studi possono essere analizzati insieme.

READ  Le oneste parole di Stian Bleib sulla depressione:

L'articolo stesso deve essere acquistato. Ma su un sito web separato, lo studio ha ricevuto un’ampia copertura in inglese, tedesco e francese: https://protect-insects.info/beefi-study/. Lo ha commentato anche il grande pioniere della ricerca tedesca sugli effetti biologici dei campi elettromagnetici, il dottor Ulrich Warneke. L'intervista con lui (in tedesco) è riassunta come segue:

In un'intervista con il famoso ricercatore Ulrich Warnke, viene discussa la drammatica morte di insetti associata alle radiazioni radio mobili e alle comunicazioni create tecnologicamente. Un nuovo meta-studio condotto da Thiel, Cammaerts e Balmori fornisce risultati che danno speranza per un ripensamento politico. Warneke sottolinea il grave impatto della mortalità degli insetti sugli ecosistemi e sulle società umane. Si critica la reazione finora dei politici e dei media a questa questione e si sottolinea il ruolo essenziale degli insetti nella biodiversità e nella stabilità ambientale del pianeta.

Lo studio descrittivo mostra chiaramente la relazione tra campi elettromagnetici e scomparsa degli insetti. Warnke chiede che i risultati dello studio vengano inseriti nel dibattito politico e che vengano adottate misure per proteggere gli insetti. Si sottolinea che gli insetti sono presenti sulla Terra da più di 300 milioni di anni e rappresentano un fattore evolutivo. La loro scomparsa ha effetti di vasta portata sulla catena alimentare e sugli ecosistemi.

L’intervista evidenzia la necessità di ulteriori studi sul campo per esaminare gli effetti ambientali dei campi elettromagnetici non termici sugli insetti. Warneke sottolinea l'importanza degli studi di laboratorio per comprendere meglio il meccanismo d'azione e il potenziale danno di queste aree. Ha espresso la speranza che i politici e la società reagiscano ai risultati dello studio e adottino le misure necessarie per proteggere gli insetti.

Diagnostica ecologica: Funk esorta i politici tedeschi a creare ed espandere zone di protezione radio-free per gli insetti. questo significa:

  • Per proteggere gli insetti, il governo tedesco deve limitare la copertura dei telefoni cellulari a un massimo di 100 microwatt/m2. Quindi la ricezione rimane possibile su tutta la gamma di larghezza di banda.
  • Non è consentito costruire o utilizzare nuove antenne per telefoni cellulari in aree naturali protette.
  • Occorre studiare l'interazione tra campi elettromagnetici e altre tossine ambientali.
  • È necessario finanziare e implementare ulteriori studi sul campo per chiarire in che modo le popolazioni di insetti vengono influenzate negativamente dalle infrastrutture esistenti.
READ  Sostieni la scienza: non boicottarla!

Forse è qualcosa a cui pensare anche in Norvegia?

Einar Vidal, il 20 marzo 2024

riferimento

Thill A, Cammaerts MC, Balmori A (2023): Effetti biologici dei campi elettromagnetici sugli insetti: una revisione sistematica e una meta-analisi, Recensioni sulla salute ecologica; Versione originale inglese: doi.org/10.1515/reveh-2023-0072

L'articolo è menzionato nella banca dati di riferimento dello Stato federale tedesco: www.emf-portal.org/de/article/52384