Travely.biz

Le ultime notizie, commenti e funzionalità da The Futura

Problemi prima della stagione sciistica: – Cruciale per noi

L’infezione da corona è di nuovo in pieno svolgimento in diversi luoghi d’Europa.

L’Austria è il primo paese ad iniziare un nuovo periodo di blocco completo. Il capo dell’Istituto tedesco per la sanità pubblica, Lothar Weiler, ha avvertito prima del fine settimana che potrebbe avviarsi verso un “terribile Natale”.

L’infezione record ora solleva preoccupazioni sul fatto che la prossima stagione sciistica sarà gravemente segnata da un’epidemia.

scrive in svedese Aftonbladet, indicando che tutti i paesi alpini stanno vivendo un forte aumento della diffusione dell’infezione.

– Il futuro è in gioco

Il turismo sciistico è una parte importante dell’economia in molte regioni, che è stata parzialmente abbandonata da quando la pandemia è entrata in Europa.

La maggior parte delle stazioni sciistiche in Francia e in Italia ha chiuso lo scorso inverno, mentre Austria e Svizzera ne hanno tenute aperte molte.

In Francia, Italia, Austria e Svizzera, gli impianti di risalita dovrebbero essere operativi questo inverno. I primi tre paesi richiedono un passaporto Corona valido per i visitatori.

– Questa stagione sarà decisiva per noi, afferma Olivier Simonin, responsabile degli impianti di risalita della Val d’Isere in Francia, per Agenzia di stampa Francia.

È in gioco il nostro futuro. Non possiamo immaginare di non avere l’inverno, quindi abbiamo fatto tutto il possibile per assicurarci che durasse.

Lo skate file stava per morire


La famosa località sciistica aprirà le piste il prossimo fine settimana. Diversi altri hanno già girato il primo colpo della stagione di quest’anno.

La domanda è enorme. L’economia sta riprendendo e tornando indietro, ha detto all’agenzia di stampa Eric Charr, facility manager di Porte-Puymorens.

READ  Voci sulla Premier League inglese | Voci di Premier League giovedì

Il numero di casi di coronavirus registrati in Francia la scorsa settimana è aumentato dell’81% rispetto alla settimana precedente. Finora, ciò non ha portato ad alcun inasprimento delle misure di controllo delle infezioni.

– sembra promettente

Nonostante la chiusura, gli impianti di risalita in Austria dovrebbero funzionare a pieno regime per le persone con un permesso Corona valido, secondo il CNN.

Anche gli hotel, i ristoranti e alcuni bar richiederanno i permessi della corona, mentre i bar e le discoteche che rimangono aperti fino a tardi richiederanno prove più rigorose di vaccinazione o risultati negativi dei test per covid-19.

— Per ora, sembra promettente, dice al canale Mario Matt, che gestisce il ristorante e il bar après-ski Krazy Kanguruh a St. Anton.

L’anno scorso, il paradiso dello sci in Tirolo era sottoposto a rigide restrizioni; Gli hotel erano chiusi ai turisti, i ristoranti potevano servire solo fast food e gli impianti di risalita erano aperti solo ai residenti locali.

– Dobbiamo vedere come cambiare le regole. Difficile dirlo, ma speriamo in una buona stagione. Matt dice che le persone vogliono tornare alla normalità.

Secondo Aftonbladet, l’infezione da Corona può essere attualmente controllata in Tirolo, ma si prevede che la pressione sul servizio sanitario aumenterà quando gli sciatori torneranno a pieno regime.

Codice 7: La vita misteriosa di Andersen

Codice 7: La vita misteriosa di Andersen


Ci vogliono anni per raggiungerci

L’Italia ha inasprito le restrizioni sui trasporti pubblici la scorsa settimana. Le infezioni stanno aumentando nel paese, ma non così velocemente come in molti altri paesi.

Diverse località sciistiche italiane hanno già aperto le proprie strutture ai visitatori, scrive guardiano.

READ  Tempo per polvere da sparo secca e porti sicuri?

Anche qui è necessario ottenere un passaporto Corona. Inoltre, le operazioni vengono eseguite a capacità ridotta negli impianti di risalita, il distanziamento sociale e i requisiti di fasciatura dove è difficile mantenere la distanza.

“Abbiamo bisogno di molti anni per riprenderci dalle perdite finanziarie subite nelle ultime stagioni”, ha detto al quotidiano Livio Barrillo, presidente dell’Associazione Piemontese Imprese Turistiche.

La Svizzera non ha ancora introdotto l’obbligo del passaporto Corona nelle stazioni sciistiche del paese. I turisti sono comunque tenuti a mostrare un passaporto valido per entrare nei ristoranti. Scrive che potrebbe essere richiesto anche in alcuni hotel National Geographic.