Pronto per essere serrato se necessario – E24

0
2
Pronto per essere serrato se necessario – E24

Prima di Natale sarebbero usciti con l’ascia degli interessi. Ora la banca centrale americana non ne è più così sicura.

Pubblicato: Pubblicato:

Mercoledì sera la banca centrale americana, la Federal Reserve, ha pubblicato il verbale della sua ultima riunione sui tassi di interesse.

I dati complessivi negli Stati Uniti hanno mostrato segnali che il ritmo dell’economia sta leggermente rallentando. Tra le altre cose, i dati sull’occupazione di aprile sono stati inferiori alle attese.

Nel verbale della riunione, tuttavia, il comitato dei tassi d’interesse sembra ritenere che l’inflazione sia ancora troppo alta perché si possa prendere in considerazione l’idea di tagliare i tassi d’interesse adesso.

Leggi anche

Le azioni diminuiscono leggermente in attesa dei numeri di Nvidia

Può rimanere alto più a lungo

L’inflazione dei prezzi negli Stati Uniti ha raggiunto il 3,2% in aprile. Ciò, combinato con segnali di forte progresso economico, significa che i tagli dei tassi di interesse potrebbero essere ritardati, ha scritto il comitato.

Molti membri del comitato dei tassi di interesse sono anche disposti a inasprire ulteriormente la politica monetaria, se necessario, ha scritto Bloomberg.

Wall Street ha rifiutato di scendere dopo il rapporto sui tassi di interesse.

Hanno anche discusso se sarebbe opportuno mantenere i tassi di interesse elevati più a lungo del previsto nel caso in cui la crescita dei prezzi non si muovesse a un ritmo costante verso il 2%. Si tratta di un netto cambiamento rispetto alle indicazioni arrivate prima di Natale, quando il presidente della Fed Jerome Powell aveva suggerito che ci sarebbero potuti essere tre tagli dei tassi nel 2024.

READ  13 consigli per risparmiare dell'economista Luxusvillen-Dajsavisen

Il tasso di interesse di riferimento negli Stati Uniti è attualmente compreso tra il 5,25 e il 5,50%.

Il resto del mondo attende con impazienza la data in cui verranno tagliati i tassi di interesse negli Stati Uniti.

L’Europa è più vicina ai tagli

È chiaro che molti paesi in Europa sono ora riusciti a combattere le pressioni inflazionistiche e le banche centrali si stanno preparando a tagliare i tassi di interesse.

Si prevede che la Banca Centrale Europea taglierà i tassi di interesse a giugno, e la Svezia ha già attuato il primo taglio dei tassi di interesse del paese in otto anni. In Gran Bretagna la crescita dei prezzi è attualmente pari al 2,3%, appena al di sopra dell’obiettivo del 2%.

Tuttavia, molti economisti norvegesi ritengono che in questo caso sia necessario essere più pazienti.

Handelsbanken ritiene che dovremo aspettare fino al 2025 prima che il governatore della Banca centrale Ida Welden-Basch allenti le pressioni sui tassi di interesse.

– L’economia norvegese regge un po’ meglio, la disoccupazione rimane bassa e stabile, anche perché le pressioni sui prezzi e sui salari sono molto forti. L’esame del tasso di cambio della corona suggerisce che la Banca di Norvegia deve ancora “aspettare” altre banche centrali, come riassume il capo economista Marius Gunsholt Hof nel suo ultimo rapporto economico. In precedenza, Handelsbanken si aspettava un taglio dei tassi a dicembre.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here